Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

E’ stato ritirato l’emendamento di modifiche all’art. 7, comma 5 della legge elettorale regionale n. 4, 27/09, oggi durante il Consiglio della Campania. a comunicarlo uno dei tre consiglieri che l’hanno proposto: Angelo Marino (Gruppo Caldoro presidente): “a pochi mesi dalle elezioni non vogliamo che venga interpretata da cosa diversa da quella che era“. Alcune modifiche eranop state gia’ apportate, a luglio scorso, con il collegato alla finanziaria regionale, che ha alzato la soglia di sbarramento per il candidato presidente al 10%, con questa proposta la soglia di sbarramento al 10% sarebbe stata estesa anche ai partiti. Per Gennaro Salvatore (Gruppo Caldoro presidente) “Si trattava di rendere, con questa modifica alla nostra legge regionale, un consiglio piu’ ordinato. L’ostracismo c’e’ stato da parte dell’opposizione e questo e’ un paradosso. Perche’ ? perche’ questa modifica avrebbe favorito il gruppo piu’ grosso che perde alle lezioni“. Infine il capogruppo di FI Gennaro Nocera: “Questo emendamento era per non escludere nessuno, piuttosto siamo sulla stessa lunghezza d’onda che in questi giorni Renzi sta manifestando dicendo che i partiti vanno semplificati perche’ non possiamo piu’ pensare che un partito, una lista civica con 30/40 mila voti, porta un rappresentante in Consiglio regionale, con una frammentazione cosi’ che non ci da’ la governabilita’. Questo messaggio non e’ stato recepito, visto che c’e’ stata un’alzata di scudi, cosi’ abbiamo ritirato quest’emendamento responsabilmente per non creare danni a nessuno, nel senso politico del termine“.

tovato su: Il Denaro

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi