Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

“Sei nata paperina, che cosa ci vuoi far…”, cantava Nilla Pizzi. La povera paperina che non poteva “pappare i papaveri”, che non poteva volare alto. Una costrizione naturale che tutti gli appassionati del Cavallino – non della paperina –  sperano non riguardi anche la nuova Ferrari, la F14-T, la monoposto col muso da paperina, appunto. Il prototipo con cui la premiata ditta Fernando Alonso-Kimi Raikkonen tenterà di minare lo strapotere di Sebastian Vettel e della Red Bull. Parliamo della Ferrari, che esordisce ai test di Jerez, in Spagna, sotto una cattiva stella: mezzo giro e l’immediato ritorno ai box. Il nuovo motore turbo fischia, un fischio che preoccupa i tecnici. Un fischio sinistro, e la paperina si intristisce, subito: “Kimi, spegni il motore“, intimano dai box. E il finlandese esegue. La rossa, coperta da un telo come un ferito grave, torna dai meccanici a bordo di un carro attrezzi. Stefano Domenicali non vuole allarmismi: “Stop precauzionale, niente panico”. Eppure i fan del Cavallino, dopo gli ultimi anni passati ad assaporare la polvere sollevata dalle ruote di Vettel, non possono non preoccuparsi (come non possono non preoccuparsi i fan della Mercedes, costretta con Lewis Hamilton a uno stop altrettanto immediato). Il nuovo regolamento del circus, si sa, ha stravolto le macchine, tutte, dal motore turbo ai musetti “creativi”. Lo strapotere della Red Bull non è affatto scontato. Ma il terrore, a Maranello, è che la F14-T sia “nata paperina, che cosa ci vuoi far…”.

di Andrea Tempestini

 

Ferrari, subito stop: ascolta il fischio del motore

Guarda il video su Liberotv

 


pubblicato da Libero Quotidiano

Ferrari, stop dopo mezzo giro ai test di Jerez

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi