Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Per il momento si tratta solo di indiscrezioni di stampa. E data la personalità imprevedibile di Quentin Tarantino, mai mettere la mano sul fuoco. Secondo Hollywood Reporter, il regista de Le Iene e di Pulp Fiction starebbe preparando un film su Charles Manson e sugli omicidi compiuti dalla sua setta, la “Famiglia Manson”, chiamata appunto”The Family”. La testata riporta che il film sarà prodotto dai fratelli Weinstein. La pellicola sarebbe la numero dodici diretta dal premio Oscar, dopo il western teatrale The Hateful Eight del 2015. Per il cast, tutto ancora da confermare, ci sarebbero in prima fila nomi già noti alla sua filmografia come Brad Pitt. Ma anche volti nuovi per Tarantino come Jennifer Lawrence e Margot Robbie. Quest’ultima, si ipotizza, in lizza per interpretare Sharon Tate, la moglie di Roman Polanski, brutalmente assassinata dalla family di Manson.

La sceneggiatura di sicuro farà discutere. Manson è uno dei più noti criminali degli Stati Uniti. Negli anni ’60 si macchiò di omicidi che ancora oggi sono una ferita aperta nella memoria degli americani. In carcere dal 1969,  fu arrestato per il massacro di Bel Air. Condannato all’ergastolo nel 1971, Charles Manson, oggi 82enne, era a capo della setta che si rese responsabile degli efferati omicidi di Cielo Drive. L’episodio più cruento fu proprio il massacro di sette persone tra cui Sharon Tate, incinta di otto mesi. A commettere la strage furono i suoi seguaci Charles “Tex” Watson, Susan Atkins, Patricia Krenwinkel e Linda Kasabian. Sui muri della villa gli assassini lasciarono scritte con il sangue delle vittime. Manson aveva una personalità fortemente disturbata. Grazie alle sue capacità manipolatorie convinse un gran numero di persone a far parte della “famiglia”- una sorta di comune – e a commettere i più diversi crimini. La pellicola sarebbe la prima in cui Tarantino racconta un fatto di cronaca. Secondo le voci finora circolate, la sceneggiatura è in corso d’opera e le riprese inizieranno nel 2018.

Intanto il regista festeggia i 25 anni dall’uscita in Italia de Le iene (Reservoir Dogs). Prima di divenire cult, il film pieno di sangue, abiti neri e dialoghi barocchi (tra cui inarrivabile quello sulla vera storia di Like a Vergin di Madonna) fu inizialmente un vero disastro al botteghino come hanno ricordato quest’anno in una reunion al Tribeca Film Festival regista e protagonisti, ovvero Mr. White (Harvey Keithel), Mr. Orange (Tim Roth), Mr. Blonde (Michael Madsen), Mr. Pink (Steve Buscemi) e Mr. Brown (Tarantino). Da allora però la strada fu tutta in discesa.

L’articolo Quentin Tarantino pensa a un film sulla furia omicida di Charles Manson e l’omicidio di Sharon Tate proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi