Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

“Ecco spiegata la ragione di tante cose. Per esempio dell’improvvisa apertura di Pier Ferdinando Casini nei confronti del Pd. Dopo aver snobbato le avances dei Democratici per anni, ora eccolo disposto ad allearsi cono loro anche prima del voto. Ed è ecco spiegata la freddezza con cui Pier Luigi Bersani, dopo averlo corteggiato per anni, ha risposto alla svolta del leader dell’Udc. O dell’ostinazione con cui il segretario del Pd ha difeso il patto con Nichi Vendola. Al di là di ogni percentuale di Sel, oltre ogni verdetto giudiziario, indifferentemente dagli attacchi quotidiani del governatore della Puglia a Monti. La ragione è in questo sondaggio di Ipsos del 31 ottobre. Si tratta di una proiezione dei seggi alla Camera dei Deputati, nell’ipotesi in cui si votasse con il Porcellum. Morale: Pd e Sel da soli otterrebbero una netta maggioranza: 340 seggi. Anche senza bisogno dell’Udc, che con Fli arriverebbe a 47 seggi. Notevole il risultato del M5S che porterebbe a Montecitorio 82 deputati. Poco meno di Pdl e Destra che insieme arriverebbero a 92 seggi, mentre la Lega dovrebbe accontentarsi di 24 seggi e l’Idv di 29”, spiega Elisa Calessi su Libero di venerdì 2 novembre. Uno scenario da brivido, per moderati e centrodestra: Pd e Sel, Bersani e Vendola, possono vincere da soli. Se restasse il Porcellum, ai democratici potrebbe bastare l’alleanza con Nichi per prendere il premio di maggioranza. E così, Casini, che conosce i sondaggi, ha cambiato strategia cercando di riallacciare i rapporti col segretario democratico prima del voto.

Leggi l’approfondimento su Libero di venerdì 2 novembre  


pubblicato da Libero Quotidiano

Un incubo per l'Italia: Bersani e Vendola? Vincono da soli

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi