Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Impossibile accettare la richiesta dell’Italia di ricoverare il piccolo Charlie Gard all’ospedale Bambino Gesù. Il ministro britannico Boris Johnson ha confermato, al telefono con Angelino Alfano, che per motivi legali la Gran Bretagna non può procedere al trasferimento. La Farnesina, ha fatto sapere in una nota, che è stato proprio il responsabile del dicastero degli Esteri italiani, nel corso di una telefonata con il collega britannico sula Brexit, a sollevare il caso e ribadire l’offerta dell’Ospedale italiano “Bambino Gesù”. Johnson avrebbe espresso gratitudine ed apprezzamento per l’offerta italiana, ma avrebbe ribadito che non è possibile accettare la richiesta.

Charlie è affetto dalla sindrome da deplezione del Dna mitocondriale, una malattia incurabile: non può vedere, sentire ed emettere rumori e nemmeno può muoversi autonomamente senza rimanere attaccato ai macchinari. Nei giorni scorsi l’ospedale pediatrico italiano, in seguito alle parole di Papa Francesco, aveva annunciato di essere disponibile ad accogliere il bambino. La presidente del Bambin Gesù Mariella Enoc ha confermato di aver avuto un contatto con la madre del piccolo per un eventuale trasferimento. Ma l’ospedale londinese che ha in cura Charlie Gard ha fatto sapere che ci sono “impedimenti legali” e che non si può procedere allo spostamento.

L’articolo Charlie Gard, Boris Johnson ad Alfano: “Impossibile portare il bambino a Roma per motivi legali” proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi