Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Antonio Mastrapasqua, il presidente dell’Inps. è indagato dalla procura di Roma per una storia di cartelle gonfiate per portare a casa maggiori rimborsi all’ospedale Israelita, di cui è direttore generale. Secono quanto scrive Repubblica per il Nas di Roma tra il 2006 e il 2009 l’Ospedale Israelitico da lui diretto dal 2001 ha presentato oltre dodicimila schede di dimissione taroccate alla Regione Lazio per ottenere circa 13 milioni di euro di rimborsi “non esigibili”. Al vaglio degli inquirenti ch’è pure la cessione all’Inps di una parte di questo credito “non esigibile” servita a sanare i conti della struttura romana. Manovra che sarebbe strata “pensata, avviata e autorizzata da Mastrapasqua”. Per gli inquirenti l’ospedale avrebbe avuto un “ingiusto vantaggio patrimoniale di 71,3 milioni di euro tra il 2011 e il 2013. 

La vicenda – L’indagine si basa sulla denuncia del Nas di Roma, datata 16 settembre 2013 e consegnata in procura, nella quale si ricostruisce la maxi truffa ai danni dello Stato. “E dunque – scrive Repubblica –  migliaia di semplici interventi svolti negli ambulatori del reparto di odontoiatria dell’Ospedale Israelitico tra il 2006 e il 2009 si sono trasformati in operazioni invasive e con notevole carico assistenziale effettuate in ortopedia”. Nel luglio dello scorso anno sulla scrivania del governatore Zingaretti è arrivato il rapporto dell’Agenzia di Controllo della Sanità sull’ospedale israelitico che ha certificato un 94% di ricoveri incongrui e inappropriati. Mastrapasqua è stato interrogato in gran segreto e ha respinto tutte le accuse. Mastrapasqua è arrivato alla direzione generale dell’ospedale Israelitico nel 2001, ha ristrutturato e riorganizzatol’azienda che era in crisi: in quattro anni i ricavi sono passati da 17 a 40 milioni di euro, nel 20’11 diventano 54. 


pubblicato da Libero Quotidiano

Indagato Mastrapasqua, l'accusa: "Caetelle cliniche truccate per gonfiare i rimborsi"

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi