Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

voterà


pubblicato da Libero Quotidiano

Quasi sicuro: nel 2013 si voterà col Porcellum. Siete contenti?

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Le elezioni regionali nel Lazio si svolgeranno il 10 e l’11 febbraio del 2013. Secondo quanto si apprende, la comunicazione sarebbe stata formalizzata dalla presidente Polverini al Viminale. Il Governo dovrà ora valutare la possibilità di accorpare nelle date del 10 e 11 febbraio anche le elezioni in Lombardia e Molise. Il presidente Formigoni si è detto favorevole all’election day con il Lazio. Per la Regione Molise è ancora più urgente la consultazione elettorale dato che il governo regionale è stato azzerato dall’annullamento delle precedenti elezioni. 

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

L’Italia voterà a favore del riconoscimento dello status di “Stato osservatore non membro” della Palestina all’Onu. Lo conferma un comunicato di Palazzo Chigi.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

Passano da 86 a 51. Il consiglio dei ministri vara il riordino. Si parte dal 2014, a novembre si voterà per eleggere le nuove amministrazioni. Patroni Griffi (foto): “Una scelta irreversibile”. La nuova mappa regione per regione.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Governo dimezza le province: ecco la nuova Italia

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

“Non penso che in Lombardia si voterà a dicembre. Comunque, tecnicamente la decisione spetta al prefetto”. Comincia a scricchiolare il progetto del presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni di votare a dicembre. A parlare, infatti, è il segretario del partito del “Celeste”, Angelino Alfano. Per il centrodestra sta diventando una questione spinosa a dir poco con una serie di messaggi incrociati tra Pdl e Lega Nord. Tanto che lo stesso Berlusconi, in altre faccende affaccendato (in tribunale), se ne tira fuori: “Non me ne sto interessando, pensa a tutto Alfano” risponde ai cronisti che gli chiedono delle possibili alleanze e del possibile ruolo di Roberto Maroni.

tovato su: Il Fatto Quotidiano

Ricca l’agenda di questa settimana: la Corte Costituzionale tedesca voterà mercoledì sull’ESM. La Grecia incontra la troika senza un accordo sui tagli alle spese. Intanto Pil Italia, peggiore tra le economie avanzate. MPS +5%: cosa accade alla banca senese? GRAFICO FTSE MIB.

pubblicato da Wallstreet Italia
Link articolo:

Borsa Milano: dopo l'euforia tornano i cali

Notizie del italia, economia, notizie italia

Quotidiani

Il Denaro, Il Fatto Quotidiano, Libero Quotidiano

L’unico vero tema delle prossime elezioni politiche sarà: uscire dall’Euro e dalla Unione Europea, sì o no? Infatti, una novità grave degli ultimi tempi è che questa domanda non è più posta da movimenti politici con percentuali da prefissi telefonici, come il Movimento No Euro, e da partiti di estrema destra, ma da partiti o movimenti che possiamo definire “di massa” e anche da partiti di estrema sinistra, tradizionalmente internazionalisti.

 

Federica Pellegrini e Beppe Fiorello saranno i presidenti delle giurie che voteranno le Miss in gara, mentre tra gli ospiti delle serate ci saranno Cesare Cremonini e  Biagio Antonacci. Sono stati annunciati oggi, infatti, i nomi dei   componenti della giuria tecnica, della giuria di spettacolo e degli ospiti musicali delle due serate finali di Miss Italia.

A presiedere la giuria tecnica ci sarà la campionessa del   nuoto, affiancata dagli attori Margareth Madè e Maurizio Casagrande, dalla giornalista Candida Morvillo, dallo stilista e presidente della   Camera della moda Stefano Dominella, dal fotografo Fabio Lovino, dal   regista scrittore Federico Moccia, dalla cantante Anna Tatangelo e dalle conduttrici tv Caterina Balivo e Natasha Stefanenko.

La giuria dello spettacolo, che si aggiungerà a quella tecnica   nella seconda puntata, vedrà invece, affiancati a Beppe Fiorello, le   conduttrici tv Lorella Cuccarini e Paola Perego, gli attori, Sergio   Assisi, Daniele Pecci, Francesca Chillemi, Max Giusti, Roberta   Giarrusso, il comico Marco Marzocca, i campioni olimpici Mauro   Nespoli, Valentina Vezzali, Carlo Molfetta, Elisa di Francisca,   Jessica Rossi, Luigi Mastrangelo, e i piloti Jorge Lorenzo e Vicki Piria. Tra gli altri ospiti, Antonella Clerici e Annalisa Minetti.

 

E’ il giorno delle tre fiducie che il governo chiede sul tanto discusso ddl corruzione o meglio su i tre articoli che hanno più fatto discutere i capi gruppo in commissione. Nonostante l’impegno del ministro della Giustizia Paola Severino non si è arrivati a un accordo e così oggi il ministro per i rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, in aula alla Camera ha posto, a nome del governo, la fiducia sugli articoli 10, 13, e 14 del  del disegno di legge, senza modifiche rispetto ai testi approvati in commissione. Le dichiarazioni di voto sulla fiducia sull’art.10 (incandidabilità dei condannati) sono iniziate alle ore 12 con la chiama dei deputati. I lavori proseguiranno quindi con le dichiarazioni di voto sull’ articolo 13 (norme penali con nuovi reati come il traffico di influenze) verso le ore 15 e subito dopo l’inizio della seconda votazione di fiducia. Stesso iter per l’articolo 14 (corruzione tra privati). Dopo i voti di fiducia l’aula riprenderà l’esame ordinario degli articoli mancanti e il voto finale è previsto nella giornata di giovedì 14 giugno.

L’annuncio di primarie in autunno per la scelta del candidato premier del Pdl sottende un messaggio a elettori e membri del partito: basta con questa storia delle elezioni in autunno. Si vota nel 2013, alla naturale scadenza della legislatura (Pd permettendo). E’ una questione di tempi: decidere di scegliere il candidato a settembre (ma più verosimilmente tra ottobre e novembre) significa attrezzarsi per una campagna elettorale che scatterà a inizio del prossimo anno in vista del voto ad aprile/maggio. In questo senso, l’annuncio delle primarie produce due effetti positivi per i vertici del Pdl: mettere fine alle spinte di coloro che in buona fede o per ritorno mediatico e di immediato consenso dell’elettorato, nelle ultime settimane hanno strillato la necessità di mollare Monti  e il suo governo tecnico il prima possibile per andare al voto dopo l’estate. Mandare all’elettorato un messaggio altrettanto forte: capiamo le difficoltà vostre e dell’Italia, ma prima del 2013 la spina a Monti non la possiamo togliere. In compenso, vi lasciamo la possibilità di scegliere chi, votandoci, manderete a governarvi.

Archivi