Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

sindaco

L'Aquila dopo il terremoto del 2009

“Non è possibile che uno del Pdl a cui non piace il candidato sindaco si fa la lista coca cola e si presenta alle elezioni. Se vuole fare la lista coca cola, poi resti con la lista coca cola per tutta la vita mettendoci la faccia, e vediamo dove arriva senza il Pdl”. La citazione pop è del coordinatore pidiellino dell’Aquila e provincia Alfonso Magliocco, e segna con chiarezza il risultato delle prossime elezioni in città: rivincerà Massimo Cialente, sindaco uscente del Pd, faccia smunta e associata di default al terremoto, maschera insanguinata dai manganelli durante le proteste romane e fascia tricolore spesso fischiata in casa sua per la scarsa efficacia della politica ricostruttiva.

TREVISO – «Stiffoni sindaco di Treviso? È la barzelletta del secolo. Se si fosse candidato non avrebbe preso nemmeno i voti della moglie». Ridacchia Giancarlo Gentilini ricordando la lettera di due anni fa

tovato su: Il Gazzettino

Clicca qui per leggere l’articolo completo

TREVISO – La lettera porta la data del 10 aprile 2010: due anni fa quasi esatti. È firmata Piergiorgio Stiffoni ed è diretta a Giancarlo Gentilini e al sindaco Gian Paolo Gobbo. Tre paginette per raccontare

tovato su: Il Gazzettino

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Non riescono a smettere di litigare nemmeno a Pasquetta. Questa volta, la causa della disputa nel centrosinistra palermitano è una grigliata di carne. Fabrizio Ferrandelli, vincitore delle primarie e candidato sindaco a Palermo, ha annunciato la sua presenza all’evento “Born to be grill”. Si tratta di una grigliata di carne tra i suoi sostenitori, come si può leggere nel comunicato stampa. Ma la decisione ha fatto infuriare Rifondazione comunista: “Ognuno risponde del livello etico delle proprie azioni. Diventare vegetariani o vegani è una scelta molto personale e non lo siamo tutti. Tuttavia nutriamo profondo rispetto verso ogni forma di vita e riteniamo palesemente insensibile l’organizzazione dell’evento elettorale “Born to be grill”, riferendosi agli animali allevati e destinati al consumo umano”. Massimiliano Mazzola, animalista e candidato della lista “La sinistra e gli ecologisti per Palermo” (a sostegno del candidato sindaco Leoluca Orlando), si è fatto portavoce delle rimostranze degli animalisti palermitani.

La replica del candidato sindaco – Immediata la reazione da parte dell’ufficio stampa di Ferrandelli: “L’impegno di Fabrizio rispetto alle tematiche animaliste e ambientali è noto e sarà portato avanti con forza dalla prossima amministrazione comunale. Proprio per questo dispiace che siano state sollevate polemiche da parte di alcune associazioni animaliste e dagli amici vegani, in merito all’iniziativa Born to be grill organizzata”. Poi le precisazioni: “Ci preme sottolineare che Fabrizio Ferrandelli non ha promosso l’evento, ma vi partecipa per incontrarsi e confrontarsi con la gente. Ferrandelli rinnova il suo impegno e la sua disponibilità verso le associazioni animaliste e gli amici impegnati in queste battaglie”. Insomma, il messaggio del candidato sindaco è: non sarà una bistecca a farci litigare.

La corsa è appena iniziata. In tutti i sensi. Alla “Biciclettatona tranquilla” di sabato 31 marzo di Marco Doria, candidato sindaco del centrosinistra, risponde il senatore ex Pdl Enrico Musso, candidato del Terzo Polo, con l’”A BiCi Day”. Ma sotto le pedalate ireniche, c’è qualcuno che è ancora più tranquillo di Marco Doria, probabile vincitore delle elezioni.

Archivi