Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

”Stiamo lavorandoci, ci sarà un incontro con i ministri Severino e Patroni Griffi probabilmente la prossima settimana per chiudere le ultime maglie di un documento che è in gran parte pronto”. Così il ministro Anna Maria Cancellieri replica a margine di una cerimonia al Quirinale e chi le chiede del testo sull’incandidabilità. Alla domanda se in due settimane il testo potrà essere in Cdm, il ministro replica “prima lo concludo poi lo dico…”. In ogni caso ci sarà entro le elezioni? “E’ sicuro” la responsabile del Viminale. Solo un mese fa il ministro della Funzione Pubblica Filippo Patroni Griffi aveva assicurato la disponibilità del governo: “C’è un impegno del governo ad attuare la delega in tempo utile perché possa essere applicata alle prossime elezioni”. 

La legge delega contenuta nel ddl anticorruzione prevedeva che il governo adottasse “entro un anno dalla data di entrata in vigore della legge un decreto legislativo recante un testo unico della normativa in materia di incandidabilità alla carica di membro del Parlamento europeo, di deputato e di senatore della Repubblica, di incandidabilità alle elezioni regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali e di divieto di ricoprire le cariche di presidente e di componente del consiglio di amministrazione dei consorzi, di presidente e di componente dei consigli e delle giunte delle unioni di comuni, di consigliere di amministrazione e di presidente delle aziende speciali”. Quando il testo sarà pronto si capirà quanto sarà alta l’asticella posta dal governo tecnico all’esclusione di condannati dalle cariche pubbliche. Allo stato occupano i seggi del Parlamento cento deputati tra indagati, condannati o prescritti.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi