Notizie italiane in tempo reale!

Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

I risultati definitivi saranno disponibili soltanto domani, ma secondo quanto emerge da quelli non ufficiali più del 90% dei curdi iracheni ha votato a favore dell’indipendenza della regione del Kurdistan da Baghdad. Secondo i dati provvisori diffusi dall’emittente curda Rudaw, il ‘sì’ ha ottenuto poco più del 93% delle preferenze.

Dopo la nota arriva il compito di castigo. Non ci potevo credere. Quando ho letto sul diario di M. la punizione della maestra ho pensato di aver in mano uno scritto di trenta o quaranta anni fa. Invece no. La maestra dalla penna rossa ha colpito ancora. Di fronte al vociare, al caos che sicuramente M. e i suoi compagni avranno fatto in un momento in cui erano in settanta – ottanta o forse più, tutti insieme in mensa, cosa ha fatto quest’insegnante?

Una truffa da 10 milioni di euro ai danni dell’Inps: è quanto ha svelato la Guardia di finanza, che ha denunciato 370 persone per aver incassato l’assegno sociale dell’istituto previdenziale nonostante fossero residenti all’estero. Il beneficio, di circa 450 euro al mese per 13 mensilità, spetta solo a chi è indigente e risiede in Italia. L’Inps ha subito sospeso i pagamenti, prevedendo un risparmio annuo di oltre 2,6 milioni di euro.

In cambio di voti avrebbe favorito gli affari di un imprenditore edile legato alle cosche, che voleva ottenere una convenzione per realizzare un centro commerciale nel Comune brianzolo. Per questo martedì mattina è finito ai domiciliari con l’accusa di corruzione il sindaco di Seregno Edoardo Mazza, avvocato 38enne eletto nel 2015 con Forza Italia. È uno dei 24 arrestati, per reati che vanno dall’associazione di tipo mafioso all’estorsione, nell’ambito di un’inchiesta sulle infiltrazioni della ‘Ndrangheta in Lombardia. Una costola dell’indagine Infinito sulle Locali dell’organizzazione criminale. Secondo gli investigatori l’uomo d’affari Antonino Lugarà è stato “determinante” per l’elezione di Mazza, che nel 2015, ex assessore all’Urbanistica della giunta precedente, si è candidato con Fi e il sostegno dalla Lega Nord e di due liste civiche. Lo stesso imprenditore avrebbe intrattenuto rapporti con altri politici del territorio e coltivato frequentazioni e rapporti fatti di reciproci scambi di favori con esponenti della criminalità organizzata.

Il personaggio

Philip ha denunciato tutti: “Sì, faccio l’inglese in Italia”

Avvocato e ricercatore, nato in Inghilterra, ha già fatto arrestare il direttore dell’Agenzia delle Entrate. E scriveva al “Fatto”

di Vinc. Iur. e A. Mass.

Il cielo sotto Berlino di Marco Travaglio

Domenica, a Sky, Giulio Tremonti trinciava giudizi definitivi su quella poveraccia di Angela Merkel che, diversamente da lui, non ne ha mai azzeccata una perché non ha mai preso esempio dal tremontismo, dal berlusconismo e dal leghismo: infatti è stata appena confermata cancelliera di Germania per la quarta volta consecutiva (dal 2005), cosa mai accaduta […]

“Non volevo ucciderlo, volevo solo renderlo innocuo, non sapevo che stesse morendo lentamente”. Laura Taroni ha rigettato le accuse di omicidio volontario del marito Massimo Guerra, morto il 30 giugno del 2013. L’ex infermiera dell’ospedale di Saronno ha parlato in tribunale a Busto Arsizio, a porte chiuse, in ambito di incidente probatorio.

Un’udienza che si è protratta per circa 8 ore: il pm di Busto Arsizio l’ha interrogata dalle 9.30 di mattina fino a quasi le 17.30 del pomeriggio. La Taroni ha ripercorso, davanti al giudice del tribunale di Busto, la propria vita dal momento dell’incontro con il marito Massimo Guerra, fino all’incontro nel 2005 all’ospedale di Saronno con Leonardo Cazzaniga, il vice primario del pronto soccorso accusato di omicidio volontario di quattro pazienti e, in concorso con la Taroni, dell’omicidio del marito.

Dolores D., 91 anni, comasca, è stata trovata morta con la bocca piena di fazzoletti di carta e di guanti in lattice nel suo letto della casa di riposo Divina Provvidenza a Como. Erano le 18.30 di domenica pomeriggio, l’orario in cui viene distribuita la cena, quando una dipendente, entrando in una delle camere, ha visto la paziente senza vita. La donna, con problemi cognitivi, non aveva figli e solo i nipoti ogni tanto andavano a trovarla. Divideva la camera con un’altra paziente di 94 anni, anche lei con gli stessi problemi, che non ha saputo spiegare cosa sia successo o dare almeno qualche indicazione. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio: al momento sembra escluso il suicidio.

Anthony Weiner è stato condannato a 21 mesi di carcere per ‘sexting’, l’invio di materiale osceno via telefono. È questa la decisione del tribunale distrettuale di New York nei riguardi del politico per aver inviato messaggi con contenuti sessuali espliciti a una minorenne. Weiner, 53 anni, era un astro politico nascente del Partito Democratico americano, caduto in disgrazia a causa degli scandali sessuali che lo hanno travolto prima nel 2011, poi nel 2013 e nel 2016. Proprio le indagini su di lui, ex marito di Huma Abedin, il braccio destro della candidata alla presidenza, Hillary Clinton, sono state alla base della riapertura del caso emailgate dell’ex segretario di Stato.

“I risultati tedeschi, come tante altre vicende e segnali degli ultimi anni in Germania, dimostrano che i partiti tradizionali stanno perdendo terreno. Perdono terreno a vantaggio di partiti più radicali che però non sono partiti di governo, sono partiti di protesta. Ci sono buone possibilità che il centrodestra vinca perché il centrosinistra è dilaniato da una crisi dalla quale non credo si riprenderà. I Cinque Stelle credo siano un pericolo perché è un movimento che tende ancora di più ad aumentare le tasse e aumentare la spesa pubblica per garantire uno stipendio a chiunque, anche a chi non lavora. Di Maio? Penso che non sia una persona all’altezza di governare la quinta potenza mondiale, economica e anche dal punto di vista delle grandi potenzialità sociali e culturali che abbiamo. Legge elettorale? Siamo l’unico paese al mondo che a sei mesi dalle elezioni non ha una legge elettorale”. Così Stefano Parisi a margine del convengo sulla Flat Tax organizzato da Energie per l’Italia.

Archivi