Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Firenze, 20 mar. – (Adnkronos) – Saranno i giovani presenti i primi a leggere ancora una volta, ad alta voce, i nomi delle 900 vittime di mafie, gia’ ricordate dal palco dello stadio comunale Franchi sabato scorso a Firenze in occasione del corteo antimafia di Libera. L’appuntamento e’ domani alle 18,30 in piazza della Repubblica in occasione del 18/a Giornata della memoria in ricordo delle vittime di mafia organizzata da Libera.

“E’ necessario – ha detto la presidente della Commissione Pace del Consiglio comunale, Susanna Agostini (Pd)- ribadire con forza il sostegno i tutte le forme possibili anche come isituzioni, proseguendo il nostro impegno. Supportati come siamo anche dal bel risultato della presenza di popolo, dimostrata per le vie di Firenze citta’ protagonista della XVIII edizione, non abbassiamo la guardia. Sappiamo come l’illegalita’ sa insinuarsi nelle maglie della burocrazia e della crisi, la nostra attenzione sara’ rivolta alla stigmatizzazione di ogni forma di sopruso ed illegalita”‘.

“Passo dopo passo, proseguiamo il cammino avviato ribadendo l’importanza di mantenere un fronte unito, seppure variegato, composto da persone, istituzioni e associazioni tutti portatori di valori di democrazia e civilta’. Dal 1996 ogni 21 marzo si celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. Il 21 marzo, primo giorno di primavera, e’ il simbolo della speranza che si rinnova ed e’ anche occasione di incontro con i familiari delle vittime che in Libera hanno trovato la forza di risorgere dal loro dramma, elaborando il lutto per una ricerca di giustizia vera e profonda, trasformando il dolore in uno strumento concreto, non violento, di impegno e di azione di pace”, ha concluso Agostini.


pubblicato da Libero Quotidiano

Mafia: Firenze, domani lettura in piazza di 900 nomi di vittime

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi