Autogrill sospesa dagli scambi, da lunedì addio a Piazza Affari

Pubblicità
Pubblicità

Aurogrill è sospesa dagli scambi di Piazza Affari in vista dell’addio definitivo di lunedì prossimo 24 luglio a seguito della chiusura dell’Opa di Dufry. Passata in mani svizzere, l’azienda lascia la borsa dopo 26 anni. Quotata nel 1997 alla Borsa di Milano dai Benetton, che ne avevano acquisito il controllo 4 anni prima a seguito delle privatizzazioni avviate dall’Iri, Autogrill è l’erede del primo punto di ristoro autostradale inaugurato nel 1947 a Novara da Mario Pavesi. Ad esso se ne affiancarono subito numerosi altri con le insegne di Motta e Alemagna.

    Ora l’azienda è interamente controllata dalla svizzera Dufry, quotata a Zurigo, la cui Opa si è conclusa con la procedura congiunta lo scorso 17 luglio, con la consegna dei 13,91 milioni di azioni residue pari ad oltre il 3,61% del capitale di Autogrill. La famiglia Benetton oggi è azionista di Dufry al 27,47% tramite Edizione, secondo i dati riportati dalla Borsa di Zurigo.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source