Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Il Fatto Quotidiano

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Il costo del Quirinale per le casse dello Stato nel 2011 è stato pari a 228 milioni di euro ed è sostanzialmente tornato al livello del 2008, nonostante un tasso di inflazione complessivo degli ultimi tre anni pari all’8,4 per cento. E il bilancio del 2012 è impostato su una richiesta al Tesoro della stessa dotazione.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

La morte di Whitney Houston “può anche essere letta come un ammonimento a scegliere vie meno storte”. A scriverlo è Pontifex, il “blog cattolico non secolarizzato” che in passato si era già espresso sul giovane operaio che aveva perso la vita mentre montava il palco di Jovanotti, giudicando il tragico evento “un segno della giustizia divina contro il libertinaggio sessuale”. Oggi il sito pubblica due post dedicati alla cantante, colpevole di avere da poco abbracciato la religione musulmana. Infatti scrive che la sua scomparsa “potrebbe essere letta come un bene, affinché chi frettolosamente e con inutile trionfalismo, voglia convertirsi all’Islam ci pensi sopra”. Non solo: “E’ anche un avvertimento a rendere le nostre vite più limpide e pulite. Prendiamo l’Aids: in tanti casi il contagio avviene senza colpa, ma in altri a seguito di abitudini sessuali perverse ed aberranti come la sodomia o la sessualità etero sregolata e senza decenza”.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Nell'immagine del fotografo Danilo De Marco, il poeta Pierluigi Cappello

Di sola poesia non si vive. E se si è costretti su una sedia a rotelle, non basta l’aiuto dei vicini di casa, né i 700 euro di pensione di invalidità. Nemmeno è sufficiente essere uno dei più grandi poeti italiani in vita. Pierluigi Cappello, friulano nato a Gemona nel 1967, qualche mese fa ha dovuto lasciare il prefabbricato dove viveva a Tricesimo, vicino a Udine. Uno di quelli donati dall’Austria dopo il terremoto del 1976. Ha bisogno di assistenza 24 ore al giorno. Per garantirgli una vita dignitosa è stato lanciato un appello al presidente del Consiglio Mario Monti perché il governo gli conceda i benefici della legge Bacchelli, che prevede un vitalizio agli artisti di chiara fama che versino in condizioni disagiate.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

La scorsa settimana il Times di Londra ha lanciato una campagna a sostegno delle sicurezza dei ciclisti che sta riscuotendo un notevole successo (oltre 20 mila adesioni in soli cinque giorni).

In Gran Bretagna hanno deciso di correre ai ripari e di chiedere un impegno alla politica per far fronte agli oltre 1.275 ciclisti uccisi sulle strade britanniche negli ultimi 10 anni. In 10 anni in Italia sono state 2.556 le vittime su due ruote, più del doppio di quelle del Regno Unito.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Il gruppo hacker scatenato sul Web, ma l’attacco al sito della Cia non sarebbe opera loro. Colpiti invece siti governativi in Messico. Su Twitter rimbalzano notizie e immagini sulla giornata di protesta contro l’accordo europeo sulla lotta alla pirateria

Imprevedibili, sarcastici e sempre un passo avanti rispetto ai loro avversari. Questa volta, però, gli Anonymous si prendono gioco dei media che hanno frettolosamente attribuito al gruppo un attacco al sito della Cia. “Vorremmo ricordare ai media che se riportiamo un’azione di hacking o una attacco DDOS, non significa necessariamente che l’abbiamo fatto noi”. Questo il messaggio inviato tramite uno degli account Twitter che fa riferimento ad Anonymous. L’intermittenza in linea del sito della Cia (caduto più volte tra venerdì e sabato) potrebbe essere dovuta, tra le altre cose, al volume di traffico generato dai curiosi che hanno voluto verificare le condizioni del sito dell’intelligence americana, incapace di reggere un simile volume di traffico.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Per cercare una via d’uscita alla crisi siriana, gli occhi della diplomazia internazionale sono rivolti al Cairo, dov’è in corso la riunione della Lega Araba. Dall’incontro, convocato in fretta dal segretario generale Nabil al-Arabi, dovrebbe uscire l’indicazione di una nuova missione internazionale di “osservatori” da mandare in Siria. Stavolta, però, non solo osservatori arabi, ma anche delle Nazioni unite.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

La Grecia è in ginocchio: dopo tre anni di terapia intensiva per curare l’eccesso di debito pubblico, il reddito nazionale è crollato del 12 per cento, la disoccupazione ha superato il 20, la protesta dilaga e il governo di coalizione è in pezzi. Eppure, l’Europa non è soddisfatta e chiede ulteriore rigore.

I tempi stringono: i 130 miliardi della rata di prestito concesso dal Fondo monetario e dalle istituzioni europee sono indispensabili per le necessità correnti e soprattutto per pagare gli interessi in scadenza la settimana prossima (15 miliardi). Il Parlamento greco dovrebbe votare questa sera le nuove misure imposte dai creditori. E’ probabile che alla fine Papademos ottenga i voti necessari, ma non per questo la situazione sarà risolta.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Microsatira

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 8.48 in una zona della Romagna compresa tra Forlì, Gambettola, Cesenatico e Gatteo, con epicentro più prossimo a Borghi di Cesena. Lo ha reso noto la Protezione civile regionale, precisando che secondo i primi riscontri non sono segnalati danni a persone o cose.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Mario Monti, fresco uomo di copertina del Time, è a prima vista il pacioso vecchietto della porta accanto. Eppure è da questo pacioso vecchietto, fresco di tourpromozionale americano, che dipendono i destini dell’Eurozona tutta.  Da lui e da un rilassamento della sempre tesissima politica dell’inflessibilità tedesca, opinano anche al Sole24Ore sulla scia di questo misurato articolo di Zeit.

Una simile politica di “rigore, rigore e ancora rigore con l’accetta” potrebbe “prima o poi provocare una violenta reazione di rigetto.” Non c’è dubbio. “I morti non pagano i debiti,” ha ricordato tempo addietro la presidentessa di una nazione dieci anni fa in ginocchio, l’Argentina. “Per onorarli è necessario prima crescere.”

Archivi