Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

allo

Una proposta per permettere allo Stato di non pagare più gli interessi (80 miliardi) sul debito, evitare le speculazioni dei mercati, interrompere la creazione di altri titoli di Stato per pagare i precedenti.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Come salvare l'Italia dagli interessi sul debito

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

 

Milano è la capitale della finanza, dell’informazione, della moda. Certo, è anche sede della più grande diocesi cattolica del mondo. Ma sorprende comunque che proprio a Milano, da sempre la città più moderna (il motore) d’Italia, esista un centralino telefonico dedicato agli esorcismi (che risponde allo 02.8556457). A crearlo è stata la Curia meneghina, che allo stesso tempo ha anche raddoppiato da sei a 12 i sacerdoti incaricati di “guarire” i perseguitati dal demonio. “Giungono molte richieste di nomi, indirizzi e numeri di telefono” spiega monsignor Angelo Mascheroni, vescovo ausiliare e responsabile del Collegio esorcisti dal 1995. “Per questo abbiamo attivato un centralino. Chi ha bisogno può chiamare e troverà una persona che smista le segnalazioni sul territorio per evitare alle persone di affrontare lunghi viaggi”. Esorcismi porta a porta, insomma, come nel famoso film di William Friedkin con Linda Blair del 1973. Un super-lavoro, tanto che monsignor Mascheroni ha consigliato ai 12 esorcisti di “tenere una agenda con nomi, numeri di telefono, indirizzi e orari di visita e di non lasciarsi sopraffare. Bisogna salvare l’incolumità professionale di ciascuno, perché questi sacerdoti svolgono anche altri ministeri, di parroco, vicario parrocchiale o decano”. Mascheroni ha anche dato indicazione di chiedere sempre alle persone “se prima di rivolgersi a un esorcista sono state da maghi, che magari hanno spillato soldi. Chiedo anche se sono andati da specialisti, perché talvolta si tratta di fenomeni mentali, psichici e psichiatrici. Poi bisogna difendersi anche dai parenti, perché a volte sono più accaniti loro dei fratelli, figli, genitori, insistono nel dire: ‘c’é di mezzo il diavolo!'”.

 

 

Il tormentone del sudcoreano Psy Gangnam Style reinterpretato da Maurizio Crozza per il suo: Crozza ne Paese delle meraviglie. Il protagonista della nuova versione; l’ex premier Silvio Berlusconi, alle prese con il Pdl in crisi. Nel suo show in onda su La7, il comico genovese parla del ritorno in campo del Cav: “Ha già depositato 9 nomi probabili del nuovo partito…”. Per quanto riguarda il futuro del partito di Berlusconi, Crozza ha poi aggiunto: “Nel PDL sono completamente allo sbando: hanno perso credibilità nei confronti dei loro elettori, dei giornalisti, dei talk Show. Non se li fila più nemmeno il maggiordomo di Bruno Vespa“. 

Crozza: “Il Pdl allo sbando”. Guarda il video su Libero Tv

Crozza imita il Cav e propone 9 nomi per il suo partito. Guarda il video su Libero Tv

La Disney gioca in anticipo il 185° derby della Mole, in scena sabato sera allo Juventus Stadium. E scoppia il finimondo. Perché? La Juventus si trasforma in Rubentus, tra l’indignazione dei tifosi bianconeri e l’ilarità di quelli del Torino. Un semplice modo per storpiare il nome della Vecchia Signora, scaturito dalla fantasia degli sceneggiatori della famosissima compagnia di fumetti californiana, o un attacco (non voluto?) nei suoi confronti? Sta di fatto che l’ira dei tifosi juventini si è scatenata sul web.

L’Italia non riuscirà a conseguire gli obiettivi di riduzione del deficit pubblico all’1,7% del Pil nel 2012 e allo 0,5% nel 2013, e rischia di registrare un disavanzo del 2,5% e dell’1,3% del Pil. “La medicina sta uccidendo il malato“, denuncia l’Osservatorio francese delle congiunture economiche. (Foto: a destra direttore Xavier Timbeau).

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Economisti: Italia, serve manovra da 20 miliardi

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

David Beckham paparazzato allo Staples Center di Los Angeles. Il calciatore, sugli spalti per seguire il match tra LA Lakers e Indiana Pacers, sembra essere più interessato all’esibizione delle sexy cheerleaders. Chissà come ha reagito la moglie Victoria Beckham


pubblicato da Libero Quotidiano

Quando Victoria non c'è Beckham ammira le cheerleaders

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Ai più attenti non sarà sfuggita, domenica sera, la biondina seduta alla sinistra di Silvio Berlusconi in tribuna d’onore a San Siro. Il Cavaliere, in conclusione di un weekend tutto rossonero, dopo la visita a Milanello ha seguito allo stadio il suo Milan nel big match contro la Juventus, vinto 1-0 dal Diavolo. Sulle poltroncine c’era un po’ tutta la “famiglia allargata” di Berlusconi: dal vicepresidente Adriano Galliani (con immancabile figlio) al senatore Pdl Marcello Dell’Utri, dalla pasionaria Daniela Santanchè al compagno – juventino - Alessandro Sallusti (il direttore del Giornale raggiunto l’indomani mattina dall’ordine di arresti domiciliari). Vicinissima al Cav c’era poi Maria Rosaria Rossi, la fedelissima deputata-segretaria-factotum. Ma più vicine ancora, accanto per la precisione, c’erano due graziose signorine. Da una parte la figlia Barbara Berlusconi, già nel consiglio d’amministrazione del Milan. L’altra, invece, è appunto una biondina che a San Siro s’era vista sempre poco. Chi è? Francesca Pascale, la giovane consigliera comunale di Napoli nonchè già valletta di Telecafone che in tanti da qualche mese danno come “fidanzata” di Berlusconi. D’altronde, c’era lei a Palazzo Grazioli, un annetto fa, la sera prima della crisi di governo. Ed era sempre lei ospite fissa ad Arcore, anche dopo la bufera del Rubygate. Insomma, più che una sorpresa una conferma.

Con tutta probabilità sarà la sua ultima uscita per un po’ di tempo: allo stadio Meazza, in tribuna con Silvio Berlusconi, per assistere a Milan-Juventus. Al direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti, è stato notificato l’ordine di arresti domiciliari, con il quale diventa effettiva la pena restrittiva venuta con la condanna per diffamazione. Dopo mesi di bailamme parlamentare sulla nuova legge sui reati a mezzo stampa (detta, “in suo onore”, salva Sallusti, ma che invece non gli risparmia niente e fa infuriare i giornalisti), di polemiche mediatiche, di solidarietà e ostilità trasversali agli schieramenti, per il direttore è arrivato il momento di affrontare la condanna a 14 mesi. L’ultima serata in libertà, dunque, allo stadio con l’ex premier.

La cifra esatta è 12,6 miliardi di cui 3,3 provenienti dalle abitazioni principali e i restanti da altri immobili. La zona più “colpita” è il centro Italia, 746,27 euro per immobile. Il 54,81% del gettito arrivera’ dai contribuenti del Nord.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Imu: quasi 13 miliardi l'anno allo Stato, 55% dal Nord

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Dove non vuole andare un cantante, ci può stare un fisico delle particelle elementari. Rosario Crocetta, neo-eletto presidente della Regione Sicilia, propone ad Antonino Zichichi, luminare della scienza con origini trapanesi, l’assessorato ai Beni Culturali, lo stesso rifiutato dal cantautore Franco Battiato perché troppo impegnativo. In attesa della risposta di Zichichi (cavaliere della Repubblica e medeaglia d’oro ai benemeriti per il proprio lavoro di ricerca e divulgazione scientifica), Crocetta si crogiola nella “giunta di alto profilo che sto formando”. Ha ingaggiato Battiato al Turismo, Lucia Borsellino, il pm antimafia Nicolò Marino e la funzionaria di Confindustria Linda Vacheri, e per lunedì la scadenza per la chiusura dell’esecutivo. “Sono convinto che Zichichi accetterà perché ama molto la Sicilia”, dice Crocetta. Che approfitta per lanciare una stilettata a Pd e Udc, partiti che l’hanno sostenuto e che si aspettavano maggiore considerazione: il presidente annuncia di non voler più andare agli appuntamenti con i partiti ma di aspettare che gli stessi partiti gli indichino la rosa dei nomi che “devono essere di alto profilo e non di deputati”. Proprio la scelta di Zichichi, per Crocetta, “vuole essere un segnale ai partiti” perchè comprendano che occorre puntare su personalità “per segnare una vera svolta in Sicilia”.

Archivi