Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

di Maridì Vicedomini

Sempre più in alto…… la griffe “Alessandro Legora” si riconferma un brand di alto profilo nel mondo del Fashion, firmando una Collezione Autunno Inverno 2019 /20 perfetta nelle linee, nella selezione e nell’utilizzo dei tessuti e nella scelta della gamma colori, presentata domenica 13 gennaio nello stabilimento di produzione a Mariglianella, in provincia di Napoli. Applausi a scena aperta dunque per il fashion show del giovane, ma grintoso e determinato stilista Alessandro Legora de Feo che ha puntualmente evidenziato buon gusto, raffinatezza, creatività ed estro, competenza e professionalità nella sua attività di couturier, cominciata ad appena 18 anni, appena diplomato al Liceo Classico, grazie anche all’amorevole sostegno della sua amatissima mamma signora Angela e del papà, il noto imprenditore Pasquale Legora de Feo. Dopo un welcome brunch dai sapori mediterranei curato da “Gala Eventi”, i numerosissimi ospiti, tra cui molti volti noti dello show-biz nazionale come Nina Soldano e Rosalia Porcaro, hanno visitato gli spazi operativi dell’azienda Legora, guidati dallo stesso couturier, accompagnato dalla deliziosa moglie Diana, che ha mostrato loro le diverse fasi di produzione per poter raggiungere un risultato ottimale quale la confezione di un capo di fattura artigianale con manodopera esclusivamente italiana come si conviene ad un prodotto 100% Made in Italy. A seguire, riflettori puntati sulla passerella, dove è andato in scena l’esclusivo defilè. Come ouverture, una serie di capi in velluto in seta verde bottiglia, dai pigiama-palazzo, ai tubini morbidi, alla versione “sera” impreziosita da cristalli in tinta. Anche in questa occasione, Legora si rivolge ad una donna di ogni età, dalle giovanissime alle signore che hanno da molto superato gli “anta”, proponendo capi di uguale fattura, perfetti nei tagli, originali nei colori e nelle stoffe adoperate. Punta di diamante della nuova collezione “Legora” è il capo spalla che abbraccia la giacca sartoriale con un ritorno alla spallina seminsellata, il tailleur decostruito ed il classico cappotto, linea basic “a vestaglia” con tessuto stampato a quadri che evidenzia un abbinamento colori very trendy quali il blu elettrico e il nero, il grigio e il rosa o in versione maxi over size con dettagli in volpe naturale. Da segnalare, per le donne più grintose, “il maculato”, realizzato in più versioni, dal trench, all’abito, al completo pantaloni, all’ampia gonna a ruota alla caviglia stile anni “50; ed ancora, un grande ritorno al tubino di Audrey Hepburn “Colazione da Tiffany”, tipico degli anni “50 e“60, realizzato con diversi materiali che vanno dal puro cachemire ai pizzi francesi, spesso con dettagli rock, in pelle ed ecopelle. mentre per le scarpe trionfano le stampe coccodrillo, leopardo e giraffa. Per la sera, Legora propone seducenti abiti a sirena in tessuto lamè o total black con vertiginosi spacchi o linee fluide con maxi scollatura sulla schiena, trasparenze in chiffon od in pizzo pregiato da cui si intravedono in trasparenza shorts in tinta. Confermata anche la Bridal Collection che per il prossimo inverno per il segmento “Wedding” propone un sontuoso abito total white impreziosito da fiori di organza sovrapposti per le spose strettamente ancorate alle tradizioni ed un preziosissimo modello color champagne, tempestato di paillettes di cristallo, dalla linea pulita e stilizzata abbinato ad una stola di mikado in tinta.

L’articolo A colazione da Alessandro Legora con visita all’azienda e defilè, ricordando Audrey Hepburn proviene da Ildenaro.it.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi