Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Nato

Qualche giorno fa, Jihad Makdissi, portavoce del Ministero degli esteri siriano dal 1998 al 2012, ha defezionato dal regime e sembra che ora si trovi a Londra. Il governo siriano, dal canto suo, ha dichiarato, tramite la televisione Al Manar, organo informativo di Hezbollah, che Makdissi sarebbe stato licenziato dal Ministero. Una dichiarazione (giustificazione) analoga era stata data dal governo quando Ryad Hajab, ex Primo ministro, aveva disertato le fila del regime riparando con tutta la famiglia in Giordania.

La Turchia lo chiedeva da tempo. Ora è stata accontentata. Come previsto la Nato ha autorizzato il dispeigamento di batterie di sistemi di difesa antimissile Patriot in Turchia al confine con la Siria. Lo ha deciso il vertice dell’Alleanza Atlantica accogliendo la richiesta di Ankara, costretta più volte a rispondere a colpi sparati dalla Siria e caduti in Turchia. L’episodio più grave causò 5 morti ad Akcacale all’inizio di ottobre. I Patriot, di fabbricazione Usa, dovrebbero essere forniti da Germania e Olanda come avvenne nel 2003 in occasione dell’invasione in Iraq. Una soluzione che può garantire meglio i confini turchi ma che sembra un segnale alla Siria da parte della Nato. Gli Stati Uniti in sostanza armano la Turchia per cercare di piegare la resitenza di Damasco. Intanto in Siria la guerra civile continua ad insanguinare le strade. E il regime resta alò suo posto. 

Belen Rodriguez sarà una madre bellissima ma anche molto ansiosa. La showgirl e il fidanzato Stefano De Martino hanno deciso di prenotare il posto a scuola per il piccolo Santiago, che ancora non è nato. E così il piccolo di casa Rodriguez-De Martino nascerà a fine aprile ma sembra avere già il suo posto prenotato all’asilo. La scelta dalla coppia è ricaduta su un prestigioso istituto di lingua inglese al centro di Milano che tiene bambini dai 6 mesi ai 6 anni. 


pubblicato da Libero Quotidiano

Belen mamma ansiosa: il figlio non è ancora nato e già lo ha iscritto all'asilo

Notizie del italia, economia, notizie italia

Ecco a Liverpool, in Gran Bretagna, il cucciolo di rinoceronte bianco nato al Knowsley Safari Park. 


pubblicato da Libero Quotidiano

Liverpool, ecco il cucciolo di rinoceronte bianco

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Si allarga l’inchiesta che ha portato alle dimissioni del capo della Cia, David Petraeus. Il comandante delle forze Usa e Nato in Afghanistan, John Allen, è indagato nell’ambito dello scandalo esploso quando è venuta alla luce la relazione extra comiugale tra Petraeus e la sua biografa Paula Broadwell. L’inchiesta del Pentagono riguarda presunte comunicazioni “inappropriate” tra il generale Allen e Jill Kelly, la donna che ha dato il via all’indagine, denunciando le mail minatorie della Broadwell. L’Fbi ha scoperto tra le 20 e le 30mila comunicazioni, in gran parte mail inviate tra il 2010 e il 2012. 

Il generale resterà alla guida delle truppe Isaf in Afghanistan durante l’inchiesta, ha assicurato il segretario alla Difesa Usa Leon Panetta, auspicando tuttavia che il Senato ratifichi presto la nomina del successore di Allen, generale Joseph Dunford. Panetta però ha anche chiesto e ottenuto da Barack Obama il congelamento della nomina di Allen a comandante supremo della Nato in Europa, prevista per l’inizio del 2013. Il presidente “ha congelato la nomina, in considerazione dell’inchiesta”, ha annunciato un portavoce della Casa Bianca.   

Ma i nuovi sviluppi del caso corrono paralleli con l’indagine interna dell’Fbi, che ha messo sotto inchiesta (e ha rimosso dall’incarico) l’agente amico della Kelley che contribuì a fare avviare l’indagine. La decisione è stata presa a causa delle preoccupazioni dei suoi superiori sulle implicazioni “personali” nella vicenda. Stando a quanto rivelato dal Wall Street Journal, l’agente era “ossessionato” dalla vicenda, e avrebbe inviato foto che lo ritraevano a torso nudo alla stessa Kelley, che si era rivolta a lui dopo aver ricevuto le mail minacciose della Broadwell. 

La stampa americana riferisce intanto che a metà della scorsa estate Petraeus intimò alla Broadwell di smettere di inviare email minatorie alla sua amica di famiglia. L’ex direttore della Cia rimase “sconvolto” nel venire a conoscenza delle minacce. Il quotidiano britannico Telegraph ha rivelato inoltre che Petraeus e la sua amante avevano un indirizzo comune di posta elettronica che permetteva loro di scambiarsi email limitando al massimo il rischio di essere intercettati. Il trucco, usato da tempo anche dai terroristi di al Qaeda e dagli adolescenti di mezzo mondo per evitare intrusioni da parte dei genitori, prevede di scrivere e-mail e di salvarle in bozza senza inviarle, lasciandole alla lettura della seconda persona con accesso all’account.

E’ morto a Roma ad 86 anni Pino Rauti, all’anagrafe Giuseppe Umberto Rauti. Era nato il 19 novembre 1926 a Cardinale. Figura di spicco della destra italiana, Rauti è stato un politico, giornalista e fondatore del Movimento Sociale Italiano, alla fine del 1946.


pubblicato da Libero Quotidiano

Addio a Pino Rauti, figura di spicco della destra italiana

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Davvero un caso che fosse nato in Germania, settimo di nove figli. Helmut Haller, in realtà, era un campione latino, per il palleggio raffinato, il carattere impulsivo, certi eccessi extracalcio. Una natura allegra, ribelle, poco incline alla banalità, nella giocata estemporanea, nell’interpretazione godereccia della vita.

Per questo da noi ha sempre trovato l’habitat ideale per alternare colpi di classe ad istrionismi da avanspettacolo. Normale, per uno nato protagonista. Come quella volta a Bologna, quando dagli spalti uno spettatore lo apostrofò con un “Heil Hitler” a cui ribattè pronto con un “Heil Mussolini”.

franco frattinifranco frattiniFrattini “è un politico molto capace” e l’Italia “è un forte alleato”: lette adesso, tre settimane dopo, queste parole di Rasmussen, danese, segretario generale Nato, hanno il sapore di uno sberleffo. Frattini era allora candidato a succedergli, ma l’ex premier tra un sorriso e un complimento ricordava che, secondo le regole atlantiche, il suo mandato poteva essere ancora prorogato di un anno. Indovinate com’è andata a finire? Che Rasmussen, che doveva ‘smontare’ il 1° agosto 2013, è stato prorogato di un anno, con la benedizione di Obama e il sì masticato amaro dell’Italia (nell’Alleanza, vige il consenso), dopo che il ministro degli Esteri Terzi aveva definito “fortissima” la candidatura del suo predecessore ed ex ‘boss’, “figura riconosciuta e molto apprezzata a livello internazionale”.

Riunione di emergenza della Nato su richiesta di Ankara, dopo il bombardamento di ‘obiettivi siriani’ lungo il confine in risposta a un colpo di mortaio sparato dalla Siria. Morti e numerosi feriti. Se Assad ribatte, Iran e Russia saranno chiamate a intervenire.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Verso la guerra: Turchia autorizza operazioni militari in Siria

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi