Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

amicizie

 

Si è appena candidato e già è stato malignamente battezzato “Il sindaco tronista”. Alfio Marchini, 47 anni, erede della famiglia di costruttori ribattezzata  ”Calce e martello” ha deciso di candidarsi a sindaco di Roma. Aiutato dagli esperti di comunicazione di Obama, Marchini ha annunciato la sua discesa in campo alla trasmissione “In mezz’ora” di Lucia Annunziata. “Mi candido – ha spiegato – con una lista civica, primo passo verso un Movimento metropolitano”. Ammette di non aver votato alle primarie ma di averne apprezzato lo spirito, dice: “Non mi sento vicino al centrodestra. Speravo che Alemanno potesse essere il Petroselli di destra, ma il suo fallimento è acclarato”. Poi ha aggiunto: è arrivato il momento di qualcosa di nuovo perché nell’offerta politica non c’è nulla che soddisfi le aspettative del 30, 40 o 50% delle persone”. A Grillo riconosce la capacità di creare un movimento che non è antipolitica. “Manca però concretezza nelle soluzioni”, sottolinea.

La rete delle amicizie  Nella sua avventura politica Marchini può contare su un’ampia rete di amicizie, tra cui quella con Francesco Gaetano Caltagirone ereditata dal nonno che Alfio, è amico di Massimo D’Alema e l’ex consigliere della sua fondazione Italianieuropei (la sede è in un palazzo della famiglia Marchini), e quando l’ex premier era segretario del Pds, Alfio investì per breve tempo anche nell’Unità. Ha buoni rapporti con Giuliano Amato, Mediobanca (era uno dei preferiti di Enrico Cuccia), il Vaticano, e un’amicizia con l’ex premier israeliano Shimon Peres, che gli ha aperto le porte del mondo ebraico. 

 

Amici, soci e parenti nella direzione generale alla ricerca del Miur, il ministero dell’Università, che assegna i fondi alla ricerca. Nella “casa di vetro” del ministro Profumo non si entra causa “ispezione” in corso. Ma anche stando alla finestra s’intravede almeno un brandello di quella rete di parentele, amicizie e legami ai vertici della Direzione Generale accennati nel dossier anonimo recapitato alla redazione del Fatto. Che siano relazioni “pericolose” è da vedere, sicuramente non sono le sole. Ma certo non diradano i dubbi su possibili “facilitatori” e  conflitti di interesse nel sistema d’assegnazione dei fondi destinati a risollevare le sorti della ricerca italiana.

 

Storie di ristoranti, amicizie e intrecci che si sviluppano tra un piatto di spaghetti cacio e pepe e una portata d’abbacchio. Uno degli epicentri della Roma che conta è Alvaro, al Circo Massimo, una storica trattoria della capitale. Ed ecco che, come riportato da Il Giornale, a un tavolo viene avvistata una strana coppia: il direttore di Repubblica, la “penna rossa” Ezio Mauro, e il pm Francesco Greco, procuratore aggiunto capitolino, nonchè unico “superstite” dello storico pool di Mani Pulite della procura di Milano, una toga in primissima linea nella lotta alla corruzione. Chi sedeva ai tavoli vicini, ha riferito, ha sentito la coppia parlare della riforma della giustizia. E chissà di che cos’altro Mauro e Greco, tra una portata e l’altra, hanno discusso…

 

Pause, ricreazioni, riflessioni, spunti, chiacchiere, dibattiti, consigli, sfoghi, amicizie e di tutto di più (molto meglio di Facebook e Twitter) tra gli utenti di Wall Street Italia.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

WSI Social Club

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

L’app consente di scoprire persone nelle vicinanze con cui si condividono amicizie o interessi. Team incorporato nel colosso di Zuckerberg. Tra loro il Ceo Andrea Vaccari. Orgoglio per tanti piccoli sviluppatori.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Glancee, la piccola start up italiana comprata da Facebook

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi