Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Alla fine Fabrizio Saccomanni dovrà rinunciare al suo sogno più grande: far pagare la seconda rata dell‘Imu. Il Consiglio dei Ministri riunito oggi pomeriggio ha trovato le coperture per evitare agli italiani di sborsare la seconda rata dell’imposta sulla prima casa. Il governo ha approvato il decreto legge sulla cancellazione della seconda rata dell’Imu, sulla rivalutazione delle quote di Bankitalia e sulla dismissione degli immobili pubblici. “Il Governo ha mantenuto l’impegno di cancellare la seconda rata dell’Imu per la prima casa e per i terreni agricoli e immobili strumentali”, ha detto il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. Saccomanni ha precisato che i “dettagli del decreto sono in fase finalizzazione”, ma ha anche anticipato che “l’importo della rata pari a 2,15 miliardi compresi gli immobili strumentali agricoli sarà coperta con misure a carico del sistema bancario. Un terzo coperto con anticipi sulle posizioni del risparmio amministrato e per due terzi con aumento di anticipi su Ires e Irap, a fronte di un aumento dell’aliquota Ires e Irap per il 2014, imposta che per un anno soltanto graverà sulle banche”. Saccomanni ha aggiunto che la seconda rata dell’Imu viene “coperta con una imposizione accresciuta sulle banche una tantum con un anticipo cospicuo vicino al 130% che però è accettabile anche dal punto di vista” della normativa Ue.


pubblicato da Libero Quotidiano

Imu, stop a seconda rata per prima casa, fabbricati rurali e terreni agricoli coltivati

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi