Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Il Frecciarossa cambia itinerario per portare i giocatori della Roma a Parma. Il treno ad alta velocità abbandona la linea dell’alta velocità per scaricare i giallorossi nella cittadina emiliana, dove sono impegnati per il turno infrasettimanale di campionato. Per tutti gli altri passeggeri sul treno, quelli che dovevano arrivare a Milano, i minuti di ritardo sono quaranta. E se si infuriano perchè non erano neanche stati avvisati della deviazione, Trenitalia risponde: “Abbiamo un accordo con la as Roma per le trasferte”. Perché mica ci sono solo i poltici a godere di privilegi, in Italia. Ci sono anche i calciatori, quelli della casta in braghette.

Treno speciale a sorpresa – Trenitalia sostiene che la fermata di Parma fosse annunciata, che ai passeggeri sarà rimborsato il 25 per cento del biglietto e che i minuti di ritardo sono solo 19. Chi viaggiava sul Frecciarossa 9544 del 30 ottobre sostiene il contrario: che il ritardo complessivo è di almeno 40 minuti e che non c’è stata comunicazione tra l’azienda ferroviaria e i suoi clienti. E mentre Codacons e altre associazioni di consumatori si preparano per le vie legali, Trenitalia assicura: “Abbiamo accordi anche con Lazio e Juventus, ma la prossima volta annunceremo le deviazioni in maniera più chiara sul sito e nelle stazioni”.


pubblicato da Libero Quotidiano

Roma calcio, polemica sul treno della trasferta: Frecciarossa ferma a Parma, i passeggeri non lo sapevano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi