Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

accessori

Roma, 22 nov. – (Adnkronos) – La crisi taglia il budget degli italiani per i regali di Natale del 9% e l’esigenza di risparmiare aumenta il rischio contraffazione per i prodotti più gettonati sotto l’albero, dalla moda ai giocattoli, dalle nuove tecnologie agli alimenti. E’ quanto emerge da una analisi di Coldiretti sulla base dell’indagine ‘Xmas Survey 2012’ di Deloitte, in occasione della sesta edizione del premio, organizzato dall’Unione Nazionale Consumatori, ‘Vincenzo Dona, voce dei consumatori’ consegnato al presidente di Coldiretti Sergio Marini.

Per le feste di fine anno le famiglie italiane – sottolinea la Coldiretti – spenderanno per regali in media 263,6 euro (-9% sul 2011). Il 39% della spesa è destinato ai più piccoli tra i quali prevalgono i giocattoli e le nuove tecnologie, mentre tra i più grandi abbigliamento ed accessori la fanno da padroni. Si tratta di oggetti a forte rischio contraffazione che in Italia, secondo il rapporto Mise/Censis, sviluppa un giro d’affari complessivo di 6,9 miliardi, di cui 2,5 miliardi nell’abbigliamento e negli accessori, 1,8 miliardi per i cd e dvd, 1,1 miliardi per l’alimentare, 850 milioni di euro per materiale elettrico ed informatico e 29 milioni per i giocattoli.

Tutti prodotti che finiscono sotto l’albero di Natale degli italiani che nel 52% dei casi si dicono disponibili ad acquistare prodotti contraffatti con una netta preferenza per i capi di abbigliamento e gli accessori taroccati delle grandi firme della moda (29 per cento), secondo un sondaggio on line del sito www.coldiretti.it. Tra gli articoli contraffatti che tentano i cittadini ci sono anche gli oggetti tecnologici (14%) e i ricambi meccanici (6%) mentre c’è diffidenza nei confronti di medicinali e cosmetici (1%), giocattoli (1%) e alimentari (1%).

Nel caso degli alimentari, a differenza degli altri prodotti, più spesso la vendita di prodotti taroccati avviene all’insaputa dell’acquirente: “crimini particolarmente odiosi perché – continua Coldiretti – si fondano sull’inganno nei confronti di quanti, per la ridotta capacità di spesa, sono costretti a risparmiare sugli acquisti di alimenti”. “Gli ottimi risultati dell’attività di contrasto messa in atto dalla Magistratura e da tutte le forze dell’ordine impegnate confermano la necessità di tenere alta la guardia e di stringere le maglie troppo larghe della legislazione a partire dall’obbligo di indicare in etichetta la provenienza della materia prima impiegata, voluto con una legge nazionale all’inizio dell’anno approvata all’unanimità dal Parlamento italiano, ma non ancora applicato”, ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini.

Contraffazione: Catania, impegno convergente su lotta

Fini: dietro la contraffazione c’è la criminalità, consumatori evitino acquisti

Mostrano fieri le proprie creazioni, le ragazze e i ragazzi di Soko Kenya: si tratta di abiti e accessori che hanno realizzato con grande professionalità e tecnica. E’ questo uno degli obiettivi del laboratorio Soko: dare alla popolazione keniota la possibilità di imparare un mestiere. Una via di fuga dalla povertà, senza passare attraverso la carità, ma secondo una visione di lungo periodo e di auto-affrancamento. Soko produce abiti e accessori realizzati in modo etico ed eco-friendly: la produzione, competitiva dal punto di vista del prezzo, è destinata all’esportazione nel mercato internazionale. E’ stata Joanna Maiden, inglese ma ormai keniota d’azione, a fondare Soko nel 2009: il progetto è partito con un solo cliente e quattro lavoratori, oggi i clienti sono nove e i lavoratori sono arrivati a quota trenta.

E’ impazzita per la tecnologia e soprattutto per gli accessori. Giorgia Meloni viene sorpresa ogni giorno in Parlamento con una cover dell’Iphone diversa. In questa foto la vediamo con una copertina arancione con le orecchie da coniglio. In altre occasioni però è stata beccata con una copertina in tinta con l’abito che indossava al momento. 

Pare che l’ex ministro stia sempre incollata al suo Iphone e che nessuno riesca più scambiare due chiacchiere con lei. Forse per riuscire a dirle due parole bisogna chiamarla al telefono o forse basta avvicinarsi con la copertina giusta.

pubblicato da Libero Quotidiano

Capelli biondo platino, occhiali da vista, rossetto cremisi e gonna ampia in puro stile anni Cinquanta, così si presenta agli spettatori di Real Time la style coach più famosa d’Italia: Carla Gozzi. Volto noto al grande pubblico grazie al programma televisivo: ‘Ma come ti vesti!’ in coppia con Enzo Miccio, la sua carriera vanta collaborazioni eccellenti: Ermanno Scervino, Yohii Yamamoto, Mila Schon, Calvin Klein e molti altri grandi nomi. Dal 2009 diviene ‘fashion blogger’ creando un sito dedicato allo stile e alla moda e dal 2010 erudisce le donne con corsi su come vestirsi. Stavolta sarà sola nella conduzione del nuovo programma: ‘Guardaroba Perfetto’ in onda dal 17 settembre su Real Time (dal lunedì al venerdì alle 15). In ogni puntata Carla, come una novella Mary Poppins della moda, senza l’ausilio di costose griffe, ripescherà dagli armadi delle protagoniste femminili indumenti mai indossati dando loro un nuovo glamour.

L’azzurro, il celeste, il turchese, il blu…sono tutti colori che evocano il mare ed il cielo d’estate e, noi non potevamo non tributarli un posto d’onore nella hit-list delle nuances più in voga per questa stagione.

Completo Paco Rabanne PE2012.

Abito da gran sera Giorgio Armani PE2012.

Abito da sera Alberta Ferretti PE2012.

Così, dagli abiti ai cosmetici fino agli accessori, a guardare le collezioni Primavera-Estate 2012 sembra proprio che gli stilisti si siano sbizzarriti nell’ideare capi in queste tonalità che, diciamo la verità: infondono serenità e ricordano magici scenari estivi in riva al mare.

Mini-dress Gabriele Colangelo PE2012.

Partiamo dagli abiti.

Questa volta, a salire in pole-position, sul podio della nostra rubrica: “L’accessorio fashion della settimana” è l’intera collezione di borse

Campagna pubblicitaria Chanel SS '12 by Karl Lagerfeld

ed accessori, firmata Chanel Primavera-Estate 2012.

Collane di perle Chanel SS2012

Chanel spring-summer 2012 ready-to-wear making-of the campaign

Chanel -SS 2012- (Antibes)

Maxi-bags, mini-clutches,

Campagna pubblicitaria Chanel SS '12 by Karl Lagerfeld

spille, orecchini, bracciali, scarpe ed accessori ùber-fashion; tutti disegnati,

ideati ed anche fotografati dalla geniale mente di uno degli ultimi veri divi del fashion-system viventi al mondo: Karl Lagerfeld. Lo stilista della maison

Campagna pubblicitaria Chanel SS '12 by Karl Lagerfeld

Archivi