Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

24.547.061,16 di euro, con un incremento di oltre 41 unità lavorative calcolate su base annua. A tanto ammonta il valore del contratto di sviluppo “Ischia tutti i colori del benessere” volto alla valorizzazione della filiera turistica del benessere e del termalismo nell’isola verde che punta a fare della destinazione un luogo da vivere in tutte le stagioni, puntando sul turismo internazionale con le eccellenze del territorio.
Sostenuto da Invitalia (ex articolo 9 del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 9.12.2014) il progetto è stato portato avanti da un gruppo di imprenditori coordinati dall’esperta di finanza agevolata Liliana Speranza, che hanno puntato sul riconoscimento dell’isola di Ischia quale “polo del benessere internazionale” nell’ottica di implementare la ricettività ed il numero di posti letto nelle categorie di lusso nonché di arrivare a creare una serie di innovativi pacchetti turistici in grado di intercettare per tutto l’anno nuovi flussi turistici, nel comparto internazionale. Il progetto prevede il benessere con l’implementazione di servizi e prodotti di lusso che potranno innalzare la qualità dell’offerta ricettiva e creare un indotto per tutte le aziende circostanti; la creazione di un museo interattivo e multimediale legato alle proprietà dell’acqua termale; la realizzazione della prima linea industriale di acqua termale spray made in Ischia; realizzazione di percorsi aromatici legati al benessere; il potenziamento dei servizi balneo-fangoterapici legati alle proprietà delle acque locali; il congressuale in virtù dell’apertura di una nuova sala auditorium per 400 persone ed un parcheggio di 250 posti auto.
Complessivamente quindi l’offerta integrata prevede 1168 posti letto, 14 ristoranti di altissimo livello, servizi innovativi legati al wellness, 10 sale congressuali di cui due con 400 posti, la realizzazione di un Auditorium che oltre a sviluppare il filone congressuale promuoverà concerti sotto la direzione artistica di un noto maestro.
Il progetto, che vede come proponente la Tourist Italia, punta infatti alla condivisione di un’immagine unitaria attraverso il connubio “benessere –natura- cultura – gusto” rappresentato dai colori : marrone per le terme, verde per la natura e la cultura, azzurro per il mare e rosso per il gusto, da cui anche il logo già realizzato per la nuova iniziativa.
Gli investimenti delle imprese coinvolte sono pertanto in funzione dell’analisi di ogni specifica struttura e del contesto ed il programma prevede il potenziamento dell’offerta Turistica delle seguenti strutture: hotel Pagoda ad Ischia Porto; hotel Miramare Castello ad Ischia Ponte; hotel Terme Tritone; hotel Grazia Terme a Lacco Ameno; hotel Terme Garden & Villas Resort a Lacco Ameno; hotel del Regina Isabella a Lacco Ameno; le Fonte delle Ninfe Nitrodi a Barano.
“Il progetto – spiega Liliana Speranza – rappresenta un intervento unitario ed omogeneo di azioni di riqualificazione dell’offerta turistica locale e di upgrade dell’offerta ricettiva tra le imprese partecipanti, che opereranno trasversalmente rispetto alla tradizionale ripartizione in “stelle” rispecchiando sia l’identità e le caratteristiche peculiari di ogni singola struttura, che la coerenza con le differenti vocazioni e specializzazioni all’interno del territorio isolano, per realizzare un percorso che permetta – a prescindere dalle dimensioni e dalla struttura organizzativa del singolo – di raggiungere l’obiettivo di migliorare sia l’offerta singola che l’offerta turistica nel suo complesso e di valorizzare la destinazione legandola al comparto del Wellness, che per definizione veicola turisti tutto l’anno. Così si punta su un’isola da vivere nel benessere in tutte le stagioni, come attrattore di un turismo internazionale, basandosi sulle eccellenze del territorio”.

L’articolo Ischia, in arrivo 25 milioni di euro per benessere e termalismo proviene da Ildenaro.it.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi