Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Aveva detto di essere pronto a lasciare tutto se avesse preso meno dell’80%. Una soglia superata. Matteo Salvini ha infatti vinto le primarie della Lega Nord con l’82,7% dei voti. Batte Gianni Fava, appoggiato da Roberto Maroni e da Umberto Bossi. Proprio il senatur, a voto in corso, aveva attaccato duramente l’attuale leader del Carroccio.

“Spero che vinca Fava, perché se vince Salvini e la porta al Sud, la Lega è finita”, ha detto Bossi. E chi gli ha chiesto se sia pronto a lasciare il Carroccio in caso di vittoria netta di Salvini, l’ex leader del partito ha risposto: “Ci sono migliaia di fuoriusciti ed espulsi che hanno messo assieme un partito abbastanza grande, attorno a Roberto Bernardelli. Io potrei valutare la situazione, sono per continuare la battaglia per la liberazione del Nord. Ma prima vediamo i dati”. E i dati alla fine sono arrivati.

A comunicarli lo stesso Salvini su facebook. “Abbiamo abbondantemente superato l’80% dei voti! Ora l’obiettivo è mandare a casa Renzi, Alfano, Boschi e Boldrini, bloccare l’invasione clandestina in corso, rilanciare lavoro e speranza in Italia.Se voi siete pronti, io cis ono. Insieme si vince”, ha scritto il riconfermato segretario, alla guida della Lega dal dicembre 2013.

Sono circa 15mila i militanti leghisti che sono stati chiamati a scegliere tra Salvini e il suo sfidante, il deputato Giovanni Fava di Viadana. I seggi per le primarie erano allestiti nelle sezioni provinciali del partito e chiudevano alle ore 18. Salvini ha votato a Milano, in via Bellerio, come il presidente fondatore Bossi, mentre Fava a Mantova. L’altro ex segretario, Roberto Maroni, ha votato a Varese. La proclamazione del segretario federale è prevista al congresso di Parma di domenica 21 maggio.

L’articolo Primarie Lega Nord, Salvini vince con l’82,7% e resta segretario. Bossi aveva detto: “Se vince lui potrei lasciare” proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi