Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

ultimi

E’ stato il meeting più veloce degli ultimi tre anni. Cipro in standby, ancora nessuna erogazione dei prestiti. Ma gli istituti di credito ciprioti aspettano. Juncker (nella foto) pronto a cedere l’incarico.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Riunione lampo Eurogruppo: 39,5 miliardi a banche Spagna

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

E’ stato il meeting più veloce degli ultimi tre anni. Cipro in standby, ancora nessuna erogazione dei prestiti. Ma gli istituti di credito ciprioti aspettano. Juncker (nella foto) pronto a cedere l’incarico.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Riunione lampo Eurogruppo: 30,5 miliardi alle banche spagnole

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Negli ultimi 30 anni negli Stati Uniti sono le famiglie ricche che hanno beneficiato dei maggiori sgravi. A pagare più imposte, sono stati, come al solito, i più poveri e il ceto medio.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Usa: chi ha guadagnato di più dagli sgravi fiscali? I ricchi, ovviamente

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

 

Cala definitivamente il sipario sulle primarie del Pdl: non si faranno il 16 dicembre né, con tutta probabilità, mai. Silvio Berlusconi torna in campo. L’annuncio ufficiale, ancora, non è arrivato. Anzi, secondo gli ultimi “boatos” slitta: non avverrà domani, giovedì 29 novembre, ma la prossima settimana. Il Cavaliere deve sciogliere ancora gli ultimi dubbi. E’ indeciso tra i diversi nomi con cui battezzare il nuovo movimento, anche se su questo fronte i giochi paiono essere fatti: sarà, ancora, Forza Italia (sull’aggiunta del 2.0 si è fantasticato molto, ma la “declinazione” web non dovrebbe essere aggiunta).

Primarie, addio – Questi, però, sono dettagli. La nota politica di assoluto rilievo è che, ancora una volta, il leader è lui. Le consultazioni azzurre vanno in soffitta. Tutti lo pensavano, nessuno la ammetteva. Fino a quando Maurizio Lupi, uno degli esponenti più in vista del Pdl, lo ha ammesso: “Berlusconi torna in campo – ha spiegato nelle registrazioni della “terza aula del Parlamento”, Porta a Porta di Bruno Vespa -. A questo punto non si possono più tenere le primarie del Pdl il 16 dicembre”. E a conferma del fatto che le consultazioni tanto volute da Angelino Alfano ed altre porzioni del partito non si terranno, come spiega il TgLa7 di Enrico Mentana, c’è anche il fatto che gli scatoloni con le firme da autenticare per prendere parte alla gara, in via dell’Umiltà a Roma, non sono ancora stati aperti. Restano lì, chiusi, immobili e impolverati. E il loro inseroabile destino è quello di ricoprirsi di altra e altra polvere ancora.

La Meloni mastica amaro – Il dado è tratto. Silvio c’è. La sua presenza è a dir poco ingombrante. E il partito, ciò che resta del Pdl di cui l’ex premier si vuole forse sbarazzare, è vicino alla definitva implosione. Frantumato da correnti e differenti visioni politiche, già rischiava non solo lo spacchettamento (Forza Italia, Pdl, ex An) ma l’estinzione. Ora, con diversi pezzi da novanta (compreso Alfano) che affermano che “il leader, se c’è, è Berlusconi”, il futuro è ancora più incerto: se Silvio traccerà strade diverse il partito è destinato a sparire. 

Del Pdl che sarà? – Che cosa diverranno gli azzurri è ancora tutto da scoprire. Ignazio La Russa parla per gli ex An, e dice che se torna Forza Italia lui, e con lui gli altri della corrente, sono pronti a percorrere un’altra strada. Giorgia Meloni, candidata alle primarie svanite, non si rassegna all’annullamento delle consultazioni e chiede che vengano rinviate a gennaio. E Alfano? Angelino, come detto, vorrebbe ricucire con Berlusconi. Forse lo seguirà, poche ore fa aveva invitato Silvio a restare nel Pdl per rinnovarlo e ricostruirlo. Invito respinto. Di sicuro l’ex Guardasigilli ha capito che le primarie rischiano di non esistere più, si sta per arrendere. Ora gli resta da capire se il Pdl esisterà ancora.

 

Se viene violata quota 15.570, si andra’ sotto 15.400. In Usa atteso il vero inizio delle vendite on line, in corrispondena del Cyber Monday. Euro in recupero sul dollaro. In settimana importante appuntamento con l’asta di BTP.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Analisi tecnica: Ftse Mib rischia di erodere tutti gli ultimi rialzi

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Se viene violata quota 15.570, si andra’ sotto 15.400. In Usa atteso il vero inizio delle vendite on line, in corrispondena del Cyber Monday. Euro in recupero sul dollaro. In settimana importante appuntamento con l’asta di BTP.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Ftse Mib rischia di erodere tutti gli ultimi rialzi

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Nel corso degli ultimi mesi a Zhoukou – una delle città più antiche della Cina nelle piane centrali attraversate dal Fiume giallo della regione dello Henan – due milioni di tombe sono state rimosse a seguito della nuova politica del governo locale che vuole aumentare gli acri di terra disponibili per l’agricoltura. Ma i nuovi provvedimenti sono stati seguiti da polemiche e da un’indignazione generale dell’opinione pubblica.

Così a marzo scorso è nato il movimento per la distruzione dei cimiteri e si è esteso anche nelle aree vicine. Il governo locale ha anche promesso ricompense e aiutato il movimento con un massiccio dispiego di propaganda e mezzi meccanici. La scusa è la regolamentazione per i funerali ed è spiegata come se fosse il naturale proseguimento della politica che incoraggia la cremazione instaurata quasi in contemporanea con la fondazione della Repubblica popolare nel lontano 1949.

Roma, 22 nov. (Adnkronos) – Le città italiane sono arretrate rispetto alle metropoli europee sotto il profilo tecnologico ed ambientale. Negli ultimi cinque anni Milano ha fatto progressi, mentre Roma non è riuscita a concretizzare i propri progetti trasformativi. Il dato emerge dal Global City Report 2012, ricerca realizzata da Paola Gianasso di Scenari Immobiliari. Il rapporto, giunto alla sua quinta edizione, è stato presentato stamattina a Milano.

Milano presenta comunque dei punti di forza a livello mondiale, quali l’eccellenza musicale. E’ anche la più creativa città europea per moda e design. Roma invece è più lenta ed è penalizzata dalla mancata candidatura alle Olimpiadi del 2020.

In Europa le città migliori sono Londra e Parigi. La prima ha tra i punti forti: un alto livello di internazionalizzazione, forza lavoro qualificata, efficienza nella pianificazione urbanistica, varietà ed ampiezza dell’offerta culturale, attenzione per le fasce deboli della popolazione e l’ambiente. Negli ultimi anni anche le capitali nordeuropee hanno fatto passi avanti.

Negli ultimi tre anni le multinazionali americane hitech non avrebbero versato un centesimo di euro all’Erario spagnolo. Intrecciano sedi legali nei Paesi Bassi e in Lussemburgo alla ricerca di scappatoie.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Amazon e Yahoo eludono il fisco, la Spagna indaga

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Il 27% di chi cerca un’occupazione nell’ultimo anno ha detto no a una proposta professionale. In Spagna negli ultimi 12 mesi neanche un colloquio per il 35% dei disoccupati.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Europa: un disoccupato su quattro rifiuta un lavoro

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Archivi