Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Una nuova infornata di dipendenti comunali, 485 entro il 2016. A Roma si sblocca l’assunzione dei vincitori del vecchio concorsone 2010, già prevista (e finanziata) dal piano triennale approvato a inizio 2016 dal commissario Tronca ma messa in dubbio dal passare dei mesi senza novità. La giunta di Virginia Raggi ha dato il via libera alle immissioni in ruolo per l’anno in corso, ed è riuscita a recuperare anche posti aggiuntivi inutilizzati negli anni precedenti. Una “buona notizia” – come la definiscono i sindacati – per i vincitori del maxi-concorso 2010, in attesa da anni. Ma anche e soprattutto per gli uffici sguarniti di personale. In Campidoglio, infatti, arriveranno soprattutto tecnici per migliorare l’azione amministrativa. Un provvedimento che si affianca e si accompagna alla riallocazione delle risorse del personale e alla rotazione dei dirigenti, attraverso il nuovo sistema degli interpelli. Così la sindaca Raggi ha intenzione di mettere a punto la macchina con cui governare Roma nei prossimi anni.

“La nostra giunta ha sbloccato le assunzioni per i vincitori del cosiddetto concorsone – ha annunciato la Raggi – siamo riusciti a superare le criticità che, a causa dell’inerzia delle precedenti amministrazioni, hanno impedito per troppo tempo a queste persone di veder riconosciuto un loro diritto”. In realtà, dei 485 nuovi contratti 360 sono quelli già quelli già contemplati dal piano triennale approvato sotto la gestione commissariale nel gennaio scorso. A questi bisogna sommare 90 posti, dovuti al mancato arrivo in mobilità dalla provincia di 90 poliziotti locali che ha liberato nuovo spazio occupazionale. E altri 35 posti residuali del 2014 e 2015. “Sono tutte assunzioni dovute, già solidamente finanziate nel Piano di Tronca. Il merito di questa giunta è aver recuperato quei 100-150 posti in più che si erano resi disponibili”, spiega Giancarlo Cosentino, responsabile della Fp Cisl Roma capitale. Anche perché il provvedimento non si ferma qui: dallo staff del sindaco annunciano che grazie al recupero di sprechi per circa due milioni di euro sarà possibile aggiungere ulteriori 100 contratti, stavolta non previsti dal Piano Tronca, che saranno oggetto di un’altra delibera di giunta.

L’annuncio è una doppia risposta, sia alle richieste dei vincitori e idonei del concorsone, sia a quelle degli uffici affetti da una carenza cronica di personale. Nel 2010 era stata bandita una maxi-procedura per 22 categorie diverse di impiego pubblico, ma da quando le graduatorie si sono stabilizzate (circa due anni) meno della metà dei vincitori ha ricevuto la chiamata attesa. E in Campidoglio si sono aperti buchi preoccupanti. Adesso alcuni di questi verranno colmati. Le prime lettere di assunzione partiranno già nei prossimi giorni: entro ottobre saranno assunti 31 ingegneri, 8 curatori storici dell’arte e 6 archeologi, 2 dietisti, 2 istruttori amministrativi, 1 funzionario di orientamento al lavoro; entro novembre arriveranno 47 istruttori amministrativi e 3 statistici; quindi a dicembre toccherà ad altri 139 istruttori economici, 38 architetti, 40 istruttori per servizi culturali, turistici e sportivi, 84 amministrativi, 18 esperti informatici, 10 funzionari per servizi di orientamento al lavoro, 8 funzionari dei processi comunicativi e informativi, 6 funzionari delle biblioteche, 5 istruttori per servizi di orientamento al lavoro.

Al termine di questa tornata, nelle graduatorie del concorsone 2010 dovrebbero rimanere circa 500-600 vincitori. “E se gli annunci verranno rispettati, forse sarà possibile assorbirli tutti già nel 2017”, aggiunge la Cisl. P

Twitter: @lVendemiale

L’articolo Roma, Raggi sblocca il ‘concorsone’ 2010: “Assunti 485 amministrativi entro il 2016” proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi