Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

festa

Dunque va a finire che i giovani non cercano più i mastri, perdono la disposizione ad essere “veri” apprendisti. Perché dovrebbero? Dal momento che i loro orizzonti si sono “allargati” e che il sapere legato alla pratica di un mestiere è rimasto, per così dire, confinato in un ambito ristretto?

A che può servire, per esempio, imparare a scolpire la pietra se si pensa di andarsene? E se si pensa che, là dove si andrà, la pietra rifinita ad arte non ha la stessa importanza che in paese, dove ogni casa ha un piccolo “pezzo” di quell’arte? E che può servire, ancora, imparare a costruire e suonare uno strumento tradizionale, se i riferimenti “esterni” valorizzano altri suoni e altri modi di condividerli? Se le occasioni e le situazioni in cui quella musica ha senso non si danno più?

Roma, 4 dic. – (Adnkronos) – Il 10 dicembre sarà il Terra Madre Day, la festa di tutte le culture gastronomiche locali. Giunta alla sua quarta edizione, l’iniziativa promossa da Slow Food che nel 2011 ha registrato la partecipazione di 200 mila persone in 125 Paesi, prevede anche quest’anno festival gastronomici e cene a tema, mercati contadini e visite in fattoria, degustazioni nelle scuole e conferenze con il coinvolgimento di produttori, comunità del cibo, cuochi, giovani, accademici e consumatori appassionati o semplicemente curiosi. Per trovare l’evento più vicino alla propria città basta visitare il sito http://goo.gl/8RuW8.

Si potranno riscoprire cereali antichi e ricette tradizionali per fare in casa pani e dolci; partecipare a uno dei tanti incontri tra produttori e co-produttori per conoscere le storie di chi con il proprio lavoro si prende cura della terra e degli animali; conoscere contadini e allevatori che operano nel proprio territorio e toccare con mano le tecniche virtuose con cui il nostro cibo è prodotto; portare con sè i più piccoli a cui sono dedicate iniziative di educazione alimentare e coinvolgenti laboratori. Non mancheranno le cene che vedranno gli chef all’opera con i prodotti dei Presìdi, dalle carni delle razze tutelate da Slow Food al pollo bianco di Saluzzo all’agnello di Alpago.

A l’Eat-In di Torino, sabato 8 tutti sono invitati a portare e condividere il proprio cibo, acquistato localmente e preparato in casa, per un pranzo aperto. Anche nel resto del mondo i gruppi locali di Slow Food si stanno preparando: nel campo profughi di Farra a Nablus, in Palestina, in collaborazione con la Youth Development Association e la locale scuola femmnile, si terranno laboratori e conferenze per degustare e ricordare i piatti della tradizione palestinese. A Toronto, in Canada, i soci Slow Food hanno lanciato una sfida gastronomica ai membri delle loro comunità: preparare i pasti utilizzando solo materie prime ed evitando tutti i prodotti industriali, dagli ingredienti strani e impronunciabili, di provenienza non certificata o dal colore improbabile.

E’ appena inziata la Novena in onore della Immacolata Concezione, che prepara appunto alla festa dell’8 dicembre, nella basilica dei Santi Apostoli, nel cuore della Capitale. I Francescani Conventuali, quando arrivarono nella basilica, nel 1453, trovarono con gioia che il culto dell’Immacolata vi era già stato introdotto dal cardinale Bessarione,  che aveva fatto anche dipingere una bella raffigurazione della Madonna “concepita senza peccato” e che ancora oggi si può ammirare nell’antica chiesa. Nel 1477 il papa Sisto IV,  anch’egli francescano Conventuale, decise  di celebrare con molta solennità la festa dell’8 dicembre. È questo il primo germe di quella che diventerà la famosa “Novena dell’Immacolata”, che i parroci dei Santi XII Apostoli si impegnarono a diffondere non soltanto entro i confini parrocchiali, ma anche in tutta la città di Roma e del Lazio. La proclamazione del dogma dell’Immacolata, fatta da Pio IX nel 1854, diede ulteriore impulso a questa devozione. Il Papa stesso, fino al 1969, veniva a presiedere la funzione la sera del 7 dicembre, mentre in ognuna delle altre sere era presieduta da un cardinale. In tempi più recenti, anche i Papi, il beato Giovanni XXIII e Paolo VI, hanno onorato la Vergine Immacolata ai Santi Apostoli la sera del 7 dicembre, almeno una volta durante il loro pontificato. 

 

Per quest’anno l’appuntamento è tutte le sere alle ore 18.30 con la Messa, presieduta da un porporato. L’Omelia sarà tenuta ogni sera da monsignorDomenico Paoletti, p reside della Pontificia Facoltà Teologica S. Bonaventura. Canto del Tota Pulchra del padre Alessandro Borroni

Il tema della Novena 2012 sarà “Beata colei che ha creduto” Maria paradigma della fede cristiana.

La Novena è già cominciata  il 29 novembre con il cardinale Paul Poupard, presidente emerito del Pontificio Consiglio della Cultura. Gli altri porporati  quest’anno, sono, in successione fino al 7 dicembre compreso; Domenico Calcagno, Antonio Canizares Llovera, Velasio De Paolis, Giuseppe Versaldi, José Saraiva Martins, Dario Castrillon Hoyos, Stanislaw Rylko e Giovanni Battista Re l’8 dicembre.

Il servizio di canto sarà svolto dai cantori della Cappella Costantiniana diretta da padre Gennaro Becchimanzi, Viceparroco dei SS. XII Apostoli

La festa dell’Ashura cade il decimo giorno del mese di Muharram, il primo del calendario religioso musulmano. E’ un giorno di festa per tutti i musulmani perché ricorda quando Noé lasciò l’arca alla fine del diluvio e quando Mosé (Musa per i musulmani) venne protetto da Dio contro il Faraone. Per gli sciiti, però, l’Ashura è soprattutto il giorno del martirio di Hussein, nipote di Maometto, ucciso nella battaglia di Karbala, nel 680. Karbala, in Iraq, è meta ogni anno di centinaia di migliaia di pellegrini che celebrano l’Ashura visitando il mausoleo di Hussein. E proprio a Karbala, uno dei più santi luoghi della devozione sciita, è esplosa oggi una delle bombe che hanno trasformato, ancora una volta l’Ashura in una giornata di sangue. L’autobomba che a Karbala ha ucciso quattro persone e ne ha ferite altre 16 era parcheggiata proprio all’ingresso di un altro santuario, quello dell’imam Abbas. Quasi contemporaneamente, un’altra autobomba è esplosa ad Hilla, una città prevalentemente sciita non lontana da Kerbala.

Da Laetitia Casta a Irina Shayl, ecco tutte le modelle e le attrici alla festa di Vogue a Madrid con Mario Testino. (foto Splash)


pubblicato da Libero Quotidiano

Da Laetitia a Irina, tutte le top alla festa di Vogue

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

 

di Luciano Capone

“Le primarie sono state una grande festa di  partecipazione democratica. Noi di Libero ad esempio abbiamo votato  tre volte di fila, due a Milano (stessa sezione) e una a Monza, sempre democraticamente. Non abbiamo corrotto nessuno, né abbiamo falsificato documenti.  Secondo il regolamento del Pd, ogni studente o lavoratore fuori sede doveva inviare, entro le 19 di venerdì 23 novembre, una e-mail al coordinamento provinciale della zona ove intendeva votare. I coordinatori avrebbero avvisato del cambio i colleghi della provincia di residenza e, infine, indicato all’elettore la nuova sezione in modo da evitare falle utili a chi avesse voluto alterare la gara. E invece no”.  

Leggi l’articolo integrale su Libero in edicola oggi, martedì 27 novembre

 

Una carriera ineguagliabile, un ritiro e un ritorno, ma questa volta non c’è margine per tornare indietro. Dopo sette titoli mondiali, 308 Gp disputati, 91 vinti, 155 podi, 1.566 punti ottenuti, 68 pole position e 77 giri veloci, Michael Schumacher appende il casco al chiodo e dice addio alla Formula 1. Nella gallery la festa d’addio organizzata dalla Mercedes, il suo ultimo team (esordì in Jordan, passò in Benetton, poi la gloria in Ferrari).


pubblicato da Libero Quotidiano

Schumacher appende il casco al chiodo: la festa organizzata dalla Mercedes

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

La chiusura di Wall Street, in occasione della Festa del Ringraziamento, aumenta il rischio di volatilità. Usare gli stop loss per gestire meglio i rischi. Euro suscettibile a qualsiasi rumor.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Liquidità inferiore a livelli standard, si raccomanda cautela

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

A sostenere la Borsa americana la notizia del cessate-il-fuoco fra Hamas e Israele. I guadagni sono stati tuttavia limitati dalla nuova impasse europea relativa all’erogazione degli aiuti alla Grecia. Oggi la Borsa americana sarà chiusa.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Segno più a Wall Street alla vigilia della Festa del Ringraziamento

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Roma, 19 nov. – (Adnkronos) – Oltre 500 eventi in tutta Italia per celebrare tutti insieme la Festa dell’Albero, in programma il 21 novembre. Giunta alla 18esima edizione, anche quest’anno la campagna di Legambiente dedicata alla riqualificazione del verde urbano coinvolgerà cittadini, studenti e amministrazioni locali nella piantumazione di alberi all’interno delle scuole, nei parchi pubblici e nelle aree degradate della città. In particolare l’edizione di quest’anno vuole promuovere la co-gestione delle aree verdi urbane, sollecitando amministrazioni ed enti ad affidare questi spazi ad associazioni e cittadini che ne fanno richiesta, seguendone poi insieme la gestione.

Il 21 novembre, spiega Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente, “saranno coinvolte circa 2000 classi e 50mila bambini, perché la tutela del verde deve riguardare prima di tutto i più giovani. L’obiettivo è quello di sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza della gestione e della conservazione degli spazi verdi, luoghi di socializzazione e d’incontro che oggi tendono a scomparire”. Ad aprire il 21 novembre le celebrazioni della Festa dell’Albero, saranno alcuni eventi all’insegna della co-gestione. In Campania, l’appuntamento è nel Parco Eco-Archeologico di Pontecagnano Faiano, in provincia di Salerno, dove verranno messi a dimora nuovi arbusti.

In Emilia Romagna, a Parma, i volontari del Cigno Verde, insieme ad alcune cooperative sociali di tipo B aderenti al Consorzio Solidarietà Sociale, e ai bambini della ludoteca ‘L’isola che non c’è’, pianteranno alcuni esemplari di alberi da frutto e piante autoctone presso l’area verde che circonda la sede Legambiente di via Bizzozzero. Invece a Bologna, la Festa dell’Albero si celebrerà a Piazza XX settembre, dove saranno distribuite specie autoctone da parte del vivaio regionale e dieci giovani alberi da parte di Legambiente per fari rifiorire i cortili scolastici.

Invece in Lombardia, a Mortara (Pv), i volontari del Cigno Verde in collaborazione con gli studenti della scuola media, la Provincia di Pavia, il comune di Mortara, si daranno appuntamento presso l’istituto scolastico “Josti Travelli” per piantumare nuovi alberi. In Veneto, a Lama Polesine (Ro), il 25 novembre la Festa dell’Albero verrà ripulita l’area dell’ex scalo ferroviario, a fianco della stazione dei treni di Lama Polesine, e verranno piantati alberi da frutto e arbusti locali.

Durante la Festa dell’Albero, ci sarà anche un doppio ‘taglio del nastro’ per l’inizio di un percorso di co-gestione di aree verdi urbane. In questa occasione Legambiente metterà a dimora diverse specie arboricole: in particolare a Cori (Lt) con la firma di un protocollo di intesa con l’amministrazione per la gestione di diverse aree verdi; mentre ad Aprilia (Lt) inizierà la gestione del Parco della Lirica, un’area di 5 ettari che sarà progettata e gestita dai volontari dell’associazione ambientalista insieme alle scuole del territorio.

Infine anche quest’anno Legambiente, per coinvolgere sempre più attivamente le scuole, ha indetto due concorsi: il primo è un concorso letterario di scrittura dal titolo, ‘L’albero racconta’, ed è rivolto ai bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni che vorranno esprimersi con un racconto. La seconda, novità di quest’anno, è un concorso giornalistico, ‘Storia di un Parco’, aperto ai ragazzi dagli 11 ai 18 anni. L’obiettivo è di stimolare lavori di sensibilizzazione sul degrado delle aree verdi urbane attraverso articoli e video. I lavori dei vincitori saranno pubblicati sul sito di Legambiente. Tutti gli appuntamenti dettagliati della Festa dell’Albero su www.legambiente.it

Archivi