Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

disegno

La Puglia taglia ma non troppo. Solo venerdì scorso, infatti, la Regione aveva approvato un disegno di legge sulla riduzione dei costi della politica che prevedeva, tra le altre cose, una sforbiciata agli stipendi dei membri del Consiglio, l’abolizione di vitalizi e assegni di fine mandato e la revoca di ogni compenso ai condannati in via definitiva. “Un risparmio complessivo di 4 milioni e 800 mila euro all’anno”, aveva annunciato con soddisfazione il presidente del Consiglio Regionale, Onofrio Introna. Ora, però, arriva la denuncia di alcuni attivisti del Movimento 5 Stelle: “E’ solo fumo negli occhi: hanno fatto il minimo indispensabile per ottemperare alle direttive del Governo. E così hanno evitato i tagli più consistenti che chiedevamo noi e migliaia di cittadini pugliesi”.

Il progetto del governo guidato da David Cameron di creare “tribunali segreti” riceve uno stop dalla camera alta del parlamento britannico, la House of Lords, che ieri ha approvato una serie di emendamenti che hanno letteralmente annacquato il disegno di legge. “Corti segrete”, appunto, completamente a porte chiuse e nelle quali neanche gli imputati, assistiti da avvocati “speciali” sarebbero a conoscenza di tutte le accuse loro rivolte. Questo vorrebbero un gruppo di ministri del governo di coalizione fra conservatori e liberaldemocratici, per poter trattare casi di interesse nazionale, relativi a estradizioni o a legami con la Cia americana, e tutti quei casi in cui agenti dell’MI5 e MI6, il complesso dei servizi segreti britannici, siano chiamati a testimoniare. Ma la House of Lords ha bloccato questo progetto, che da mesi costituisce lo spauracchio di associazioni per la giustizia “aperta” e per la difesa dei diritti civili. E soprattutto un emendamento, presentato da alcuni senatori liberaldemocratici, ha annacquato il tutto.

Governo battuto durante l’esame del disegno di legge per il taglio ai costi della politica nelle commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera. E’ passato contro il parere dell’esecutivo un emendamento di Simonetta Rubinato (Pd) uguale ad analoga proposta della Lega che cancella le penali per l’estinzione anticipata dei prestiti dei Comuni.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Spariscono le riduzioni Irpef dal disegno di legge stabilità. Nuovo accordo dopo l’incontro alla Camera tra il ministro dell’Economia Grilli e i due relatori di PdL e PD, Brunetta e Baretta.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Addio tagli Irpef: ok risorse per Iva e cuneo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Da giorni gli addetti ai lavori litigano sull’interpretazione della nuova regolamentazione delle autorizzazioni edilizie in aree sottoposte a tutela. Per essere un articolo di un disegno di legge «sulla semplificazione», e scritto da un governo tecnico, non c’è male.

Per le associazioni ambientaliste, la norma apre un varco alla cementificazione anche delle porzioni protette del nostro martoriato territorio. Per i ministri dell’Ambiente e dei Beni Culturali, non è vero: «non c’è nessuna diminuzione del livello di tutela del paesaggio». Per Salvatore Settis, infine, «il disegno di legge sulle semplificazioni appena approvato dal Consiglio dei ministri si scontra con un piccolo intoppo: la Costituzione» (Repubblica, 21 ottobre).

Meritoriamente il Governo approva un disegno di legge per la valorizzazione delle aree agricole e il contenimento del consumo del suolo. Prevede diverse iniziative i cui risultati dipenderanno dall’attuazione che ne sarà data. Ma la procedura per disegnare la geografia delle aree edificabili nel nostro paese sembra macchinosa e potrebbe innescare conflitti tra territori e tra livelli istituzionali. Meglio sarebbe se ai comuni fosse consentito di approvare nuovi piani attuativi di aree già edificabili solo dopo la conclusione di quelli varati in precedenza.

di Raffaele Lungarella* (Fonte: lavoce.info)

Ci risiamo. Deve essere davvero irresistibile per alcuni Parlamentari italiani la tentazione di imbavagliare il web costringendo la blogosfera al silenzio.

Non si spiega diversamente perché, ciclicamente, in Parlamento faccia capolino l’idea liberticida di assoggettare tutti i “siti informatici” all’obbligo di rettifica previsto dalla vecchia legge sulla stampa.

48 ore per procedere alla rettifica a pena di una sanzione pecuniaria a quattro zeri per i gestori di tutti i siti informatici.

E’ questo il contenuto di una pioggia di emendamenti presentati al Disegno di Legge in materia di diffamazione che il Senato sta discutendo, in questi giorni, a ritmo serrato, sull’onda emotiva del caso Sallusti.

Commissione di Bilancio denuncia l’assenza della copertura finanziaria nel ddl sugli espulsi dal mercato del lavoro: “ampiamente insufficiente”, 5 miliardi dovevano essere riperiti da nuove tasse.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Pensioni: manca la copertura su disegno legge esodati

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Il 3 ottobre 1990 si compiva il grande disegno di Helmut Kohl. Ma il cancelliere non aveva previsto che il peso degli aiuti all’est avrebbe cambiato la cultura politica tedesca, preparando la crisi Ue. L’opinione di Wolfgang Munchau sullo Spiegel

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Germania: la riunificazione e' il suo peccato originale

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

L’Alieno bussa sempre almeno due volte. Dove il potere si riunisce e basta un graffio sul muro, un disegno irridente o una domanda per denudarne le intenzioni. Quattro amici in boxer per un Paese in mutande. Matteo, cuoco e rapper. Paola, performer milanese. Marta, studentessa iscritta a Farmacia. Un artista di strada di Ferrara, Andrea Amaducci. Si sono incontrati, riconosciuti nella foschia dei tempi, hanno deciso di protestare spogliandosi, esponendo cartelli a sfondo sociale e aprendo un gruppo Facebook in ascesa (“Il sogno dell’Alieno”). Messaggi in vista, corpi senza protezione, provocazioni sensate, Digos sempre alle tacche e crisi di nervi dietro l’angolo. Al meeting ciellino di Rimini, a Cernobbio di fronte a economisti e parolai, al Festival di Venezia e a Modena, nella democratica culla emiliana del Pd (oratore Bersani) dove sorpresa e irritazione del servizio d’ordine hanno provocato il corto circuito della censura.

Archivi