Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

News Italia

“Tra poco ormai saremo al Governo del Paese. E una volta al Governo, modificheremo la Costituzione con uno strumento di grande utilità,di democrazia diretta: il referendum propositivo”. E’ la proposta finale di Carlo Sibilia e Ugo Grassi che racchiude l’Open Day Rousseau del Movimento Cinque Stelle che si è tenuto ad Avellino, al Carcere Borbonico. Una giornata intensa, iniziata con un focus sugli appalti pubblici tenuto da Andrea Cioffi. All’iniziativa mattutina hanno partecipato anche diversi amministratori comunali, non solo del Movimento. Tanti hanno posto dei quesiti a Cioffi. Molte le domande anche ad Enrica Sabatini, coordinatrice Open Day Rousseau. “Guardo a Rousseau – spiega – come ad uno strumento di democrazia diretta partecipata e di intelligenza collettiva in grado di valorizzare le competenze e di raccogliere le migliori energie dei nostri territori, consentendo così a un’intera comunità di crescere e di risolvere i problemi del nostro Paese. Dal Vaffa Day a Rousseau, si sono moltiplicati gli elemenenti di partecipazione nel Movimento Cinque Stelle. La nostra idea di rivoluzione è soprattutto culturale ed all’estero – ultimamente sono stata in Brasile – ci guardano con grande interesse perché la nostra piattaforma non ha eguali al mondo. Siamo in un periodo di difficoltà, ma abbiamo già dimostrato che se cadiamo ci rialziamo. Ogni singolo voto può portare al cambiamento. Il nostro vero nemico è l’astensionisno, è chi ha deciso di mollare”. “Il nostro obiettivo – dice Nicola Morra – è di combattere l’ignoranza con la tecnologia. Promuoviamo conoscenza, il blog nasce per combattere la controinformazione”. “La nostra piattaforma di democrazia diretta partecipata è il modello per coinvolgere i cittadini nella costruzione delle scelte che vengono fatte nelle istituzioni. Siamo gli unici a coinvolgere i cittadini nelle scelte importanti. Questo è l’obiettivo del MoVimento 5 Stelle, che stiamo portando avanti da anni. Lo abbiamo dimostrato con la proposta di legge per abolire Equitalia”, conclude Sibilia.






“Di ciò che posso essere io per me, non solo non potete saper nulla voi, ma nulla neppure io stesso”. La frase di matrice pirandelliana ho provato a metterla in bocca a Roger Federer che in una serata di febbraio dell’anno domini 2018 stupisce ancora tutti e ancor più se stesso. L’incredulità di ciò che gli accade stampata in viso sembra farlo uomo pieno di dubbio e meraviglia che ancora mette alla prova se stesso.

Roma, 17 feb. (AdnKronos) – A rischio ‘fake’ nel carrello della spesa un prodotto alimentare su quattro che non riporta obbligatoriamente l’origine in etichetta, dai salumi alle marmellate, dai ragù ai sottoli, dal succo di frutta al pane fino al latte in polvere per bambini. E’ quanto emerge da una analisi diffusa dalla Coldiretti in occasione dell’avvio della raccolta firme sulla petizione #stopcibofalso per chiedere al Parlamento Europeo che i consumatori abbiano la possibilità di conoscere da dove arriva il cibo che portano in tavola.

Peluche, Frozen  e supereroi   l’ultimo saluto alla piccola Bea Foto -  La sua battaglia

Cinquecento persone si sono ritrovate questa mattina alla parrocchia Santo Volto per l’addio a Beatrice Naso, la bambina di otto anni portata via da un male senza nome che ha trasformato il suo corpo in armatura inamovibile

tovato su: Il Corriere della Sera

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Crozza/Montezemolo nella prima puntata del 2018 di Fratelli di Crozza – in onda tutti i venerdì in prima serata su Nove – racconta dispiaciuto la vendita di NTV: “Andiamo lì e difendiamo il Made in Italy! Questa è la nostra società, e non ci svenderemo per quattro spiccioli americani… Poi siamo entrati e ci hanno bombato di granoooo! Che milionata, che impeto questi americani! Ma che dispiacere per il made in Italy!”Live streaming, episodi completi e clip extra su Dplay.com 

L’articolo Crozza-Montezemolo: “Vendita Ntv? Ci hanno bombato di grano, ma che dispiacere per il made in Italy…” proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Napoli, 17 feb. (Adnkronos) – “Se la flat tax è credere a Babbo Natale, il reddito di cittadinanza è credere alla Befana”. Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi, parlando all’Unione industriali di Napoli nel corso di un incontro con gli imprenditori. “Il reddito di cittadinanza – ha aggiunto Renzi – è un messaggio diseducativo di una certa cultura assistenzialista che dice: tu non lavorare, io ti do i soldi per stare a casa con due figli. Mi contestano il Jobs Act, ma quelli erano incentivi per chi assumeva. Il reddito di cittadinanza è un incentivo per chi si vuole licenziare”.

L’articolo Renzi: “Flat tax? Come credere a Babbo Natale” proviene da Ildenaro.it.

I due amici soccorritori travolti:   l’ultimo scatto poco prima dalla slavina Foto

Giovanni Giarletta, 37 anni, era rientrato lunedì dalla scalata del Cerro Torre in Patagonia, dove aveva ripercorso la via aperta dal gruppo dei «Ragni», i mitici maglioni rossi, nel 1974. Ezio Artusi, 42 anni, era istruttore del servizio di emergenza del 118

tovato su: Il Corriere della Sera

Clicca qui per leggere l’articolo completo

“Smettiamola di utilizzare i giorni tra il 16 febbraio e il 4 marzo come se fossimo già a metà marzo e a discutere di quello che si dovrà fare allora, come se il voto dei cittadini fosse una pratica burocratica, perché non è così”. Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni ad una iniziativa elettorale del Pd romano insieme a Francesco Rutelli e Carlo Calenda. Gentiloni ha detto che occorre “una seconda stagione di riforme per proseguire quanto fatto dai nostri tre governi e questo può avvenire solo se il Pd sarà il pilastro del nuovo governo”. Di qui l’invito a impegnarsi nelle ultime due settimane di campagna elettorale.

Islamabad, 17 feb. (AdnKronos/Aki) – E’ stato condannato a morte Imran Ali, l’uomo accusato di aver rapito, stuprato e ucciso una bambina di sei anni, Zainab Amin, in Pakistan. Lo riporta il sito di Dawn, precisando che il tribunale di Lahore ha emesso quattro diverse sentenze per i quattro reati di cui è stato riconosciuto colpevole, ovvero sequestro di persona, stupro e assassinio, oltre che per terrorismo ai sensi dell’articolo 7 della legge antiterrorismo. L’uomo ha confessato, ma ha comunque 15 giorni di tempo per contestare la sentenza e presentare ricorso.

L’articolo Stuprò e uccise bimba di sei anni, condannato a morte proviene da Ildenaro.it.

tovato su: Il Denaro

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 7.5 è stata registrata alle 17,39 di venerdì 16 febbraio ora locale (00,39 in Italia) nel sudovest del Messico. Secondo i rilevamenti dell’agenzia sismologica statunitense Usgs, il terremoto ha avuto ipocentro a 25 km di profondità ed epicentro circa 30 km da San Agustín Chayuco nello Stato di Oaxaca, ma è stata avvertita in tutto il centro e il sud del Paese. Al momento non si sono registrate vittime, né gravi crolli, ma due città vicino all’epicentro hanno riportato danni e le autorità statali hanno aperto i rifugi di emergenza. Il sisma è arrivato a meno di sei mesi da due terremoti devastanti che hanno ucciso centinaia di persone e ha scatenato il panico.

Archivi