Notizie italiane in tempo reale!

Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Il Viandante Errante invia i suoi auguri:
‎”131. Cristianesimo e suicidio. Del desiderio di suicidarsi enorme al tempo del suo sorgere, il cristianesimo ha fatto una leva della sua potenza: lasciò sopravvivere soltanto due forme di suicidio, le travestì di altissima dignità e di supreme speranze, e proibì tutte le altre in una terrificante maniera. Furono però permessi il martirio e il lento suicidio dell’asceta”. (Nietzsche, La Gaia Scienza).
A proposito della Pasqua del cristianesimo, amici, del cristianesimo, dico, non del Vangelo. La Resurrezione per Gesù è della carne e sulla terra ma, come dice Nietzsche, al tempo del suo sorgere, il desiderio di suicidarsi era enorme. Perchè? Non aumentano, oggi, i suicidi? Perchè? Perchè nel mondo del Mediterraneo, al decadere e cadere dell’Impero romano, enorme fu il desiderio di suicidio? Non pensate ad altri mondi quando si parla di religioni, pensate sempre alla Terra, se si prospera non si ha voglia di suicidio, il Mediterraneo fu sempre più tagliato dalla possibilità di prosperare, da allora, sempre più, fu suicidio e malavita. Suicidio che il cattolicesimo sublimò nell’Oltremondo non essendo più possibile una Resurrezione della carne, sulla Terra, grazie al cattolicesimo e a questa sublimazione, l’uomo mediterraneo organizzò un resistenza disperata che gli permise di vivere, senza di essa l’uomo mediterraneo non esisterebbe e queste terre sarebbero disabitate. Si rifletta su ciò quando si parla a vanvera sull’Islam, sul Cristianesimo e, in genere, sulle religioni orientali e mediterranee.
Questa è la traccia su cui si è mosso il mio libro, “La rotazione di Norfolh e la questione meridionale”, ed. Guida, sul Meridione, l’Italia e l’Occidente. Solo una grande Pietas permette un’interpretazione di questo mondo adeguata e presaga della rinascita. La Modernità è barbara e volgare, maramaldeggia, le manca il rispetto, padre di ogni Etica, pagherà, però, caro, questo maramaldeggiare, le sorti del mondo volgono le loro vele verso il Meridione e il vento australe le gonfia e le spinge!
Buona Pasqua di Resurrezione a tutti, ma di più ai dannati della terra, oggi è il loro tempo! Nè martirio, però, e nemmeno ascetismo, risorgano le religioni nel loro amore per la Terra e la carne, come forme di avvocatura della Vita, spazziamo via queste Religioni della resistenza, del disprezzo della terra e della sua vita, una volta utili e benefattrici, oggi terroristiche come i d(r)ones dell’Occidente moderno e “buono”. Noi, mediterranei, non saremo mai moderni, noi amiamo i luoghi e le differenze, mai omologheremo o ci faremo omologare.

tovato su: Il Denaro

A CURA DI EUGENIA ROMANELLI

ROMANELLI@BAZARWEB.INFO

Suoni – I nostri cd indipendenti

Di Vera Risi

risi@bazarweb.info

E se c’è qualcuno che sa crescere con intelligenza è Piotta. Un artista eclettico che si diverte a sconfinare tra rock, reggae e rap con disinvolta leggerezza, come fa con questo nuovo lavoro realizzato in collaborazione con Pierpaolo Capovilla de Il Teatro degli Orrori, Francesco di Giacomo del Banco del Mutuo Soccorso, Bunna (Africa Unite), Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion) e Rancore & Dj Myke. L’artista mira in alto se si permette di fare sua una frase storica appartenuta ad un grande della storia italiana, Antonio Gramsci, che punta il dito sull’indifferenza. Attuale più che mai. Come attuali sono tutti i brani, da INPS che riflette sulle nuove forme di schiavitù contemporanea, a Io Non Rido, spaccato di una politica falsa e vile che mette alla gogna la capitale dopo averla usata e sfruttata. Il lavoro si snoda tra sonorità rap hardcore e rock e momenti più intimisti e caldi, come Piazzale Lagosta, 1, in cui una certa malinconia sembra lievitare lentamente. Un buon progetto.

Inserire una norma nel disegno di legge anticorruzione o realizzare un provvedimento ad hoc. In ogni caso il governo è pronto a intervenire sui finanziamenti ai partiti. A dirlo è il ministro della Giustizia Paola Severino che ha spiegato che la struttura della Guardasigilli è a disposizione per fornire il proprio contributo tecnico “non appena il Parlamento e i presidenti di Camera e Senato lo richiederanno”. Il ministro aggiunge di intravedere due possibilità, sotto il profilo degli strumenti legislativi: inserire una norma nel ddl anticorruzione o predisporre un provvedimento a sé.

Si vede che le elezioni amministrative sono alle porte. E si vede anche che i sondaggi stanno penalizzando in modo feroce tutti i partiti, non solo quelli colpiti dagli scandali. E siccome tira una gran brutta aria ieri, sulle ceneri ancora calde della Lega, Pierluigi Bersani ha imbracciato la manichetta del pompiere per spegnere sul nascere ogni nuovo incendio polemico sulla legge sui rimborsi elettorali ai partiti.

Domani sera, alle ore 21, in piazza del Plebiscito, cerimonia inaugurale ideata da Marco Balich, presidente di Filmmaster Events. Quaranta minuti di spettacolo e la sfilata degli equipaggi e dell’intero team di ognuna delle sette nazioni partecipanti alle gare, che sarà preceduta da un videomessaggio del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Sul palco sarà il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a dare il saluto ufficiale della città ad agonisti e non. Questa in sintesi la cerimonia, realizzata dalla Filmmaster Events, guidata dal presidente Marco Balich, che tra l’altro si è aggiudicata la produzione delle cerimonie dei Campionati Europei di Calcio UEFA 2012 e le cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi Olimpici di Rio 2016: il mare di Napoli sarà il protagonista assoluto dello spettacolo velico dell’edizione 2012 dell’America’s Cup World Series. Video proiezioni in 3D, coreografie artistiche e animali acquatici “volanti” inonderanno piazza del Plebiscito trasformandola in un acquario gigantesco virtuale e coinvolgendo gli spettatori presenti.  In ode al mare e alla cultura della vela, il brano poetico “O Mare” del drammaturgo napoletano Eduardo De Filippo sarà interpretato dall’artista Peppe Servillo. Anche i momenti protocollari della cerimonia si trasformeranno in puro spettacolo, offrendo al pubblico quel ritmo e quell’emozione propria delle massime cerimonie sportive internazionali olimpiche. A portare la bandiera italiana sul palco, una sportiva per eccellenza, la campionessa di windsurf Alessandra Sensini vincitrice di 4 medaglie olimpiche. Il tricolore sarà issato sulle note dell’inno nazionale eseguito dalla Banda della Marina. Saranno poi le giovanissime promesse della vela italiana a portare in sfilata la bandiera delle AC WS, precedendo l’ingresso dei team ufficiali. Con l’arrivo sul palco del The Old Mug, il trofeo sportivo più antico del mondo e per cui si compete in mare dal 1851, si avvicina sempre di più la grande emozione dell’America’s Cup. Una coppa ambitissima dai più grandi velisti al mondo. A conclusione della cerimonia, la sfilata in piazza del Plebiscito dei grandi campioni che si sfideranno nelle acque di Napoli: l’australiano James Spithill di Oracle il più giovane vincitore nella storia della coppa America e attuale defender, l’americano Darren Bundock di Oracle, il francese Loick Peyron di Energy, e ancora il team di Luna Rossa Challenge 2013, Emirates Team New Zealand, Artemis racing, China team, Team Korea. Sulle note di Caruso di Lucio Dalla, un omaggio al cantautore italiano scomparso di recente e al mare di Napoli, si ufficializza con uno spettacolo di fuochi d’artificio la partenza dell’America’s Cup World Series. A seguire al Public Event Village, dalle 22 alle ore 23 alla Cassa Armonica si svolgerà il concerto di Enrico Rava e poi, come ogni sera, si potrà ballare sulle note dei Dj e Vocalist di radio Ibiza.

Ha aspettato sei ore nella sala d’attesa del pronto soccorso Fatebenefratelli di Napoli. Nonostante i dolori lancinanti nessuno l’ha assistita. Anzi le hanno detto che il radiologo era impegnato in riunione. Così, una donna di 41 anni, Claudia D’Aniello, è morta per arresto cardiaco in un’altra struttura ospedaliera del capoluogo campano dove è arrivata in condizioni ormai disperate. L’episodio risale allo scorso 3 aprile ma solo oggi i familiari hanno sporto denuncia al commissariato Vasto-Arenaccia per i “forti dubbi sull’operato dei sanitari” e per appurare “tutti i reati che la competente autorità giudiziaria possa ravvisare a carico dei diversi medici intervenuti nella triste vicenda”.

Il radiologo era in riunione
– Guglielmo D’Aniello, fratello di Claudia racconta: “Mia sorella urlava dal dolore e non capivamo perchè non si potesse fare una semplice indagine radiologica che avrebbe scoperto cosa stava accadendo e forse l’avrebbe salvata”. I familiari chiedono giustizia: “Vogliamo sapere cosa è successo perché mia sorella non è stata portata in radiologia. Mi dicevano “ora la portiamo” ma restava lì a urlare. Le hanno dato ogni tipo di antidolorifico fino alla morfina. Alle 11, dopo sei ore, quando mi hanno detto che il radiologo era in riunione, ho deciso di portarla via. Ma era troppo tardi”.

Un Milan sconcertante perde 2-1 in casa contro la Fiorentina nel 31° turno di serie A e apre la strada del sorpasso alla Juventus, impegnata alle 18.30 a Palermo. I rossoneri passano in vantaggio nel primo tempo grazie a un rigore generoso trasformato da Ibrahimovic (lieve trattenuta in area di Nastasic su Maxi Lopez). La squadra di Allegri è abulica e senza qualità: la ripresa inizia col botto, gol di Jovetic dopo 2′ in fuga solitaria verso Abbiati. L’unico bagliore del Milan lo regala Antonio Cassano, che torna in campo a 10′ dalla fine a 5 mesi dall’ischemia cerebrale che ne ha messo a rischio la carriera. Ma i viola di Delio Rossi sono meglio disposti in campo, più cattivi, più in palla. E al 43′ Mexes fa il pasticcio, peggiore di quello di Barcellona in Champions League: salta al limite dell’area ma di testa riesce solo a spizzare all’indietro, lanciando Amauri (nella foto, entrato al posto di Ljaijc), triangolo con Jovetic e tocco facile facile in rete. Ora per Antonio Conte e la Juve, a -2, c’è la concreta possibilità di tornare primi in classifica e in solitaria.

Serie A, 31° turno

Udinese-Parma 3-1 (2 Asamoah, Di Natale; Lucarelli)
Chievo-Catania 3-2 (Bradley, Pellissier, Paloschi; aut. Andreolli, Almiron)
Lecce-Roma 4-2 (2 Di Michele, 2 Muriel; Bojan, Lamela)
Atalanta-Siena 1-2 (Schelotto; Larrondo, Destro)
Cesena-Bologna 0-0
Milan-Fiorentina 1-2 (Ibrahimovic rig.; Jovetic, Amauri)
Novara-Genoa 1-1 (Mascara; Rossi)
Cagliari-Inter 2-2 (Astori, Pinilla; Milito, Cambiasso)

Palermo-Juventus alle 18.30
Lazio-Napoli alle 21

Classifica

Milan 64
Juventus* 62
Udinese 51
Lazio* 51
Napoli* 48
Roma 47
Inter 45
Catania 43
Chievo 42
Siena 39
Palermo* 39
Cagliari 38
Atalanta 37 (-6)
Bologna 37
Fiorentina 36
Parma 35
Genoa 35
Lecce 31
Novara 25
Cesena 20

“E ora chi rappresenterà il Nord?”, domanda affranto Dario Di Vico, vicedirettore del Corriere, a Linea Notte. E Pigi Battista, sempre sul Pompiere, si unisce al cordoglio magnificando “la riconosciuta grandezza di un leader che ha imposto nell’agenda politica nazionale la “questione settentrionale” e ha interpretato i sentimenti di un popolo che non aveva rappresentanza politica…Non sarà una miserabile vicenda di fondi stornati a cancellare una storia iniziata nelle periferie del sistema”.

Antefatto recente: Riccardo Tozzi, presidente della casa di produzione Cattleya e anche dell’Anica (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche e Audiovisive), è in viaggio in treno verso Bari. Per caso il ragazzo seduto accanto a lui sta guardando un film sul suo Pc.

Il direttore di Famiglia Cristiana don Antonio Sciortino

“L’Italia è saccheggiata dalle tribù”. E’ l’analisi del settimanale cattolico Famiglia Cristiana della situazione dei partiti dopo lo scandalo “dei tesorieri”, cioè i casi che hanno visto coinvolti gli amministratori della Margherita e della Lega Nord Luigi Lusi e Francesco Belsito.

Archivi