Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

É partita la campagna di fundraising per sostenere l’Auditorium Novecento Napoli (sulla piattaforma www.produzionidalbasso.com) negli spazi del laboratorio Phonotype Record, la prima casa discografica italiana nata nel 1901, in Via Mezzocannone. Custode del patrimonio della canzone napoletana della storica etichetta è stata la famiglia Esposito che ha ceduto il passo a una nuova compagine costituita da Fabrizio Piccolo, Daniele Chessa, Paolo Nappi, Francesco Virgilio Sabatini, Paolo De Rosa e Gianni Ruggiero. La volontà è quella portare avanti la produzione musicale in ogni segmento e coinvolgere quanto più possibile il pubblico, fin dal primo start. Ciascun partecipante alla campagna di donazioni potrà avere un ruolo concreto nelle dinamiche di produzione e potrà sostenere Auditorium Novecento a fronte di una serie estesa di premialità: dalla tessera di socio a prelazioni sui biglietti dei concerti, dall’accesso all’Archivio per le consultazioni al noleggio dello studio, dalle serigrafie originali firmate da Cyop&Kaf ai vinili originali del catalogo Phonotype Record. Ma potrà anche realizzare un concerto registrato in studio con spettatori presenti, con abbinate le riprese di un videoclip. Ed infine diventare sponsor ufficiale di Auditorium Novecento o poter intitolare a suo nome una sala. Proprio in queste stanze – ex stalle – del centro antico di Napoli, sono cresciute decine di generazioni di artisti. Uno per tutti, Riccardo Muti che ha appreso qui gli insegnamenti dal suo maestro di pianoforte Vincenzo Vitale.

L’articolo Canzone napoletana, al via il fundraising per l’Auditorium Novecento proviene da Ildenaro.it.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi