Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Sono passati sette anni dal terribile terremoto di Sendai e Tohoku del 11 di Marzo del 2011 al largo della costa del Tohoku nel Giappone settentrionale.
L’evento sismico si genero’ nella prefettura di Myiagi raggiungendo una magnitudo momento di 0.9
Successivamente e immediatamente si scateno’ uno Tsunami ( Maremoto) con onde alte 10 metri. Le coste più’ colpite furono quella della Prefettura di Iwate.
il numero dlle vittime furono di 13228 e dispersi per 15.500.
Danni a fabbricati furono notevoli
Una diga di un bacino di irrigazione nella prefettura di Fukushima crollo’. L’acqua che ne è fuoriuscita ha investito alcuni edifici e causato danni alla viabilità della città di Sukagawa.
La rete ferroviaria giapponese Shinkansen fu bloccata tutti i treni ad alta velocità fermi immediatamente.
Il disastro di Fukushima ha commosso il mondo intero per l’entità’ di vittime soprattutto per la perdita dei bambini.
L’evento ha segnato i giapponesi che comunque soffrendo in silenzio hanno reagito e ripreso attività’ e vita normale degno del loro carattere organizzativo che ne fa’ uno dei popoli più’ belli del mondo.
lo scenario non e’ più’ apocalittico come qualcuno ancora pensa che sia, Fukushima ora, sembra ritornata alla normalità’
Ho avuto modo di parlare con la gente del posto che appare più’ serena e tranquilla .
Voglio ricordare i miei amici giapponesi e questa loro triste ricorrenza sperando che ciò’ non avvenga mai più’.

L’articolo 11 Marzo 2011, quello tsunami che devastò Fukushima proviene da Ildenaro.it.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi