Banche:Signorini, da Basilea III anche vantaggi per italiane

Pubblicità
Pubblicità

(ANSA) – ROMA, 04 NOV – Le regole di Basilea III sulle banche devono essere applicate su “scala globale” ed è anche grazie a esse che gli istituti italiani “sono stati parte della soluzione e non parte del problema” nella crisi Covid. Lo afferma il dg della Banca d’Italia Federico Signorini all’Anpsc. “Anche le banche italiane – spiega – qualche volta si lamentano dei requisiti aggiuntivi che Basilea III ha comportato e comporta. e che però hanno raddrizzato due storture a loro relativo, netto svantaggio: lo squilibrio tra i requisiti a fronte del rischio di credito e a quelli legati al trading; e l’eccessiva tolleranza di modelli aggressivi”. E per il dg “Il graduale esaurirsi delle misure di sostegno, moratorie e garanzie, non potrà che fare emergere casi di difficoltà di rimborso; ma è da attendersi che il peggioramento della qualità del credito sia molto meno marcato di quello che si verificò con le crisi precedenti”. “Le banche – afferma – hanno potuto ricominciare a distribuire dividendi dopo che le autorità di vigilanza, valutato attentamente il miglioramento della congiuntura, hanno ritirato le restrizioni eccezionali raccomandate in precedenza.
    Ci attendiamo che in ogni caso le banche preservino un patrimonio adeguato rispetto ai rischi; ed è essenziale che esse continuino ad adottare una politica attenta e prudente di rettifiche su crediti”. (ANSA).
   

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source