Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Lutto nel mondo del giornalismo televisivo: è morto a 83 anni Alberto La Volpe, giornalista Rai ed ex-direttore del Tg2. E’ stato proprio il telegiornale del secondo canale a darne l’annuncio, testata che diresse dal 1987 al 1993. Nel 1992 creò il programma Lezioni di mafia insieme a Giovanni Falcone, una delle ultime iniziative del magistrato palermitano, stroncata dall’attentato di Capaci. Lo scopo del programma era ricostruire la storia di Cosa Nostra e il rapporto con la politica, ma si aprì con una poltrona vuota accanto a La Volpe.

Alberto La Volpe, nato a Napoli nel 1933, era entrato in Rai nel 1966. Nel 1979 è stato vicedirettore del Tg3, che aveva contribuito a fondare insieme a Biagio Agnes e Sandro Curzi. È stato uno degli storici conduttori di Speciale TG1 fino al 1987, quando il Consiglio di Amministrazione della Rai lo ha nominato direttore del Tg2. Oltre al giornalismo, la carriera politica: nel 1994 è stato eletto alla Camera nel 1994 con i Progressisti. Nel 1996 è stato nominato sottosegretario ai Beni Culturali nel primo governo Prodi e poi al Ministero degli Interni, durante il primo governo D’Alema. Il suo ultimo lavoro, scritto insieme all’ex magistrato Pietro Grasso, è il libro Per non morire di mafia. Grasso ha anche condotto una nuova serie di Lezioni di Mafia, ispirata all’originale del 1992.

 

L’articolo Alberto La Volpe, morto l’ex direttore Tg2. Con Falcone creò “Lezioni di Mafia” proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi