Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Mai così male dal 2004. Secondo quanto comunicato dall’Istat, il dato sul tasso di disoccupazione a settembre è al 10,8%, in rialzo di 0,2 punti percentuali su agosto e di 2 punti su base annua. Guardando alle serie trimestrali, inoltre, è il più alto dal III trimestre 1999. Nella fattispecie, il numero dei disoccupati a settembre è di 2 milioni e 774 mila, si tratta del livello più alto dall’inizio delle serie storiche mensili (gennaio 2004) e dall’avvio di quelle trimestrali, ovvero dal quarto trimestre del 1992. E’ quindi un record assoluto. Ancor peggio il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni), che a settembre è al 35,1%, in aumento di 1,3 punti percentuali su agosto e di 4,7 punti su base annua. L’Istat, inoltre, ha fatto sapere che tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 608 mila. Il livello record di disoccupati raggiunto a settembre, pari a 2 milioni 774 mila, è il risultato di un aumento del 24,9% su base annua, pari a 554 mila unità. Su base mensile, inoltre, si registra un rialzo del 2,3%, ovvero di 62 mila unità.

A settembre gli occupati sono 22 milioni 937 mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto ad agosto, ovvero di 57 mila unità. Il calo, secondo i dati dell’Istituto di statistica, riguarda esclusivamente la componente maschile. Il numero di occupati è invece invariato, cioè fermo, su base annua.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi