Notizie italiane in tempo reale!

Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Franco, il super ragioniere nel mirino: «Una  parola e vado»

Il suo potere più importante risiede nel poter negare la «bollinatura» se una legge di bilancio contiene misure che deviano dall’obiettivo di saldo indicato dal provvedimento stesso.

tovato su: Il Corriere della Sera

Clicca qui per leggere l’articolo completo

La paura invade WhatsApp. Ancora. Dopo Momo, la bambolina giapponese con un volto terrificante, il nuovo profilo creato per rubare dati personali agli utenti (spaventandoli) questa volta si chiama Olivia e prende di mira soprattutto gli adolescenti. Si tratta dell’ennesima fregatura buttata in gruppi e chat da hacker decisi a ingannare quanti più utenti possibile. Ogni volta la tecnica di “phishing” di chi sta dietro a queste truffe viene affinata e perfezionata e anche Olivia non fa eccezione. Attraverso un numero sconosciuto, lo sconosciuto si presenta come Olivia, un’amica che ha cambiato recapito o come una “amica dell’amico”: il legame apparentemente diretto con un contatto reale è la miglioria apportata nella truffa, il dettaglio che può generare nelle vittime un grado maggiore di sicurezza e fiducia.

“In Campania i carabinieri hanno fatto accertamenti sulle autocertificazioni e 15-20 erano false e le carte sono andate alla Procura della Repubblica. Faccio appello ai dirigenti perche’ iscrivano le proprie scuole all’anagrafe vaccinale della Regione, perche’ cosi’ puoi verificare in tempo reale se l’autocertificazione e’ vera o falsa”. Cosi’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, intervenuto a LiraTv. “I presidi – spiega – si assumono una grande responsabilita’ se muore, per esempio, un bimbo malato di leucemia perche’ in classe c’erano biumbi non vaccinati. Questo e’ un risultato negativo prodotto dal Governo, che sui vaccini nel Milleproroghe ha prorogato i termini per la certificazione delle vaccinazioni a marzo 2019 e creato confusione”.

Manovra, Di Maio: «Reddito di cittadinanza solo agli italiani». E Salvini: «Iva? Niente aumenti»

Vertice a Palazzo Chigi sulla manovra. Il capo M5S dalla Cina: «Con la Lega andremo divisi alle prossime amministrative e alle regionali. Berlusconi che torna da Salvini? È come una moglie tradita».

tovato su: Il Corriere della Sera

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Pensioni, per «quota 100» la Lega pensa   a un riscatto agevolato della laurea Video

I tecnici della Lega lavorano sull’individuazione di un meccanismo agevolato di copertura dei buchi contributivi, ovvero degli anni in cui non è lavorato. Tra le possibilità al vaglio un condono contributivo, una contribuzione volontaria e il riscatto della laurea

tovato su: Il Corriere della Sera

Clicca qui per leggere l’articolo completo

“Quel che non ho potuto avere in vita mia voglio che l’abbiano gli altri”. E’ quanto ha dichiarato agli amici la donna di 50 anni che il 12 settembre scorso ha vinto 5 milioni di euro al Gratta e vinci. A riportarlo al quotidiano Il Tirreno sono i titolari della tabaccheria di Grosseto dove è avvenuta la vincita. “Non aveva i soldi per l’affitto e ora vuole aiutare chi è in difficoltà”, dice Gianluca D’Ascoli ai giornalisti. Perché il progetto che la donna vuole finanziare è proprio il suo: “Mi ha assicurato una cifra che non immaginavo nemmeno per ristrutturare un casale dove vorremmo accogliere bambini con handicap e con difficoltà, mi sono venute le lacrime agli occhi”, ha raccontato in un’intervista a Radio Capital.

Il primo intervento di smontaggio della legge Fornero, quota 100 con 62 anni di età e 38 di contributi, passerà anche per la “pace contributiva“. Ad annunciarlo è stata la Lega dopo la riunione di giovedì sera tra il leader Matteo Salvini, i suoi sottosegretari al tesoro Massimo Garavaglia e Massimo Bitonci e quello al lavoro Claudio Durigon. In pratica, chi non ha pagato una parte dei contributi a partire dal 1996 potrà sanare l’omesso versamento con uno sconto, in modo da anticipare anche per questa via l’età di uscita dal lavoro. La misura, stando a quanto emerso dal vertice, sarà rivolta in particolare agli autonomi e consentirà di pagare di meno anche per il recupero degli anni universitari.

A grande richiesta e dopo il sold out dello spettacolo serale al Teatro di San Carlo di Napoli, sarà aperta al pubblico mercoledì 26 settembre alle ore 15.00 la prova generale di Così parlò Bellavista, adattamento teatrale dal film e dal romanzo di Luciano De Crescenzo in occasione dei 90 anni dell’autore. Diretto e adattato da Geppy Gleijeses, prodotto da Alessandro Siani, Sonia Mormone (Best Live) e da Gitiesse Artisti Riuniti, Così parlò Bellavista vedrà impegnati sul palcoscenico del San Carlo lo stesso Gleijeses nel ruolo di Bellavista e un gruppo di straordinari attori napoletani:Marisa Laurito sarà la moglie di Bellavista, Benedetto Casillo interpreterà Salvatore (esattamente come nel film) e Gianluca Ferrato nel ruolo di Cazzaniga. E ancora, ci saranno Nunzia Schiano, Salvatore Misticone, Vittorio Ciorcalo. La scenografia di Roberto Crea riprodurrà la facciata del grande palazzo di via Foria dove fu girato il film. Le musiche saranno quelle originali di Claudio Mattone. L’iniziativa, fortemente sostenuta dalla Regione Campania, è patrocinata dal Comune di Napoli.

Protestano i tabaccai di Napoli per la decisione di abbassare l’aggio sui titoli di viaggio decisa unilateralmente da Giraservice, vincitrice della gara d’appalto indetta per la commercializzazione dei biglietti. I tabaccai, rappresentati dal presidente provinciale Fit di Napoli, Francesco Marigliano, hanno deciso di abbandonare per protesta il tavolo di confronto convocato dall’assessore alle Attivita’ produttive, Enrico Panini, dopo la chiusura – denunciano – di Giraservice. L’aggio applicato in precedenza del 3,5% era già considerato basso e la riduzione al 3% ha scatenato la rabbia dei tabaccai. Da parte della Federazione Italiana Tabaccai è richiesto un intervento istituzionale immediato. Altrimenti, senza un ripensamento di Giraservice ci sarà il rifiuto di vendere i biglietti con conseguenti disagi per gli utenti e minori incassi per Comune e Regione.

Archivi