Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

appassionato

Vengono da tutta Italia, ma la maggior parte dal nord. Sono 1.400, c’e’ un 50enne appassionato di microcredito, un giovane che ha sfidato la Camorra, un piemontese che cita Ghandi e un 26enne neolaureato in ingegneria fisica esperto di energie rinnovabili: GUARDA VIDEO

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Ecco chi sono i candidati alle parlamentarie indette da Grillo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Un abbraccio tenero e appassionato. Lui che stringe Michelle, chiude gli occhi e assapora il gusto della vittoria. Una abbraccio che diventa il simbolo di queste elezioni, una foto che è entrata già nella storia.  Twitter ha comunicato di aver raggiunto la cifra record di 31 milioni di cinguettiì riferiti all’evento elettorale americano, il precedente record era stato di 10 milioni in occasione del primo confronto televisivo tra Obama e Romney lo scorso 3 ottobre. Nel momento della conferma della vittoria il ritmo dei messaggi è diventato frenetico, 327 mila al minuto e il più ritwittatp è stato quello sempre di Obama con la frase: “Four more years” come didascalia alla foto dell’abbraccio con la moglie Michelle.

Sono un appassionato di cinema. Posseggo qualche migliaio di film. Qualche piccola competenza in materia ce l’ho. E mi domando come mai il tema ambientale sia così negletto nel cinema.

A Torino ogni anno si svolge Cinemambiente, giusto dedicato alla tematica ambientale nel cinema. Ma si tratta pressoché solo di documentari. Manca il cinema di fiction. Anche in un tempo come l’attuale, in cui l’ambiente dovrebbe, per chi è sensibile come spesso sono i registi, destare grande preoccupazione. E dire che veicolare il tema ambientale potrebbe avvicinare molte persone, far riflettere.

“Uccelli di rovo” in Argentina, una televisione ha diffuso le immagini di un bagno appassionato tra con Mons. Fernando Maria Bergallo e una donna a largo di una spiaggia caraibica. Il prelato è titolare della Caritas per l’America Latina e della diocesi di Merlo, nella periferia di Buenos Aires. Subito dopo lo scoppio dello scandalo, l’uomo ha contattato l’emittente dichiarando che le immagini risalivano a due prima e la donna in questione era solamente una cara amica d’infanzia. Secondo i media, che non credono a questa storia e si chiedono chi possa aver inviato le immagini alla redazione, i due erano amanti e avrebbero soggiornato in un lussuoso hotel messicano. 

La reazione della chiesa - Intanto il nunzio apostolico, Mons. Emil Paul Tscherring, ha convocato una riunione d’urgenza per affrontare lo scandalo e presto potrebbe avviare un’indagine interna per prendere misure in merito al futuro del prete protagonista del caso.

Guarda il video su Libero Tv

 

Era uno dei misteri che avevano appassionato centinaia di migliaia di telespettatori del cartone animato “I Simpson”. Dove si trovava la vera Spriengfield, la città di Homer, Marge, Bart e Lisa? Matt Groening, il creatore della famiglia più irriverente del mondo, aveva sempre taciuto, aiutato anche dal fatto che negli Stati Uniti son ben 53 le località che portano il nome della famosa città. Adesso però ha deciso di vuotare il sacco. Si tratta di Springfield in Oregon, a soli 160 km da Portland, dove è cresciuto Groening. ” Da piccolo – ha spiegato il disegnatore – guardavo la serie tv Father Knows Best. Ed era ambientato in una città chiamata Springfield. Quando ho scoperto che ne esistevano 53 mi sono detto ‘fico: ognuno potrà pensare che si tratta della sua”. Una scelta ponderata quindi che ha aiutato a conservare il segreto per venti anni. Mantenuto anche grazie ad indizi fallaci che posizionavano Spriengfield in altri stati. Alla prova dei fatti però, le somiglianze tra la vera Spriengfield e la città dei Simpson sono veramente poche. Il sindaco infatti ha rivelato che “Tante cose che ci sono nello show non esistono. Noi non abbiamo una centrale nucleare, ad esempio. Ma abbiamo un sacco di famiglie di operai che vanno in chiesa ogni settimana e cenano insieme. Quello è accurato”.

Archivi