Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

(Adnkronos) – Per le aziende “che non sono gia’ nel circuito internazionale”, spiega Barbara Pigoli, presidente di Assomec, “non e’ facile internazionalizzarsi”. Le difficolta’ possono essere di vario tipo, sottolinea Vandone, “da quella linguistica a quella amministrativa”. Ma anche “l’eccessivo turnover”, che nel caso di Parcol in Cina e’ arrivato al 200% in due anni. Una possibile soluzione, “su cui – ricorda la Pigoli – sta puntando per esempio Regione Lombardia”, e’ quella costituita dalle “reti d’impresa”, che consentono alle “piccole e micro imprese di unirsi in vista di progetti comuni”.

Per quanto riguarda l’assistenza da parte del governo, che “sta gia’ – dice la Pigoli – facendo molto”, Lorenzo Moretti, esperto di finanziamenti per l’internazionalizzazione, spiega all’Adnkronos che l’aiuto statale all’internazionalizzazione e’ “sempre piu’ nell’ottica di agevolazioni finanziarie, sempre meno consiste di sovvenzioni”.


pubblicato da Libero Quotidiano

Imprese: Vandone (Parcol), non andare in Cina e' tentare il suicidio (2)

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi