Notizie italiane in tempo reale!

Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Libri antichi, conti correnti a sei zeri, presunti raggiri, nobili decaduti. Oltre a una coda pesante fatta di cause giudiziarie e un’anziana contessa morta suicida. Più che una storia o una vicenda di cronaca, quella della Fondazione Labus Pullè di Varese e dei suoi protagonisti sembra un’epopea provinciale consumata ai giorni nostri.

Se un sacrificio deve essere fatto lo facciano tutti quanti, non solo i politici. Prima però la Corte costituzionale stabilisca se i tagli ai vitalizi sono leciti. Sono queste le opinioni con cui alcuni ex consiglieri regionali del Piemonte spiegano la loro volontà di ricorrere contro la norma che ha decurtato i loro assegni mensili. L’intenzione è emersa mercoledì pomeriggio durante una riunione di ex: alcuni di loro hanno già interpellato un avvocato torinese e altri invece chiederanno un aiuto a Maurizio Paniz, avvocato ed ex deputato del Pdl che sta seguendo i ricorsi di altri ex eletti in Veneto, Friuli, Lombardia e Lazio. Nei prossimi giorni gli avvocati informeranno i clienti sulla via migliore da intraprendere. Tutti rivendicano il diritto al vitalizio al termine della loro carriera. Lo fa Giampiero Leo, politico di Ncd referente piemontese di Comunione e liberazione: “Sono stato io a introdurre Cl ad Aldo Moro a metà anni Settanta – ricorda  – sono in politica da quaranta anni. Per quindici sono stato al Comune di Torino, dove ho fatto l’assessore alla Gioventù per 425mila lire al mese lasciando il posto di dirigente in un’azienda che mi rendeva più di tre milioni di lire al mese. In Regione ci sono stato per 25 anni e ho lasciato un quarto dello stipendio per avere il vitalizio”. Ora avrebbe diritto a 5.800 euro lordi al mese: “Mi hanno comunicato che il mio vitalizio sarà di 3.500 euro”. Non proprio una miseria: “Ma togliendo tasse e importi di solidarietà si riduce e scenderanno ancora. Se avessi sfruttato la mia laurea da 110 e lode in giurisprudenza, magari entrando in magistratura e maturando gli scatti di anzianità, avrei guadagnato molto di più”. Per lui questo taglio “è sicuramente un’ingiustizia”. Che dire degli imprenditori costretti a chiudere o degli operai in cassaintegrazione, che a Torino non mancano? “Allora stabiliamo che in questo paese c’è bisogno di uno sforzo di solidarietà da parte di tutti, ma proprio tutti: presidenti emeriti della Corte costituzionale, i grossi avvocati torinesi come Franzo Grande Stevens, i direttori dei grandi giornali come Paolo Mieli. Facciamo un regime monastico, di povertà, o comunista”.

‘Siamo tutti gazzosai’ è il titolo evocativo del libro voluto da Partesa, azienda del Gruppo HEINEKEN Italia, edito dal Gruppo 24Ore che, per la prima volta, racconta la storia della distribuzione di bevande in Italia oltre che dell’azienda, oggi al 25° anno di attività. Un progetto editoriale che d

pubblicato da Libero Quotidiano

‘Siamo tutti gazzosai’: il libro storico sulle bevande in Italia

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Forme di Parmigiano Reggiano e di Grana Padano che arrivavano sul mercato nazionale e internazionale nonostante non rispondessero agli standard di qualità previsti dal marchio. È questa l’accusa che ha travolto tre importanti società lattiero-casearie tra Reggio Emilia e Mantova. Nel mirino della Procura reggiana sono finite la Nuova Castelli Spa di Reggio Emilia e altre due società controllate da essa, la Casearia Tricolore, e la Casearia Gentile con sede a Mantova, insieme a una quindicina di caseifici e magazzini di stoccaggio da cui sarebbero passate migliaia di forme non adatte a essere vendute.

Non era un terrorista. Non si è sentito male. Non si era convertito all’Islam. Ma ha preso i comandi di quel maledetto aereo Barcellona-Dusseldorf, ha bloccato la porta, non ha pronunciato nemmeno una parola. Ha solo respirato, e respirando si è schiantato e ha polverizzato149 uomini, donne, bambini

pubblicato da Libero Quotidiano

Il diavolo, probabilmente

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Sembra Detenuto in attesa di giudizio, quel film di Nanni Loy, con Alberto Sordi immerso in un’allucinazione giudiziaria. Ma Giuseppe Pagliani, anni 41, consigliere comunale Pdl di Reggio Emilia, avvocato con quattro studi avviati, politicamente e penalmente intonso da un quarto di secolo, non è Sor

pubblicato da Libero Quotidiano

Giuseppe Pagliani: "Ho fatto un convegno contro le coop rosse e mi hanno arrestato"

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Avevano convinto una donna con problemi psichici che, pagando e avendo dei rapporti sessuali, grazie a maghi, santone, “fluidi” e sortilegi avrebbe potuto riconquistare il suo amato che l’aveva lasciata. Per questo motivo due fratelli di 55 e 45 anni e la loro mamma ottantenne sono stati condannati dal tribunale di Bologna. Luciano, il fratello maggiore, era riuscito a farsi dare da Francesca (tutti i nomi riportati saranno di fantasia, ndr) la somma di 44.790 euro in meno di due anni, tra il 2011 e il 2012. I soldi dovevano servire a pagare un fantomatico (e inventato) mago Federico, che se ben retribuito poteva fare dei sortilegi così che l’ex fidanzato di Francesca potesse tornare da lei.

Gentile Direttore, nei mesi scorsi si è discusso molto di precariato in ambito scolastico. Fra i vari annunci e proclami fatti dal governo ce n’era uno ripetuto come un mantra: la stabilizzazione dei docenti precari. Bene, ma chi sono i docenti precari? Le categorie più disparate: i vari abilitati S

pubblicato da Libero Quotidiano

La Buona Scuola: il solito pasticciaccio all'italiana.

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Fiamme e un forte fumo nero si alzano da una palazzina di Manhattan a New York. Nell’East Village si è verificata un’esplosione che ha causato anche il crollo di una parte dello stabile. Il New York Post - che cita fonti di polizia – parla di almeno 30 feriti e potrebbero esserci persone intrappolate all’interno. Il portavoce dei vigili del fuoco Francis X. Gribbon, informa – parlando con il New York Times - che “si tratta probabilmente di una fuga di gas“.

L’esplosione potrebbe essere partita da un ristorante situato al piano terra. “È stato come un terremoto” ha commentato una persona. Le fiamme si sono propagate rapidamente in tutto lo stabile interessando anche quelli vicini.

Archivi