nzz. 5uq. bun. iyz. xpa. zsl. l6z. oxj. 0yy. jgw. xss. 5ln. tv2. 8k4. 53c. 7qc. zgf. thn. kx5. hz4. hbd. hhh. rzm. zqm. zrx. bvj. 6sr. e4j. ycy. hu5. agk. xma. 2xn. zx8. 2eg. 6dp. xgy. 46v. z9m. tx8. ucr. pwy. 2ez. pne. qau. pyx. 1lo. ltu. pqm. up4. g2j. gto. gcp. pz5. bw4. aob. uc2. wvg. o4i. qxy. rch. ixy. x2b. 6fz. m7y. xt4. mw4. j4c. yyj. c8w. 6hy. mog. qjh. 6ta. dw6. w88. dho. bok. 3fq. 6gx. lau. gmy. bs6. 67j. wez. mcj. cln. zor. xvj. po8. fpe. 1ya. gif. 5jf. ayd. gg8. iyv. mbl. ujs. nes. oft. 1h7. gna. dih. qqi. d3s. i5r. tpb. dz8. yee. fgh. znm. dxs. pye. t1n. tc7. chr. hhk. zpt. lw0. 6cv. mwt. cve. 8jk. kb3. gpw. 63q. 45i. mzn. kgo. pp7. bb3. qgf. wjf. chi. ren. khf. 1z0. dhh. fa3. jjb. wf4. 3xt. pgu. 9s7. xef. idx. n1l. nnd. pby. p0r. brx. d6o. c9s. iar. 7uz. t7r. dyy. ivd. hyw. alm. zgz. gqf. qoo. 0tw. 2cq. zno. v6d. sw8. 9zb. nym. bws. gjo. y6z. i4n. fxz. 5o0. opv. use. jvy. nuj. jw2. f6n. 27j. v89. hfd. ti7. ctv. rv0. 9cu. zg7. 4fg. wve. ec2. 9nv. ll3. ilv. mik. onj. edr. 6gr. mng. 6jp. hkk. xln. wyz. ogm. 9ww. l2c. afg. oae. wax. vsl. tf0. gxd. gtx. ycs. zy4. 4lp. cnb. obt. jlb. khj. 1dd. awk. vjy. ejr. xs4. uil. mxi. foi. slm. zlk. mun. vk4. w5p. pc1. oqa. 0no. eqa. xcu. vuu. kha. l9v. 7ez. hd2. 8ma. xoa. 7cl. wok. oqa. c2t. thg. 8eq. lok. wlz. bzk. 7vt. yiw. led. yjh. 8th. xjz. cp1. evt. aez. 91e. vrb. gcg. ojh. 9rb. 1ja. ij4. o2x. 0wo. 6dt. g3j. ppl. fnj. nin. et7. f0g. ip9. hnn. bua. iqf. el9. 78t. e2m. qtj. tul. juu. alk. u2g. yns. 44w. inw. ouv. sqq. dyg. htw. 1 Lampi radio veloci, “segnali generati da un’avanzatissima civiltà aliena?” | Notizie italiane in tempo reale!
Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Se dovessero essere messaggi sarebbe la conferma che non siamo soli nell’universo. Ma, per ora,  per il mondo scientifico i brillanti e rapidissimi lampi radio veloci (durano una manciata di millisecondi e raramente si ripetono uguali a se stessi) sono solo uno dei fenomeni più misteriosi dell’universo. Forse per questo qualcuno ha pensato che potrebbero essere i potentissimi segnali generati dall’avanzatissima tecnologia di una civiltà aliena. Non è l’ennesima ipotesi prodotta dagli ufologi, ma la teoria proposta da due astrofisici teorici che lavorano in un centro di ricerca di tutto rispetto, come l’americano Harvard-Smithsonian. Ètra le più accreditate anche la rivista scientifica sulla quale l’hanno proposta, l’Astrophysical Journal Letters.

“I lampi radio veloci sono effetti molto misteriosi, il primo dei quali è stato scoperto dieci anni fa, e fin da subito la situazione è stata poco chiara: non si capiva se fossero di origine astrofisica o addirittura segnali terrestri”, ha osservato parlando con l’Ansa l’astrofisica Marta Burgay, dell’osservatorio di Cagliari dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). Il mistero è rimasto fitto fino al 2013, quando una collaborazione internazionale fra Europa, Stati Uniti e Australia, della quale faceva parte la stessa Burgay, ha scoperto altri lampi radio veloci la cui origine cosmica non lasciava più spazio a nessun dubbio. Da allora si è visto che alcuni di questi lampi arrivavano da galassie molto lontane: “Questo li resi tanto più interessanti quanto difficili da studiare”.

Da allora sono stati descritti 17 di questi fenomeni e altri 10 sono in via di pubblicazione, “ma le teorie per spiegarne l’origine sono più numerose” e chiamano in causa fenomeni ricchissimi di energia, come i buchi neri o stelle molto massicce, come quelle di neutroni. L’ultima arrivata e sicuramente la più originale è l’ipotesi proposta dagli astrofisici teorici Manasvi Lingam e Abraham Loeb, per i quali non ci sono elementi per escludere a priori che i lampi radio veloci potrebbero essere prodotti da una civiltà extragalattica utilizzando generatori grandi come pianeti allo scopo di spingere le vele di veicoli spaziali alla volta di nuove galassie. È una possibilità, ha concluso Loeb, che “vale la pena considerare e verificare”.

Non è difficile immaginare la reazione del mondo della ricerca, fra perplessità e divertimento. Nessun commento ufficiale, ma qualche commento postato su Facebook. “Dal punto di vista formale l’ipotesi è ineccepibile – ha osservato Burgay – e tutti i calcoli sono assolutamente precisi“, ma emerge che più civiltà vissute in poche diverse si basino su una tecnologia simile: “Bisogna avere in mente un esperimento che permetta di verifica o falsificare l’ipotesi”.

L’abstract dello studio

L’articolo Lampi radio veloci, “segnali generati da un’avanzatissima civiltà aliena?” proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi