Il lutto ferma Aguero genero ripudiato di Maradona

Il lutto ferma Aguero, genero ripudiato di Maradona

“È un rammollito”. Più o meno sette anni fa, Maradona si convinse che suo genero fosse una specie di smidollato. Fu così che Sergio Agüero, ora 32enne, conobbe a sue spese la franchezza del suocero. Sergio aveva sposato la più piccola delle figlie di Diego, Giannina. Erano stati insieme quattro anni: “Quanto basta per rendermi conto che non fu una buona idea”, disse Diego. Non poteva opporsi ma neppure benedirli.Quando i due si lasciarono, Diego, che ancora era in buoni rapporti conleggi di più…

Contributi da parte delle lobby M5S avvia un procedimento nei confronti di Giarrusso

Contributi da parte delle lobby: M5S avvia un procedimento nei confronti di Giarrusso

I probiviri dei 5S hanno avviato ufficialmente un procedimento disciplinare nei confronti di Dino Giarrusso, l’europarlamentare che ha ammesso di avere incassato contributi elettorali per quasi 15 mila euro, sopra la soglia consentita dal regolamento del Movimento, da parte di lobbisti. Giarrusso ha ricevuto comunicazione dell’istruttoria aperta nei giorni scorsi: da quel momento sono scattati i dieci giorni canonici entro i quali l’ex inviato delle Iene può presentare le sue controdeduzioni. Qleggi di più…

Cosa si muove piu velocemente la catena della bici o la strada Gli strambi indovinelli di Musk ai colloqui per la sua nuova fabbrica

“Cosa si muove più velocemente, la catena della bici o la strada?” Gli strambi indovinelli di Musk ai colloqui per la sua nuova fabbrica

BERLINO – “Siete su una piccola barca, in mezzo a un lago, con una pietra. Se buttate la pietra nel lago, lo specchio sale o scende?”. “Quando pedalate in bici cosa si muove più velocemente, la catena della bici o la strada?”. Sono alcune domande che si sono sentiti rivolgere a inizio novembre miriadi di candidati per un posto nella futura Giga-Factory della Tesla. E non da un caporeparto qualsiasi: da Elon Musk in persona. L’irregolare geniaccio della macchina elettrica più pop del mondo e deleggi di più…

Coronavirus hotel Covid sfrattato per albergatori Milano e inaccettabile

Coronavirus: hotel Covid sfrattato, per albergatori Milano ‘è inaccettabile’

Condividi: 28 novembre 2020 Milano, 28 nov. (Adnkronos) – I gestori di un hotel di Milano, il King di corso Magenta, sono stati diffidati dalla società proprietaria dell’immobile a continuare nella trasformazione dell’albergo in una ‘struttura Covid’, che aiuti cioè a gestire le quarantene dei contagiati che non possono vivere in isolamento. La storia, raccontata dal Corriere, è accaduta al gruppo Mokimba Hotels, a cui ieri è arrivato anche un sfratto, subito contestato.
Atr, l’associazleggi di più…

Grave lutto per Tiziana Giardoni la vedova di Stefano DOrazio e morto il padre

Grave lutto per Tiziana Giardoni, la vedova di Stefano D’Orazio: è morto il padre

Un altro lutto per Tiziana Giardoni, la vedova del batterista dei Pooh Stefano D’Orazio. Dopo la morte del marito, il 6 novembre, per il Covid, ha perso anche il padre Mauro. Ha dato la notizia su Facebook, pubblicando un post con una foto del papà e del marito insieme: “E adesso lassù voi due che farete? La vita mi ha portato via i miei due grandi amori… ciao papino mio…ti ho amato tanto e ti amerò per sempre!”. Un dolore immenso per la Giardoni, che ha raccontato lo sgomento di aver dleggi di più…

Governo Crimi Chi parla di rimpasto e fuori dalla realta

Governo, Crimi “Chi parla di rimpasto è fuori dalla realtà”

Condividi: 28 novembre 2020 ROMA (ITALPRESS) – “In questi giorni noto come le parole ‘rimpastò e ‘messa in discussionè del Governo siano sempre più ricorrenti, anche da parte di esponenti delle forze di maggioranza. Chi ne parla mi sembra fuori dalla realtà”. Così, in un post su Facebook, il capo politico del M5S Vito Crimi.“Siamo nel pieno di una tempesta. Dobbiamo portare a termine la Manovra, la legge di bilancio più importante degli ultimi decenni. E dobbiamo concentraleggi di più…

Storia del calcio e riscatto sociale a Napoli Luciano Moggi chi era davvero Maradona

Storia del calcio e riscatto sociale a Napoli: Luciano Moggi, chi era davvero Maradona

Luciano Moggi
Luciano Moggi nasce a Monticiano il 10 luglio 1937. Dirigente di Roma, Lazio, Torino, Napoli e Juventus, vince sei scudetti (più uno revocato), tre Coppe Italia, cinque Supercoppe italiane, una Champions League, una Coppa Intercontinentale, una Supercoppa europea, una Coppa Intertoto e una Coppa Uefa. Dal 2006 collabora con Libero e dal 13 settembre 2015 è giornalista pubblicista.
Vai al blog Foto: 28 novembre 2020
Sullo stesso argomento:  Muore il mito del cleggi di più…

Francia migliaia in piazza contro la violenza della polizia auto in fiamme sassaiole e lacrimogeni alla Bastiglia

Francia, migliaia in piazza contro la violenza della polizia: auto in fiamme, sassaiole e lacrimogeni alla Bastiglia

PARIGI – Decine di migliaia di persone sono scese in piazza nella capitale per la “Marcia delle libertà”, la manifestazione indetta contro l’articolo 24 della legge sulla “sicurezza globale” che prevede di limitare la diffusione di foto e video di poliziotti.Il corteo a Parigi è ancora in corso, dopo momenti di tensione con alcune macchine bruciate sul boulevard Beaumarchais a pochi passi da Bastille. Una colonna di fumo ha avvolto i dintorni, fino a place des Vosges, prima che i pompieri entrleggi di più…

La donazione di una donna al Comune dopo i lutti per il Covid Sono 500 euro comprate regali per i bambini

La donazione di una donna al Comune dopo i lutti per il Covid: “Sono 500 euro, comprate regali per i bambini”

Cinquecento euro sigillati in una busta, da destinare ai bambini di Malegno in vista delle festività natalizie. È questa l’iniziativa di una donna, residente nel paese bresciano di quasi duemila abitanti, che si è rivolta al sindaco Paolo Erba. “Ha voluto un appuntamento in Municipio e, quando si è presentata, mi ha confidato che ogni anno per Natale risparmia qualcosa per poi farsi un regalo. – racconta il primo cittadino – Ma dato il momento difficile che stiamo vivendo a causa del Covid, leggi di più…

Papa Francesco ai nuovi cardinali Il porpora e il colore del sangue no a corruzione e mondanita

Papa Francesco ai nuovi cardinali: “Il porpora è il colore del sangue, no a corruzione e mondanità”

Chiede ai nuovi cardinali di essere “sempre vigilanti” per “rimanere sulla sua strada”. Perché, dice, “con i piedi, con il corpo possiamo essere con Lui, ma il nostro cuore può essere lontano, e portarci fuori strada”. E ammonisce che vi sono “tanti generi di corruzione nella vita sacerdotale”, il rosso porpora dell’abito cardinalizio, che è il colore del sangue, “può diventare, per lo spirito mondano, quello di una eminente distinzione”. “E tu – continua – non sarai più il pastore, vicino leggi di più…