Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Roma, 1 lug. – (Adnkronos) – Dove sono state realizzate le prime “zone 30”? Chi ha introdotto il tema della moderazione del traffico in Italia e perché un centro urbano a 30 all’ora è più a misura d’uomo e di bicicletta? Le risposte su Bikeitalia.it, il nuovo sito di riferimento per tutti gli amanti della bicicletta che inizia la sua avventura online con un approfondimento dedicato alle zone 30 in Europa. Tema caldo, visto che mentre nel resto d’Europa, dalla Germania alla Francia dalla Gran Bretagna ai Paesi Bassi, interventi di “traffic calming” sono diffusi tra molte amministrazioni, l’Italia è in ritardo e l’incidentalità stradale porta via al Paese il 2% del Pil.

E mentre Parigi annuncia che a settembre questo limite di velocità riguarderà una strada su tre, anche in Italia qualcosa inizia a muoversi: con un’ordinanza dedicata, il sindaco di Caserta, Pio del Gaudio, ha annunciato l’immediata istituzione del limite di 30 km/h in tutte le strade urbane del capoluogo campano. La città campana andrà così ad aggiungersi alle amministrazioni che già hanno adottato il provvedimento: Saronno, Reggio Emilia, Catanzaro e Ferrara. Tutto monitorato su www.bikeitalia.it.

Il sito nasce dalla fusione dei tre blog Bicisnob, Piciclisti e Amicoinviaggio, e punta a diventare luogo di incontro e confronto su tutti i temi riguardanti la bicicletta: dalla mobilità al cicloturismo, dal ciclismo urbano alle gran fondo, dalle alleycat al freeride, dai messenger alle ciclofficine.

Ogni giorno informazioni e approfondimenti dal mondo delle due ruote a pedali, inchieste su temi d’attualità e filo diretto con festival, convegni, fiere ed eventi. Bikeitalia.it vuole essere un osservatorio per guardare la bicicletta sotto diversi punti di vista grazie alla squadra composta da blogger, giornalisti e tecnici, tra cui Paolo Pinzuti, Alberto Fiorillo, Matteo Scarabelli, Francesca Fornario, Marco Passigato.

Senza dimenticare i viaggiatori. Al viaggio a pedali Bikeitalia.it dedica un’attenzione particolare con una serie di itinerari consigliati (completi di mappa, altimetria, traccia gps, riferimenti ufficiali, segnaletica) e mini guide pensate per le diverse tipologie di viaggiatori, dalla famiglia con bambini alle spedizioni solitarie. In più una community dedicata al racconto e alla condivisione delle esperienze di viaggio, allo scambio di consigli e itinerari e alla ricerca di compagni d’avventura.


pubblicato da Libero Quotidiano

Nasce Bikeitalia.it, il nuovo sito di riferimento del mondo della bicicletta

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi