Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Il Denaro

Londra, 12 gen. – (AdnKronos) – Il matematico britannico Sir Michael Francis Atiyah, gigante dell’algebra e della geometria del XX secolo, celeberrimo per aver enunciato e dimostrato il teorema dell’indice, che seguendo le orme di Isaac Newton ha rinnovato gli studi unendo matematica e fisica, è morto all’età di 89 anni. L’annuncio della scomparsa, avvenuta ieri, è stato dato dalla Royal Society di Londra, di cui è stato presidente dal 1990 al 1995.

Roma, 15 gen. (AdnKronos) – A novembre il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 10,2 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.345,3 miliardi.

L’incremento ha finanziato il fabbisogno del mese (5,8 miliardi) e l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (3,3 miliardi, a 51,9); l’effetto complessivo degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio ha inoltre incrementato il debito di 1,2 miliardi. Lo indica la Banca d’Italia nel bollettino ‘Finanza pubblica: fabbisogno e debito’.Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, la variazione del debito ha sostanzialmente riguardato le Amministrazioni centrali. Il debito delle Amministrazioni locali e quello degli Enti di previdenza sono rimasti pressoché invariati.

L’azzurro, il celeste, il turchese, il blu…sono tutti colori che evocano il mare ed il cielo d’estate e, noi non potevamo non tributarli un posto d’onore nella hit-list delle nuances più in voga per questa stagione.

Completo Paco Rabanne PE2012.

Abito da gran sera Giorgio Armani PE2012.

Abito da sera Alberta Ferretti PE2012.

Così, dagli abiti ai cosmetici fino agli accessori, a guardare le collezioni Primavera-Estate 2012 sembra proprio che gli stilisti si siano sbizzarriti nell’ideare capi in queste tonalità che, diciamo la verità: infondono serenità e ricordano magici scenari estivi in riva al mare.

Mini-dress Gabriele Colangelo PE2012.

Partiamo dagli abiti.

Sarà immediatamente attivato, in via sperimentale, il sistema di rilevazione delle presenze con tecnologia biometrica (impronte digitali) al Comune di Boscoreale in provincia di Napoli. Lo hanno espressamente chiesto i dirigenti dei settori nel corso del programmato briefing di stamane tenuto con il Commissario prefettizio, Michele Capomacchia. L’esempio dei dirigenti è stato apprezzato da numerosi altri dipendenti del Comune che hanno chiesto di poter partecipare alla fase di start-up del progetto.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Il Consiglio comunale approva all’unanimità la delibera proposta dall’assessore ai Beni comuni Alberto lucarelli che estende ai sedicenni il voto nei referendum consultivi comunali. La novità è contenuta nella proposta di Modifiche dello Statuto. Accolto all’unanimità un ordine del giorno per rendere possibile che le scuole napoletane, con il supporto del Comune, attivino percorsi formativi sulle materie sottoposte a referendum.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Il parcheggio di interscambio della stazione metropolitana della Circumflegrea di Pianura sarà inaugurato domani 1° agosto, alle ore 11, presso via Pablo Piacasso. Intervengono il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l’assessore alle Mobilità Anna Donati. Il parcheggio multipiano è dotato di 222 posti-auto ed è situato nelle immediate vicinanze della stazione della Ferrovia Circumflegrea di Pianura e si configura – è spiegato in una nota – come un vero e proprio scambiatore di traffico.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Banca del tempo, è iniziato l’esame in Aula della delibera consiliare proposta da Elena Coccia. Nel deliberato, che siamo in grado di anticipare in esclusiva, sono precisati i presupposti funzionali dell’innovativo strumento. L’obiettivo è agevolare lo scambio di tempo tra i soci. Per aderire alla banca del tempo bisogna essere soci di una struttura ad hoc che rappresenterà l’ossatura della banca. L’unità di misura sarà l’ora. Ogni richiesta di servizio sarà definita in ogni aspetto dal competente ufficio di Palazzo San Giacomo al fine di evitare inutili controversie tra le parti. La contabilizzazione del dare e avere di ogni socio è gestita dallo stesso ufficio. Il rapporto tra i soci è paritario e si basa sui princìpi di scambio e di reciprocità. I saperi comunicati e gli scambi di prestazioni avvengono dunque sotto forma di aiuto reciproco. Sono pertanto escluse le prestazioni sotto forma di certificazione che hanno valore legale. Sarà inoltre predisposto, al fine di rendere funzionale la banca, un apposito libretto di assegni personale ovvero attribuito a ogni famiglia socia. L’assegno deve essere compilato per ogni richiesta per comunicare alla banca e al socio ricevente la prestazione e la tipologia di servizio. Gli assegni saranno pertanto stampati con due matrici: una di queste potrà essere consegnata alla banca per la contabilizzazione. Periodicamente sarà inoltre emesso un estratto conto. Non sono previsti interessi di alcun tipo ed entro un anno ciascun correntista dovrà chiudere i conti in pareggio. La gestione della banca sarà affidata a un coordinatore e i contatti per lo scambio di prestazioni avverranno tramite la banca del tempo.

Tempi e modalità di trasferimento materiale delle risorse programmate per il Sud “e di cui, ad un anno dalla prima Delibera Cipe e a 6 mesi dalla registrazione della Corte dei Conti, neanche un euro è arrivato alle Regioni”. La richiesta arriva da Raffaele Fitto, insieme con altri 70 parlamentari Pdl, in una interrogazione parlamentare al ministro per la Coesione Territoriale, Fabrizio Barca. “Apprendiamo che nella prossima riunione del Cipe – sottolinea Fitto – potrebbero essere approvate le delibere di assegnazione alle Regioni del Sud di circa 4 miliardi di euro programmati dal precedente Governo, e che in questi giorni sta per essere finalmente sottoscritto il primo Contratto Istituzionale di Sviluppo necessario a far partire cantieri di opere programmate sempre da noi, ma questo non basta a rassicurarci posto che ad oggi su un totale di 16 miliardi di euro da noi programmati non è stato ancora materialmente trasferito neanche un euro”. L’urgenza di avere risposte a questa interrogazione, ricordano i parlamentari meridionali, deriva anche da alcuni provvedimenti recentemente assunti (come quello sul possibile utilizzo del Fas da parte delle Regioni per coprire eventuali debiti delle Ferrovie concesse o del taglio delle risorse in caso di inadempimento delle stesse Regioni sull’efficientamento della spesa disposta dal decreto spending review) e che “alimentano dubbi sulla certezza delle risorse”.

Arrivano anche nel settore agricolo i contratti di apprendistato, che potranno essere stipulati per una durata massima di 36 mesi. Dopo l’entrata in vigore del testo unico del Governo in materia e la conclusione del regime transitorio, le organizzazioni agricole con i sindacati di settore hanno sottoscritto ieri l’accordo nazionale che regolamenta questa tipologia di contratti nel settore per operai e impiegati. ”Con questi contratti si contribuisce alla stabilizzazione dei rapporti di lavoro e, attraverso la formazione, si consente la crescita professionale dei lavoratori sui quali l’impresa intende investire” commenta la Coldiretti.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Non c’è accordo sulla variazione di Bilancio e sugli interventi urgenti di finanza regionale firmati dall’assessore Gaetano Giancane: slitta a domani il Consiglio regionale convocato per oggi, con lo stesso ordine del giorno. Sul testo si era già verificato un primo braccio di ferro ieri in Commissione Bilancio: sotto accusa i numerosi emendamenti al provvedimento presentati dai consiglieri. Correttivi che nulla hanno a che vedere con la necessità di una variazione per far quadrare i conti: nuove assunzioni all’Arpac, esclusione dei consiglieri dalle incompatibilità sancite dal decreto legislativo 267 del 2000, con le cariche di presidente e assessore provinciale, sindaco e assessore comunale, nuovi distacchi dalla Giunta al parlamnetino campano, nomina di sub commissari negli Iacp su indicazione dei sindacati maggiormente rappresentativi.

Archivi