Raccolta News di Economia e Finanza aggiornate in tempo reale

Il Fatto Quotidiano

Ragione da vendere, di Enrico Pandiani (Rizzoli). Tornano il commissario Mordenti e les italiens in una nuova indagine che li vede alle prese con l’assalto a mano armata di un furgone e di un’opera d’arte scomparsa. L’azione di svolge durante un’estate parigina contemporanea, il romanzo si dipana adrenalinico e senza esclusione di colpi conferendo ai protagonisti un notevole spessore psicologico e ai luoghi una caratterizzazione originale, ben tratteggiata. Probabilmente uno dei migliori testi scritti dall’autore torinese, con atmosfere che richiamano la tradizione del polar francese e echi dell’hard boiled classico, da Manchette a Spillane, in un’elaborazione personale, che confermano Pandiani come uno dei più onesti e dotati scrittori italiani dei giorni nostri.

Il vicepremier Luigi Di Maio ad Alghero per un mini tour che lo porterà in giro per la Sardegna per sostenere i candidati del Movimento 5 Stelle alle elezioni europee e amministrative ha attaccato la Lega, sia sul caso Siri che sulla lunga gestazione della giunta sarda: “Questa terra è ostaggio delle guerre tra bande politiche, mancano ancora sei o sette assessori regionali, questo significa votare il centrodestra, votare le accozzaglie. Settanta giorni senza una Giunta regionale lasciano senza parole”, attacca il vicepremier. “Conosco tanti cittadini sardi che li hanno votati e sono arrabbiati – conclude Di Maio – errare è umano ma perseverare è diabolico, non votiamoli mai più”.

Nuova escalation tra Israele e Hamas, dopo i nuovi scontri di venerdì alla barriera di confine con la Striscia di Gaza nell’ambito della Grande Marcia del ritorno in corso dal 30 marzo. Le autorità israeliane hanno annunciato la chiusura dei valichi con la Striscia – quello pedonale di Eretz e quello merci di Kerem Shalom – dopo che centinaia di razzi sono stati lanciati da Hamas e la Jihad islamica verso Israele. Decine sono stati intercettati dal sistema difensivo Iron Dome. Immediata la risposta dell’aviazione israeliana che ha bombardato secondo il portavoce una trentina di “obiettivi terroristici”: strutture per la produzione di armi, l’addestramento e una struttura navale di Hamas, oltre a un compound militare congiunto delle due organizzazioni palestinesi.

“Uno zozzone stava provando a buttare un materasso in pieno giorno davanti ai cassonetti in zona Tor Pignattara, a sud est di Roma. Un romano onesto lo becca e si arrabbia con orgoglio di fronte a tanta inciviltà, invitandolo a riprendersi il materasso”. Virginia Raggi spiega così l’episodio documentato in un video che lei stessa ha rilanciato su Facebook: “Voglio ringraziarlo pubblicamente per il suo senso civico. E con lui tutti i cittadini onesti che ci inviano le segnalazioni. Grazie al vostro aiuto stiamo multando sempre più incivili. È importantissimo infatti l’aiuto che ognuno può dare: sono convinta che tutti insieme riusciremo a vincere questa battaglia culturale”.

Poco meno di un mese fa a San Giovanni a Teduccio, periferia est di Napoli, i killer entrarono in azione davanti a un asilo. Un uomo fu ucciso e il nipotino, 4 anni, che era con lui e il padre, rimasto ferito, scappò via abbandonando il suo zainetto. Per quell’omicidio è scattata un’operazione di  operazione di Polizia e Carabinieri coordinata dalla Dda di Napoli per l’esecuzione di un fermo nei confronti di sette esponenti del clan D’Amico-Mazzarella per l’omicidio di Luigi Mignano, avvenuto lo scorso 9 aprile, e di una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di cinque appartenenti al clan camorristico Formicola per gli omicidi dei fratelli Massimo e Salvatore Petriccione avvenuti il 29 giugno 2002 e l´8 marzo 2004. “Oggi abbiamo fornito una risposta concreta dello Stato, ma non ci fermeremo qui. Siamo soddisfatti – dicono il questore di Napoli Antonio De Iesu e il comandante dei Carabinieri di Napoli Ubaldo Del Monaco – ma il lavoro prosegue senza tregua”. L’incontro con la stampa è avvenuto proprio davanti alla scuola per l’infanzia Vittorino da Feltre.

Fabio Quartararo conquista la pole position in Spagna. Il francese, in sella alla Yamaha Petronas, conquista la prima partenza al palo nella classe regina a Jerez, girando in 1’36″880 e precedendo il compagno di squadra Franco Morbidelli (1’38″962) e il campione del mondo in carica, lo spagnolo della Honda Marc Marquez (1’38″970) che partiranno con lui in prima fila. Quarto tempo per la migliore delle Ducati, quella di Andrea Dovizioso (1’37″018) che si lascia alle spalle lo spagnolo Maverick Vinales (1’37″114), in sella alla Yamaha M1 e il britannico della Honda Cal Crutchlow (1’37″175). Valentino Rossi (Yamaha M1) partirà dalla quinta fila e dalla 13esima posizione in seguito all’eliminazione in Q1.

“Tra poco una nuova puntata di Ciao Darwin, ma prima mi sta a cuore dirvi qualcosa”. È iniziata così, venerdì 3 maggio, l’ultima puntata del programma di Canale 5 condotto da Paolo Bonolis che ha detto la sua sull’infortunio occorso al 54enne Gabriele Marchetti durante la registrazione di una delle ultime puntate della trasmissione. Il concorrente rischia ancora la paralisi, ma ha lasciato il reparto di terapia intensiva del Policlinico Umberto I di Roma ed è stato trasferito all’Istituto  di ricovero e cura a carattere scientifico della Fondazione Santa Lucia, dove inizierà la sua terapia. Nei giorni scorsi è emerso anche il precedente di un concorrente di un’altra trasmissione simile, la storica Giochi Senza Frontiere: era il 1980 quando Sebastiano Marchesan cadde durante una prova e rimase paralizzato. Ora la storia rischia di ripetersi.

Raccontare la paura del “diverso”, del disabile, dell’immigrato, ma anche le risorse che possono scaturire dal superamento di timori e pregiudizi: è questa la sfida di Kristian Gianfreda, regista di Solo cose belle, il film in uscita nelle sale di tutta Italia il prossimo 9 maggio.

Dopo le polemiche successive alla messa in onda di un servizio del Tgr sulla commemorazione a Predappio della morte di Benito Mussolini Antonio Farnè, caporedattore del Tg3 Emilia Romagna, ha dato rimesso il mandato. Il servizio di due minuti nell’edizione delle 19.30 del telegiornale regionale della Rai, senza contraddittorio né contestualizzazione con 300 fascisti tra tricolori, aquile e cimeli del regime, aveva scatenato anche la reazione dell’ad Fabrizio Salini. Il servizio aveva creato diverse polemiche “due minuti di interviste e immagini, con tanto di saluti romani, sulla manifestazione fascista”. Michele Anzaldi, deputato del Pd e segretario della commissione di Vigilanza Rai, lo aveva definito “apologia del fascismo”.

L’onda di rabbia, dolore, indignazione, in queste ore difficili e sofferte, travolge Napoli. C’è scoramento, disillusione e senso di sconfitta in chi ogni santo giorno dà il proprio contributo per non far ammainare definitivamente la bandiera della speranza in una città disperata. Una “creatura”, Noemi, di appena 4 anni, combatte a muso duro la battaglia della vita nel reparto di terapia intensiva pediatrico dell’ospedale Santobono. E’ intubata. E’ stata prima stabilizzata e poi nel corso della notte sottoposta a un delicatissimo intervento chirurgico.

Archivi