Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Un lungo post su facebook per rispondere punto su punto a quella che definisce “una carrellata di fango“. Nuovo scontro tra Luigi Di Maio e il mondo della stampa italiana. Il vicepresidente della Camera, infatti, sostiene che “oggi sui giornali c’è una carrellata di fango” contro di lui. “Tutti piccoli schizzi ma non per questo meno fastidiosi di una valanga“, specifica prima di snocciolare una serie di repliche ad altrettanti articoli di quotidiani o anche semplici post sui social di cronisti. “Mi si fa passare per un indagato per mafia, quando è una delle tante querele che ho che si aggiungono a quelle archiviate. In questo caso per una frase totalmente inoffensiva nella quale non ho nemmeno pronunciato il nome della Cassimatis”, sostiene Di Maio riferendosi all’indagine per diffamazione, aperta dalla procura di Genova dopo la denuncia di Marika Cassimatis, l’ex 5 Stelle “bocciata” da Beppe Grillo dopo aver vinto il primo turno delle comunarie

“Mi si fa passare per antisemita e fascista – continua quindi il parlamentare pentastellato –  perché in un gruppo che si chiama “Club Luigi Di Maio“, di cui abbiamo già chiesto a Facebook che venga cambiato il nome e che non ha alcun legame con me né con il movimento 5 stelle, qualcuno a me estraneo ha pubblicato delle foto insultando il deputato Pd Fiano“. L’esponente dem era stato insultato – sempre via social network – dal fittiano Massimo Corsaro, che aveva scritto: ““Fiano? Ha quelle sopracciglia per coprire segni circoncisione”. Parole evidentemente rilanciate da un gruppo facebook intitolato allo stesso vicepresidente della Camera. Che conclude il suo post replicando a chi lo farebbe “passare per scemo perché mi sono attaccato al telefono per provare a chiamare gli ambasciatori degli altri Paesi Ue chiedendo ai loro governi un aiuto per le nostre terre che bruciano. Come l’Italia recentemente ha fatto per il Portogallo. I rapporti con le ambasciate rientrano nelle prerogative di Vicepresidente della Camera, ma forse qualche giornalista non lo sa”.

Quindi l’ultimo punto che il grillini dedicato a “un giornalista che scrive su oggi e sul corriere e che mi definisce terrunciello solo perché ho provato a dare una mano alla mia gente in Campania. Se qualcuno avesse ancora dei dubbi sulla qualità del giornalismo italiano. Gli arroganti professionisti dell’insulto continuino pure ad attaccarci, noi continuiamo a servire il Paese”. Il cronista indicato da Di Maio è Mauro Suttora, che ha sì definito Di Maio “terrunciello” ma non sui giornali per cui scrive. Anche in questo casi si tratta soltanto di un post su facebook.

L’articolo M5s, Luigi Di Maio: “Sui giornali una carrellata di fango su di me. Mi fanno passare per scemo, antisemita e fascista” proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi