Banche: First, commissioni trainano conti, occupati in calo

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 10 FEB – Le commissioni hanno trainato i risultati delle prime cinque banche italiane nel 2021 che hanno visto costi in calo e una riduzione ulteriore di sportelli e occupati. E’ quanto emerge da un’analisi condotta dall’ufficio studi First Cis, sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Banco Bpm, Mps, Bper che evidenzia un aumento dei proventi operativi del 4,2% rispetto ad un anno fa, “reso possibile proprio dalla straordinaria crescita delle commissioni nette (+10,1%”).
    Scende, rileva lo studio, il rapporto costi/ricavi (cost/income), che passa dal 57,5% al 55,7%, con una riduzione di circa 8300 dipendenti e la chiusura di oltre 1600 sportelli (-11,6%). “Tutti gli indicatori di produttività del lavoro evidenziano incrementi rilevanti: il margine primario pro capite aumenta del 6%, mentre le commissioni nette per dipendente balzano del 13,8%” si legge.. Per il segretario generale del sindacato Riccardo Colombani “un aumento così forte della produttività rende necessario affrontare il tema della redistribuzione ai lavoratori: il loro contributo è stato decisivo nonostante le criticità indotte dalla forte contrazione delle reti degli sportelli. Un’ulteriore riduzione del cost/income rischierebbe di separare irrimediabilmente il lavoro dalla ricchezza da esso prodotta.
    (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source