Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

















E’ il giorno del primo timbro del Parlamento per la Nota di aggiornamento al Def. Nel pomeriggio l’Aula del Senato dovrà pronunciarsi in due votazioni. La prima, dove serve la maggioranza assoluta, è sull’autorizzazione all’aggiornamento del piano di rientro (in pratica il rinvio del pareggio di bilancio); la seconda, a maggioranza semplice, la risoluzione di maggioranza che in mattinata era ancora in lavorazione da parte dei parlamentari di M5s e Lega. La maggioranza assoluta è fissata a 160 voti perché l’assemblea è composta da 320 senatori: i senatori Cinquestelle e Carroccio ne mettono insieme 171. Ai senatori M5s e Lega è arrivato un avviso per garantire la presenza in Aula al momento delle votazioni alle risoluzioni. Oltre a Cinquestelle e leghisti, il governo può contare anche sui voti di due senatori eletti all’estero con il Movimento associativo italiani all’estero e i due sospesi del M5s Maurizio Buccarella e Carlo Martelli (ora nel Misto). L’esame della Nota al Def a Palazzo Madama si dovrebbe concludere intorno alle 17,30: subito dopo ci sarà il voto.

La maggioranza, in ogni caso, ha fissato altri punti fermi e le date per la prosecuzione della costruzione della legge di Bilancio. Per cominciare, come spiega il capogruppo del M5s al Senato Stefano Patuanelli, “l’intenzione del governo è portare in consiglio dei ministri già lunedì decreto fiscale e manovra“. “Se riusciamo a chiudere tutto – continua – è un segnale anche per l’Europa perché il 15 ottobre dobbiamo consegnare la bozza”, il Documento programmatico di bilancio atteso da Bruxelles”. Più in particolare, spiega il capogruppo grillino, il progetto è “partire con il reddito di cittadinanza e quota 100 dopo il primo trimestre”. Per quanto riguarda il reddito la motivazione il motivo è la riforma dei centri per l’impiego per i quali, dice Patuanelli, ci vorranno tre mesi, ma “forse un mese in più”.

LA DIRETTA DALL’AULA DEL SENATO

L’articolo Manovra, i primi voti del Parlamento al Def. Al Senato serve la maggioranza assoluta. “Reddito e quota 100 da primavera” proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi