A New York disoccupazione al 9,4%, il doppio della media Usa

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – NEW YORK, 14 DIC – La disoccupazione negli Stati Uniti è calata al 4,2%, ma a New York – a lungo epicentro della pandemia – è al 9,4%, più del doppio della media nazionale. Un dato che lascia intravedere quanto sia ancora lunga la strada per la ripresa della Grande Mela, dove buona parte del recente calo del tasso di disoccupazione è dovuto all’uscita dalla forza lavoro di migliaia di persone.
    Il Covid ha chiuso la città e cacciato i turisti per mesi.
    Ora New York è tornata a riaccendere le sue luci ma le cicatrici della pandemia sono profonde da risanare. Il virus ha travolto i motori di crescita e di occupazione della città – ovvero il turismo, l’ospitalità e le vendite al dettaglio – bruciando posti di lavoro. Al momento meno di sei posti ogni 10 persi durante la pandemia sono stati recuperati. A livello nazionale ne sono stati riguadagnati più di nove su dieci. Prima della pandemia solo l’industria del turismo occupava nella città 283.000 posti: alla fine del 2020 un terzo di quei posti erano stati eliminati. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source