Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Non ci sono le “condizioni” per un voto anticipato e in questo senso si parla “a vuoto”. E’ quanto si legge in una nota del Quirinale. “A proposito di certe indiscrezioni di stampa – si legge nella nota – negli ambienti del Quirinale non si coglie il senso del parlare a vuoto di elezioni anticipate non essendone presentate le condizioni e non emergendo motivazioni plausibili”. 

Nei giorni scorsi si era parlato di questa ipotesi dopo l’uscita di Silvio Berlusconi durante la conferenza stampa di Lesmo: in quell’occasione l’ex presidente del Consiglio aveva durante criticato il governo Monti e fatto balenare l’ipotesi – da discutere con il partito – di togliere la fiducia all’esecutivo dei tecnici. Il Cavaliere ci aveva poi ripensato, anche perché proprio il segretario del Pdl, Angelino Alfano, lo aveva sconfessato dicendo che Monti sarebbe andato avanti.  Una soluzione, quella di andare a votare per le politiche prima della scadenza naturale dell’esecutivo in aprile 2013, non è mai piaciuta al Pd di Pieluigi Bersani che ha sempre parlato di una soluzione dannosa per il paese. “E’ una discussione che non capisco, lealtà vuol dire che il governo deve arrivare alla scadenza naturale” diceva solo ieri Bersani. 

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi