A Lugano arriva blockchain, criptovalute per pagare tasse

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – MILANO, 03 MAR – Creare un hub tecnologico per puntare sulle blockchain e le criptovalute che diventeranno la moneta per pagare tasse e servizi. È il progetto che la Città di Lugano in collaborazione con Tether ha presentato oggi e che punta a favorire l’adozione della tecnologia blockchain a livello locale e permettere ai propri cittadini di pagare imposte, tasse e qualsiasi tributo pubblico, per beni e per tutti i servizi erogati, tramite Bitcoin, Tether o stablecoin basate sul franco svizzero.
    A ciò si aggiunge la volontà di integrare il sistema Lightning Network, un sistema di pagamento diffuso, altamente scalabile e robusto, che supera gli ostacoli di scalabilità associati alla blockchain senza peraltro rinunciare alla sicurezza, all’affidabilità o alla privacy. “Come principale stablecoin a livello mondiale, immaginiamo un futuro in cui le imprese di tutte le dimensioni saranno in grado di sfruttare le piattaforme blockchain per migliorare la qualità della vita dei cittadini a livello locale fornendo servizi finanziari e quotidiani più sostenibili, trasparenti e affidabili” ha dichiarato Paolo Ardoino, cto di Tether.
    Ma la collaborazione punta anche alla creazione di un hub specializzato situato in centro città per ospitare aziende e start-up, facilitandone l’insediamento e la conduzione delle attività quotidiane, e che possa fungere da catalizzatore per tutto ciò che riguarda la blockchain. Lugano mira, dunque, a diventare una casa per la comunità crypto, con un fondo multimilionario per aiutare a finanziare start-up attive nel rampo della blockchain e focalizzate sulla costruzione di servizi blockchain a livello locale.
    “Negli ultimi anni, abbiamo già implementato soluzioni basate su blockchain, tra cui l’app MyLugano e il suo token di pagamento LVGA Points, il franco digitale di Lugano, oltre all’infrastruttura blockchain cittadina “3Achain”. Crediamo fortemente in questa tecnologia e il suo potenziale di scalabilità” ha detto Michele Foletti, Sindaco di Lugano.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source