Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Torino, 8 nov. (Labitalia) – Arriva il Bagna Cauda Day 2017: si celebra nell’ultimo fine settimana di novembre, venerdì 24, sabato 25 e domenica 26, e si presenta con numerose novità ma con la stessa voglia di creare occasioni di incontro e convivialità. Alla quinta edizione, infatti, la festa si allarga e partendo da Asti il profumo della Bagna Cauda si diffonde nel resto del Piemonte, in Italia e nel mondo. L’evento è stato presentato in una conferenza stampa, al ristorante Casa Vicina, che per l’occasione propone la ‘Bagna Caoda da bere’ ideata da Claudio Vicina, 1 stella Michelin, quale rivisitazione della tradizionale pietanza piemontese.

Sono oltre 16 mila i posti a tavola riservati ai bagnacaudisti in più di 150 locali. Ci sono il ristorante stellato e la trattoria di paese, la vineria e l’agriturismo, il locale di tendenza e quelli ancorati alla tradizione. Il comun denominatore non sta solo nel prezzo, ma soprattutto nella voglia di partecipare a una festa e di proporre la Bagna Cauda, servita nelle diverse forme e tonalità, con la stessa certezza delle materie prime alla ricerca della qualità.

L’Astigiano è il baricentro del Bagna Cauda Day, ma si sono aperte altre ‘piazze’ importanti di incontro nel Casalese, a Ovada e in decine di altri paesi di Langa, del Monferrato, del Roero. Anche Torino risponde in maniera crescente, così come la Valle d’Aosta. Quest’anno il Bcd arriva anche a Milano e in Trentino e ci sono le sempre sorprendenti adesioni dall’estero dal Giappone alla Nuova Zelanda. Perfino nell’isola di Tonga e in Tasmania si celebrerà il rito della Bagna Cauda.

Ancora, ecco tornare Barbera kiss, il bacio di mezzanotte, il kit del dopo Bagna e Acciù la mascotte. C’è il Bagna Cauda Market organizzato con la Cia (Confederazione italiana agricoltori), si parla di ‘cardologia’ e viene sgranato il mais in piazza con le macchine agricole d’epoca a cura di Atima Associazione dei trebbiatori. Non mancano i servizi collaterali come il Bagna Cauda Nanna, ovvero le convenzioni con alberghi e agriturismo per i tanti che arrivano da lontano.

E quest’anno, per la prima volta, anche il Bagna Ca’, la consegna a domicilio della Bagna Cauda nella città di Asti, e il Bagna Sitter, che consente ai genitori di affidare i loro bimbi a personale qualificato e potersi gustare tranquilli la cena della Bagna Cauda. Non mancano altri eventi dalla corsa podistica ai concerti, dalle mostre ai libri. Infine, ecco la seconda edizione del premio ‘Testa d’aj’, assegnato a persone speciali a conferma della loro tenacia e della volontà di andare controcorrente.

Per un’anticipazione del Bagna Cauda Day, basta partecipare al Festival di Eataly Lingotto ‘Che bagna cauda!’, da venerdì 10 a domenica 12 novembre, tre giorni all’insegna di uno dei piatti più caratteristici del Piemonte. A pranzo e a cena si può scegliere tra le proposte create per l’occasione dagli chef dei Ristorantini. Tanti, inoltre, gli eventi in programma: si inizia venerdì 10 con la Grande Asta della Bagna Cauda, un evento unico nel suo genere dove si battono all’asta tutti gli ingredienti per fare la Bagna Cauda perfetta; sabato 11, alle ore 16, il corso di cucina ‘Bagna Cauda Fai da Te’. Gran finale domenica con la Sagra della Bagna Cauda, in collaborazione con l’azienda agricola il Mongetto.

L’articolo Dal 24 al 26 novembre si celebra il ‘Bagna cauda day’ proviene da Ildenaro.it.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi