Assoutenti, ‘in soli tre mesi pieno benzina 10 euro in più’

Pubblicità
Pubblicità

“I nuovi rincari dei carburanti registrati sulla rete e certificati oggi dai dati forniti dal Mase confermano in pieno tutti gli allarmi lanciati nei giorni scorsi da Assoutenti circa l’andamento dei prezzi di benzina e gasolio in Italia”.
    “In appena tre mesi, da maggio a oggi, un pieno di benzina costa del nostro paese 7 euro in più mentre per un pieno di gasolio la maggiore spesa sfiora i 10 euro. – afferma il presidente Furio Truzzi – Un andamento che non appare in alcun modo giustificato dalle quotazioni petrolifere che, rispetto ad inizio anno, sono salite poco più dell’1%, mentre la benzina alla pompa nello stesso periodo è rincarata in media del 7%.
    Siamo in presenza di una evidente speculazione durante tutta la filiera dei carburanti e prima della vendita alla pompa. – prosegue Truzzi – Grazie agli extraprofitti ricavati dai prezzi più alti di benzina e gasolio il governo può e deve abbassare le accise, perché il rischio concreto è quello di un effetto domino con rincari a cascata sugli alimentari e su tutti i beni trasportati, con conseguenze pesantissime sui redditi delle famiglie e sui consumi degli italiani”.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source