Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Ha urlato: “Noi moriamo ad Aleppo, tu muori qui”. Subito dopo ha ucciso a colpi di pistola Andrey Karlov, l’ambasciatore russo in Turchia, durante il suo intervento alla mostra fotografica intitolata La Russia attraverso gli occhi dei turchi, nel Centro d’arte contemporanea di Cankaya, ad Ankara. L’attentatore, un uomo fra i 20 e i 25 anni, ha quindi urlato, brandendo in mano la pistola “Non dimenticatevi di Aleppo e della Siria, Dio è grande. Voi ci uccidete ad Aleppo, e voi morite qui” e poi è stato ucciso, non prima di ferire altre tre persone.

Secondo il quotidiano Sabah, il killer è stato identificato come un diplomato dell’accademia di polizia di nome Mert Altintas. Ventidue anni, si era diplomato nel 2014 all’accademia Rustu Unsal di Smirne. L’uomo parlava in turco e inframmezzava il proclama con espressioni in arabo come “Allah Akbar“. La zona dell’attacco è stata chiusa al traffico e si trova sotto stretta sorveglianza delle forze di sicurezza. Sul posto è giunto anche il ministro degli Interni turco, Suleyman Soylu.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha parlato di “atto terroristico” e ha sottolineato che la questione sarà posta lunedì al Consiglio di sicurezza dell’Onu. “Oggi è un giorno tragico per la diplomazia russa, oggi ad Ankara ad un evento pubblico l’ambasciatore russo è stato ferito mortalmente”, ha detto Zakharova.

L’attentato si è verificato il giorno prima della riunione a Mosca tra ministri degli Esteri di Russia, Iran e Turchia per discutere della situazione di Aleppo. E segue le proteste di massa organizzata ad Ankara e Istanbul contro le rappresentanze diplomatiche russe e iraniane, accusate dai manifestanti di essere responsabili della mancata evacuazione di civili dalla città martire.

 

ORA PER ORA

Ore 18.45 – Gentiloni: “Vicini alla Russia, orrenda uccisione” – “Vicini alla Federazione Russa per l’orrenda uccisione dell’ambasciatore Karlov ad Ankara”. Così il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, su twitter.

Ore 18.43 – Russia: “E’ terrorismo” – La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha parlato di “atto terroristico” e ha sottolineato che la questione sarà posta lunedì al Consiglio di sicurezza dell’Onu. “Oggi è un giorno tragico per la diplomazia russa, oggi ad Ankara ad un evento pubblico l’ambasciatore russo è stato ferito mortalmente”, ha detto Zakharova.

Ore 18.36 – Usa: “Condanniamo l’uccisione” – Gli Stati Uniti hanno diffuso un messaggio in cui condannano l’attentato ai danni dell’ambasciatore russo ad Ankara, “qualunque sia l’origine“.

Ore 18.29 – Tv: “Ha superato i controlli vestito da poliziotto” – L’attentatore ha superato i controlli di sicurezza fingendosi un poliziotto. Lo riporta la tv privata Ntv.

Ore 18.26 – Fonti sicurezza: “Killer vestito da bodyguard” – Il killer, la cui identità non è stata ancora rivelata, si sarebbe presentato vestito in abito scuro e cravatta, come una delle guardie del corpo del diplomatico. Lo ha riferito una fonte citata dall’agenzia di stampa russa Ria Novosti.

L’articolo Turchia, ucciso l’ambasciatore russo ad Ankara. Il grido dell’attentatore: “E’ il conto per la Siria”. Mosca: “Terrorismo” proviene da Il Fatto Quotidiano.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Rispondi

Archivi