Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Faceva il commerciante ambulante in provincia di Cosenza ma secondo la polizia era pronto ad arruolarsi in un gruppo terrorista legato al terrorismo islamico. Per questo un ragazzo di 25 anni di origini marocchine residente a Liuzzi (Cosenza) è stato arrestato perché sospettato di essere un foreign fighter. E’ indagato per terrorismo.

Il giovane nel luglio 2015 si era recato in Turchia ma è stato respinto dalle autorità turche per motivi di sicurezza pubblica, d’intesa con gli investigatori italiani. Durante il controllo nel bagaglio gli era stato trovato un tappeto da preghiera, un libro in lingua araba, una pubblicazione dei Fratelli Musulmani sui comportamenti che deve tenere un buon musulmano secondo il Corano, due telefoni cellulari e denaro contante per la somma di 800 euro. Il 25enne ha però respinto tutte le accuse: “Mi avevano già contestato di appartenere all’Isis ma io ho sempre negato. Ed anche ora ribadisco che non appartengo all’Isis. Sono andato in Turchia solamente per pregare“.

“L’arresto di oggi – ha commentato il Coordinatore della Dda di Catanzaro, Giovanni Bombardieri – è uno dei primi casi di applicazione della legge del 2015 che contesta l’auto addestramento ai fini di terrorismo internazionale. Il marocchino arrestato è il classico combattente straniero”. Le indagini sono state coordinate dai poliziotti della digos di Cosenza e dell’Antiterrorismo della Direzione centrale della polizia di prevenzione.

The post Terrorismo, arrestato presunto foreign fighter a Cosenza: “Pronto ad arruolarsi” appeared first on Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi